OnePlus Nord N10 5G Recensione: uno smartphone dal buon prezzo, ma basta?

Nella recensione di OnePlus Nord N10 5G analizziamo uno smartphone dal buon prezzo ma con qualche punto debole di troppo.

recensione OnePlus Nord N10 5G Recensione: uno smartphone dal buon prezzo, ma basta?
Articolo a cura di

OnePlus è un'azienda apprezzata principalmente per la sua capacità di innovare mantenendo un buon rapporto qualità-prezzo. Questo l'abbiamo recentemente trovato nell'originale OnePlus Nord, che abbiamo recensito a fine luglio 2020. A distanza di circa tre mesi, l'azienda cinese ha deciso di lanciare altri modelli di questa serie, tra cui OnePlus Nord N10 5G, che abbiamo messo alla prova nel corso delle ultime settimane.
Il prezzo non è male, dato che il dispositivo viene venduto a 349 euro tramite il sito ufficiale (6/128GB). Tuttavia, già dalle caratteristiche tecniche nutrivamo qualche dubbio in merito allo smartphone. Vediamo se si tratta di un buon prodotto nella recensione di OnePlus Nord N10 5G.

Design e unboxing

Plastica, Midnight Ice, e foro per la fotocamera. Queste sono le caratteristiche che si fanno notare del design di OnePlus Nord N10 5G. Avrete probabilmente già intuito il tono non dei più entusiasti, dato che la scocca posteriore, che trattiene fin troppo le impronte, non fornisce purtroppo una sensazione "premium". La colorazione Midnight Ice risolleva un po' la situazione creando degli ottimi giochi di luce, ma non basta. In alto a sinistra c'è il modulo fotocamere, che dispone di una leggera sporgenza. Al centro c'è un classico sensore d'impronte digitali, che si è sempre rivelato rapido, proprio come il comodo riconoscimento facciale.

Anteriormente fa capolino uno schermo con foro per la fotocamera posizionato in alto a sinistra, che ha dimensioni di un certo calibro e si fa sicuramente notare durante la visione di contenuti multimediali. Certo, qualcuno potrebbe preferire questa soluzione alla dual camera di OnePlus Nord, che occupa ancora più spazio, ma noi non siamo tra questi. A pendere dalla parte del modello N10 5G c'è il jack audio da 3,5 mm presente nella parte inferiore dello smartphone, che fa compagnia a microfono, porta USB Type-C 2.0 e altoparlante.
A destra c'è solamente il pulsante d'accensione, mentre sulla sinistra si trovano bilanciere del volume e carrellino della SIM, che può ospitare contemporaneamente una nanoSIM e una microSD per l'espansione di memoria oppure due nanoSIM.

Le dimensioni del dispositivo sono di 163 x 74,7 x 8,95 mm, mentre il peso arriva a 190 grammi. La maneggevolezza c'è ed è migliore di quella di molti altri smartphone, ma il design di OnePlus Nord N10 5G non convince molto. Delude anche la confezione di vendita, dato che è assente una qualsivoglia cover. Bene invece il caricabatterie da 30W, sempre un piacere da trovare in questa fascia di prezzo. Per il resto, non mancano cavo USB Type-C, spilla per l'estrazione del vano SIM e manualistica varia.

Scheda tecnica di OnePlus Nord N10 5G

OnePlus Nord N10 5G adotta un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 690 5G, che raggiunge una frequenza massima di 2,0 GHz nei due core più prestanti e arriva a 1,7 GHz nei restanti sei core. Il SoC è affiancato da una GPU Adreno 619L, nonché da 6GB di RAM LPDDR4X e 128GB di memoria interna UFS 2.1 (espandibili tramite microSD fino a 512GB). Si tratta di una configurazione da medio gamma 5G, che però non convince del tutto durante la prova quotidiana. L'originale OnePlus Nord dispone di uno Snapdragon 765G, che ha fornito ben altre soddisfazioni durante la nostra prova. Le prestazioni di Nord N10 5G rimangono buone, ma ci saremmo aspettati di più dall'azienda cinese.

OnePlus ha deciso di adottare un pannello IPS LCD da 6,49 pollici con risoluzione Full HD+ (2400 x 1080 pixel), aspect ratio 20:9 e refresh rate di 90 Hz. Lo schermo è tutto sommato un buon IPS LCD, dai colori ben bilanciati fino alla luminosità nella media per la fascia di prezzo. Peccato che non si tratti di un AMOLED. Unita al poco scarto in termini di costo con OnePlus Nord, questa mancanza si fa sentire più che in altri contesti.

Purtroppo mancano i DRM Widevine L1, dato che qui si arriva ai DRM Widevine L3. In termini pratici, questo significa che è possibile prendere visione dei contenuti multimediali di Netflix e Amazon Prime Video solamente in SD. Cadono, insomma, tutte le velleità "cinematografiche" del dispositivo e, per il momento, non ci sono ancora dettagli in merito a un possibile aggiornamento. Un vero peccato, anche perché il comparto audio stereo di Nord N10 5G è in grado di offrire buone soddisfazioni, grazie anche a un buon volume massimo.

Il reparto in cui OnePlus Nord N10 5G assume identità propria è invece quello fotografico. Qui troviamo infatti una quadrupla fotocamera posteriore con sensore principale da 64MP (f/1.79), accompagnato da una lente ultra grandangolare da 8MP con apertura f/2.25 e ampiezza di 119 gradi. I restanti due sensori sono da 2MP, dispongono di apertura f/2.4 e sono rispettivamente una lente macro e una monocromatica. Questi sensori arrivano a registrare video fino a 4K/30 fps, mentre la fotocamera anteriore da 16MP, che ha apertura f/2.05, arriva a 1080p/30 fps. Quest'ultima è la risoluzione che consigliamo di usare se volete mantenere una buona stabilizzazione. Non a caso, è anche quella impostata di default.

