OnePlus Nord CE 5G Recensione: uno smartphone concreto, elegante e leggero

OnePlus presenta la sua nuova idea di fascia media. Abbiamo messo alla prova questa "Core Edition" per scoprire se riflette appieno la filosofia del brand.

OnePlus Nord CE 5G Recensione: uno smartphone concreto, elegante e leggero
Articolo a cura di

Il mercato degli smartphone Android ormai pullula di dispositivi 5G. Dopo una prima fase di diffusione dello standard, dedicata alla fascia alta, ora sono arrivati tanti modelli compatibili, anche a basso costo. In questo contesto, le aziende possono concentrarsi come si deve sull'esperienza utente puntando a rendere più solida, un po' sotto tutti gli aspetti, la proposta commerciale. Uno smartphone che incarna questa filosofia è OnePlus Nord CE 5G, venduto a un prezzo di partenza di 329 euro sul portale ufficiale (8/128GB), ma che su Amazon Italia si può già trovare a 299 euro.

La variante che abbiamo messo alla prova nelle ultime settimane, invece, costa 399 euro (12/256GB). Analizziamo il prodotto, cercando di comprendere dove si colloca tra le miriadi di soluzioni disponibili.

Plastica che non sembra plastica

OnePlus ha sempre avuto quel tocco in più a livello di design e infatti anche il Nord CE 5G rappresenta una soluzione elegante. Certo, non si tratta di nulla di rivoluzionario, ma la colorazione Blue Void è sicuramente in grado di far risaltare la backcover. La scocca posteriore infatti, nonostante sia in plastica, risulta rifinita a dovere.

Il produttore ha lavorato molto bene e quasi non si nota il fatto che lo smartphone sia in policarbonato. Inoltre, perlomeno nella variante che abbiamo provato, il colore diventa più scuro ai lati, garantendo un ottimo effetto visivo e mettendo in risalto il retro del dispositivo. Ricordiamo in ogni caso che sono disponibili anche le colorazioni Silver Ray e Charcoal Ink.

In alto a sinistra trova spazio una tripla fotocamera "a semaforo", un po' sporgente, ma nulla di trascendentale. Al suo fianco il flash LED, mentre anteriormente troviamo un pannello con foro per la fotocamera posizionato in alto a sinistra. Per quel che riguarda i metodi di sblocco, ci sono sia il sensore di impronte digitali in-display che il classico riconoscimento facciale. Ormai queste tecnologie hanno raggiunto un certo grado di maturità e difficilmente avrete problemi con la velocità di sblocco.

Sul lato destro dello smartphone fa capolino il pulsante d'accensione, mentre in alto è presente un microfono. Il lato sinistro, invece, ospita i pulsanti per alzare e abbassare il volume e il carrellino per la SIM in configurazione dual nanoSIM. Assente il classico slider per silenziare lo smartphone, ma dopo un po' ci si abitua.

In basso troviamo altoparlante, porta USB Type-C, secondo microfono e jack audio da 3,5 mm per le cuffie. Quest'ultimo farà sicuramente felice una certa tipologia di utenti, ma il vero punto a favore di OnePlus Nord CE 5G è il suo peso piuma, appena 170 grammi. Le dimensioni del modello sono pari a 159,2 x 73,5 x 7,9 mm e conferiscono allo smartphone una maneggevolezza difficile da trovare in molte altre soluzioni: si tratta sicuramente di uno dei maggiori punti di forza del dispositivo.

La dotazione fornita con OnePlus Nord CE 5G comprende un caricabatterie da 30W, un cavo USB Type-C/USB Type-A, una comoda cover trasparente, la spilla per l'estrazione del vano SIM e manualistica varia, fra cui anche un'indicazione relativa ai valori SAR, che sono di 0,99 W/Kg per la testa e 1,28 W/Kg per il corpo. Per il resto, il kit per la stampa comprende anche quattro cover aggiuntive in colorazione Blue, Purple, Creme e Black. Potete trovare ulteriori informazioni in merito a queste ultime sul sito Web ufficiale di OnePlus: in genere il prezzo è fissato a 19,99 euro.

Nessun problema nell'uso di tutti i giorni

Se anche l'occhio vuole la sua parte, nel mondo degli smartphone al centro di tutto c'è l'esperienza utente nel quotidiano e OnePlus Nord CE 5G non delude. Sotto la scocca c'è il processore Qualcomm Snapdragon 750G affiancato, nel nostro modello, da 12GB di RAM LPDDR4X e 256GB di memoria interna UFS 2.1 non espandibile.

Le prestazioni non deludono le aspettative. Si tratta di un ottimo smartphone di fascia media e i dati derivanti dai benchmark questa volta descrivono la situazione meglio di mille parole: 367.232 punti su AnTuTu Benchmark, nonché 637 punti in single-core e 1824 punti in multi-core su GeekBench. Per farla breve, non si tratta del dispositivo più prestante sul mercato ma neanche del fanalino di coda.

Si riescono a effettuare come si deve le classiche operazioni quotidiane mentre abbiamo riscontrato qualche limite nel gaming, come vedremo nel dettaglio più avanti. In ogni caso, a supportare la sua forza bruta c'è una batteria da 4.500 mAh con cui si arriva sempre tranquillamente a sera, ma chi effettua un uso intensivo non raggiungerà la fatidica seconda giornata. Al netto di questo, la ricarica da 30W è rapida e consente di ottenere diverse ore di utilizzo a fronte di pochi minuti di ricarica.

