OnePlus Buds Recensione: dei buoni auricolari al giusto prezzo

L'ingresso di OnePlus nel mondo degli auricolari True Wireless è positivo, grazie a un prodotto senza particolari spunti ma ben realizzato.

recensione OnePlus Buds Recensione: dei buoni auricolari al giusto prezzo
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

OnePlus ha deciso di entrare in punta di piedi nel mondo degli auricolari True Wireless. Seguendo la filosofia vista nel recente OnePlus Nord, la casa cinese non ha puntato a specifiche di fascia alta quanto più a un giusto compromesso tra qualità e prezzo, una scelta che reputiamo corretta, anche perché nomi del calibro di Apple e Sony hanno oggi tutto un altro appeal in questo settore, oltre a tecnologie rodate e apprezzate.
Le OnePlus Buds quindi sono rivolte a chi cerca degli auricolari semplici ma funzionali, capaci di funzionare bene in ogni contesto d'uso senza però eccellere.

Design ed ergonomia

La confezione delle OnePlus Buds sembra appartenere ad un prodotto di fascia superiore. Il cartone è spesso e riesce a proteggere bene il contenuto. Una volta aperta la scatola l'effetto sottovuoto è notevole e riprende quello visto nei prodotti Apple, spingendolo però ancora oltre: sotto alle cuffie infatti è presente un piccolo contenitore con i manuali e con il cavo di ricarica, difficile da estrarre proprio per il marcato effetto sottovuoto. Gli auricolari sono custoditi all'interno di un astuccio di ricarica bianco, realizzato con plastica di buona qualità opaca. Qui si possono osservare il led di stato, la cerniera di apertura in metallo e la porta USB Type C in basso. Le cuffie sono mantenute in sede attraverso dei magneti, che guidano il loro inserimento nell'astuccio rendendolo più semplice.

Semplicità che non abbiamo ritrovato in fase di estrazione, se non avete dita affusolate trovare un punto di presa non è così immediato, inoltre la forza dei magneti complica leggermente la procedura. Niente di grave, ma ci vuole qualche secondo in più per estrarre le cuffie dall'astuccio.

Gli auricolari sono in plastica, anche qui di qualità più che discreta, la forma è differente rispetto alle AirPods ma l'ispirazione è palese.
Le OnePlus Buds sono degli auricolari "Half in-ear", non sono dotati di gommini e si appoggiano semplicemente all'interno del padiglione auricolare. Una soluzione di questo tipo ha il pregio di affaticare meno l'orecchio durante l'uso, inoltre si adatta bene a padiglioni differenti. Di contro non c'è isolamento dall'esterno, inoltre l'assenza di un ancoraggio più forte all'orecchio le rende meno adatte all'attività fisica, nonostante la certificazione IPX4, per la resistenza alle gocce d'acqua.
Nonostante questo l'ergonomia è molto buona e la OnePlus Buds possono essere indossate per ore senza problemi.

Funzionalità

OnePlus ha reso il collegamento delle Buds davvero semplice. Noi le abbiamo provate con OnePlus 8, dove basta aprire l'astuccio di fianco al telefono per veder comparire sullo schermo un messaggio che indica la rilevazione degli auricolari. Basta poi un tap e si è subito pronti a partire. Una volta estratte le cuffie dall'astuccio la connessione è praticamente immediata e avviene tramite Bluetooth 5. La riproduzione dei contenuti viene messa in pausa automaticamente non appena vengono rimosse dalle orecchie, una funzione semplice ma comoda.
Le OnePlus Buds sono delle cuffie che puntano sulla semplicità, non c'è un'applicazione dedicata, così come non è disponibile la cancellazione del rumore attiva.
In realtà delle funzioni speciali ci sono, ma funzionano solo se è uno smartphone OnePlus a gestire le Buds.

In questo caso si ha accesso al Dolby Atmos (da OnePlus 7 in poi) e al Dirac Audio Tuner, quest'ultimo disponibile solo su OnePlus Nord. Infine c'è anche una modalità a bassa latenza, specifica per il gaming, che si attiva solo abilitando la modalità Fnatic, la game mode dei dispositivi OnePlus. Proprio la latenza è uno degli aspetti più positivi di queste cuffie, visto che ridotta all'osso. Le cuffie integrano al loro interno dei driver da 13.4 mm che vanno bene per l'utilizzo quotidiano senza pretese, siamo ben lontani dalla qualità raggiunta dalla concorrenza, come le Sony WF-XM3 che abbiamo recensito, che tuttavia costano molto di più.

I bassi sono poco incisivi e le tonalità medie non riescono a spiccare, per una qualità allineata agli altri prodotti in questa fascia di prezzo.
Molto buono invece il lavoro svolto sui sei microfoni con cancellazione del rumore, tre per ogni auricolare, e sugli algoritmi che li regolano, che riescono bene a rendere comprensibile la voce anche nei luoghi più affollati. Sul fronte autonomia OnePlus dichiara sette ore di ascolto con le cuffie completamente cariche, trenta complessive con la riserva di energia dell'astuccio. Un dato a cui siamo andati vicini anche durante le prove e che possiamo quindi confermare. Nota negativa invece arriva dall'aggiornamento del firmware, possibile solo se le cuffie sono connesse a un telefono OnePlus, un limite non da poco e che penalizza le Buds quando utilizzate con altri smartphone.

OnePlus Buds OnePlus ha svolto un buon lavoro con queste Buds, realizzando degli auricolari True Wireless dal buon rapporto qualità prezzo. L'esperienza d'ascolto è allineata a quella di altri modelli dal costo simile, mentre materiali e assemblaggio ci sono sembrati migliori rispetto ad altre soluzioni di questo tipo. Positivo anche il riscontro sui microfoni e soprattutto sull’input lag, quasi impercettibile. Il voto che leggete alla fine di questa recensione si riferisce all’utilizzo con uno smartphone OnePlus, con altri telefoni potete abbassarlo anche di un punto perchè si vanno a perdere diverse funzioni, come il Dolby Atmos, e soprattutto la possibilità di aggiornare il firmware, una pecca che avremmo preferito non vedere.

7.5