Arrivando al display, troviamo un pannello Fluid AMOLED da 6,43 pollici con risoluzione Full HD+, cioè 2400 x 1080 pixel, foro per la fotocamera e refresh rate fino a 90 Hz. Si tratta di un buon pannello, luminoso e dai colori ben tarati. Non siamo dinanzi al display migliore sul mercato, sia chiaro, ma nella sua fascia si difende in modo ottimo anche nella visione di contenuti multimediali. In questo contesto, non mancano i DRM Widevine L1, che permettono di visualizzare film e serie TV in Full HD su piattaforme come Netflix e Amazon Prime Video.

Presente all'appello la classica funzionalità Always On personalizzabile, ormai arrivata da un po' di tempo sui dispositivi OnePlus. Il comparto audio mono è nella media, sia in termini di volume massimo che di qualità generale. Insomma, il reparto multimediale non è male.

Sul retro dello smartphone capeggia una tripla fotocamera da 64MP con apertura f/1.79 sul sensore principale + 8MP (f/2.25, ultra-wide, 119 gradi) + 2MP (f/2.4, mono). Anteriormente fa invece capolino un sensore per i selfie Sony IMX471 da 16MP con apertura f/2.45. I video si possono registrare fino alla risoluzione 4K/30 fps ma, per una buona stabilizzazione, probabilmente è meglio fermarsi all'opzione di default, ovvero 1080p.

Di giorno le foto escono bene grazie anche all'intelligenza artificiale e nei contesti in cui c'è una buona quantità di luce lo smartphone riesce a offrire scatti che risulteranno gradevoli. Le vere limitazioni del comparto fotografico di un medio gamma come OnePlus Nord CE 5G si notano tuttavia in notturna. Il rumore digitale infatti è marcato e l'apposita modalità "Scena notturna" è in grado di migliorare la situazione, ma non può fare miracoli. Il massimo zoom raggiungibile in digitale è limitato a 10x, ma è meglio fermarsi al 2x, consigliato anche dall'interfaccia per un uso social. Le foto grandangolari invece escono bene.

L'aspetto che convince di meno è probabilmente la fotocamera anteriore, la cui qualità è solamente discreta. Se volete dare un'occhiata agli scatti effettuati dal Nord CE 5G, potete trovare alcune foto non compresse nella nostra cartella Drive dedicata a OnePlus Nord CE 5G.

Non si può dire nulla allo smartphone in termini di connettività: oltre al 5G, non manca il supporto a NFC, Bluetooth 5.1, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac e Dual SIM. Insomma, tutto quello che generalmente viene chiesto da parte degli utenti è presente.

Il software è completo e si gioca tutto sommato bene

Il sistema operativo lo conosciamo bene, è Android 11 con personalizzazione Oxygen OS 11. Al momento in cui scriviamo, le patch di sicurezza sono aggiornate a giugno 2021.

Questa interfaccia offre svariate funzionalità aggiuntive. Il design è gradevole e l'aggiunta dell'Ambient display sempre attivo ha fatto sicuramente piacere a non pochi utenti. La personalizzazione offerta da OnePlus è una delle più fluide sul mercato e anche sul Nord CE 5G non si smentisce, grazie al refresh rate aumentato del display.

Interessante il fatto che l'azienda abbia svelato il tipo di supporto che vuole dare allo smartphone: due major release di Android e tre anni di update di sicurezza. Per il resto, sempre rimanendo in ambito software, non manca l'interessante applicazione "Giochi". Quest'ultima fa da hub ai titoli installati dall'utente e consente anche di ottenere delle statistiche relative al tempo di gioco, al titolo più giocato e all'utilizzo della batteria.

Una volta in-game, invece, è possibile attivare un apposito pannello che consente di effettuare le classiche operazioni, dall'apertura di WhatsApp, Instagram o Telegram in Picture in picture all'attivazione della modalità "Gioco Pro", passando per la registrazione di clip. Quest'ultima cerca di evitare possibili distrazioni all'utente e migliorare l'esperienza gaming in generale.

Per quel che riguarda i test effettuati sul campo, Fortnite gira come si deve con preset Medio a 30 FPS, mentre COD Mobile può essere giocato con dettagli e FPS su Molto Alto (oppure con FPS su Max e dettagli su Alto). ARK: Survival Evolved gira bene invece con preset Alto, anche se in alcuni contesti abbiamo riscontrato qualche calo e dunque per un'esperienza più fluida potrebbe risultare più adeguata l'impostazione dei dettagli su Medio. Vale la pena aprire un'ultima parentesi sulle temperature: in alcuni casi abbiamo raggiunto valori elevati, ma c'è da dire che non si tratta di nulla di trascendentale. Tuttavia, se siete soliti giocare spesso, qualche volta sentirete il calore sulla scocca.

OnePlus Nord CE 5G OnePlus Nord CE 5G è uno smartphone concreto, che non lascia essenzialmente nulla al caso. Si tratta infatti di un dispositivo che, al netto di imperfezioni a livello di foto in notturna, selfie e dell'assenza della memoria espandibile, non ha reali difetti. Il design è elegante, l'utilizzo della plastica quasi non si nota, la maneggevolezza è buona, le prestazioni sono nella media, c'è il jack audio per le cuffie, il display AMOLED da 90 Hz è ottimo, il reparto connettività include anche l'NFC e le fotocamere fanno il loro lavoro. Lo scoglio più grande per questa Core Edition è il prezzo: i 399 euro richiesti per la variante da 12/256GB collocano il dispositivo in una fascia particolarmente competitiva. Al netto di questo, il produttore ha lavorato molto bene e chi punterà su Nord CE 5G non si lamenterà di certo.

8