Le foto di giorno escono bene, i colori non sono mai troppo vivaci e il contesto viene sempre messo in luce senza esagerare. Di notte la situazione si fa un po' più complessa, ma è normale per uno smartphone di questa fascia di prezzo e non manca l'apposita modalità per cercare di migliorare il risultato finale. Bene le macro, anche se la bassa risoluzione non permette un utilizzo avanzato di questa funzione.

La lente grandangolare fa invece il suo, garantendo tutto sommato dei buoni risultati, mentre il massimo livello di zoom raggiungibile è il 10x. La fotocamera anteriore cattura scatti nella media. Insomma, il comparto fotografico dello smartphone non è male. Se volete approfondire l'argomento in modo diretto, potete farlo dando uno sguardo alle foto non compresse che abbiamo caricato nella cartella Drive di OnePlus Nord N10 5G.

Un aspetto che convincerà chi non ha particolari esigenze è la batteria da 4300 mAh. Non siamo dinanzi allo smartphone che dura di più in assoluto, ma il dispositivo si attesta su buoni livelli e consente di arrivare essenzialmente sempre a fine giornata, in alcuni casi anche con un 30% di carica residua. Considerate che lo smartphone cambia in modo automatico il refresh rate a seconda delle esigenze dell'utente e questo aiuta non poco.
Tutto dipende da come si usa il dispositivo, ma la presenza di una ricarica a 30W consente in ogni caso di caricare completamente lo smartphone in poco più di un'ora. Il 50% si raggiunge in meno di mezz'ora.

Per quel che concerne la connettività, non si può veramente dire nulla a OnePlus Nord N10 5G, dato che è presente essenzialmente tutto ciò che un utente può volere in questa fascia di prezzo. Dal 5G al Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, passando per Bluetooth 5.1 e NFC. OnePlus ha inoltre diffuso i valori SAR del prodotto: 0,82 W/Kg per la testa e 0,97 W/Kg per il corpo.

Software

Se, arrivati fin qui, aspetti positivi e negativi sono tutto sommato "bilanciati", ora è giunta l'ora di trattare il vero punto debole di Nord N10 5G: il software. Mai ci saremmo aspettati di fare questa affermazione con un OnePlus, ma in questo caso l'azienda cinese non ha lavorato bene come al solito.
Il dispositivo arriva con Android 10 e personalizzazione Oxygen OS 10.5.5, che dispone delle patch di ottobre 2020 al momento in cui scriviamo. Le funzionalità software sono sempre quelle, ottime, a cui siamo abituati, ma in generale sembra che lo smartphone non sia ben ottimizzato.

Durante la nostra prova, è successo più volte che Nord N10 5G si bloccasse alla pressione del pulsante per sbloccare lo schermo. Il software sembra continuare a "girare", ma il touch screen non risponde al tocco, proprio come se il dispositivo fosse in uno stato di freeze. Il touch torna a rispondere dopo pochi secondi, ma questo può essere particolarmente fastidioso se avete bisogno di effettuare un'operazione velocemente.
Speravamo che l'aggiornamento arrivato pochi giorni prima della scadenza dell'embargo per la recensione risolvesse il problema, ma in realtà è tornato e anzi si è verificato più frequentemente. Difficile dire quale sia la causa di questo "rallentamento", ma non si tratta di un problema relativo solamente alla nostra unità, dato che anche altre persone lo hanno riscontrato. Per concludere, recentemente è stato annunciato che questo smartphone riceverà solamente un major update. Insomma, siamo ben lontani dal supporto che ci aspettiamo da OnePlus.

Prestazioni, benchmark ed esperienza d'uso durante la recensione

OnePlus Nord N10 5G è uno smartphone che, al netto del problema descritto in precedenza, gira tutto sommato bene nel contesto quotidiano. Tuttavia, le prestazioni sono senza infamia né lode.
Per citarvi dei dati concreti, che riassumono perfettamente la sensazione che abbiamo avuto dispositivo alla mano, OnePlus Nord ha fatto registrare un totale di 280153 punti su AnTuTu Benchmark. Ci sono poi i risultati relativi a GeekBench: 598 punti in single-core e 1858 punti in multi-core.
Per farvi comprendere meglio, l'originale OnePlus Nord ha fatto registrare un punteggio di 330743 punti su AnTuTu Benchmark durante la nostra prova. Insomma, Nord N10 5G è uno smartphone che non punta alla forza bruta. Il display a 90 Hz riesce a dare un po' di fluidità in più, ma in questo caso non fa la differenza, visti i problemi software descritti in precedenza.

Gaming

Per quanto riguarda il mondo dei videogiochi, in genere gli smartphone di OnePlus si difendono molto bene. Tuttavia, Nord N10 5G è, come avrete notato, un dispositivo atipico per l'azienda cinese. Questo si nota anche in campo gaming, dove permangono le classiche modalità, tra cui Game Space e Fnatic, ma si deve scendere a compromessi nei titoli più esosi in termini di risorse.
Call of Duty Mobile gira bene con dettagli e FPS ad "Alto", ma le opzioni "Molto alto" e "Max" non vengono proprio mostrate al giocatore, in quanto il titolo rileva le limitazioni dell'hardware. Impostando il preset "Alto", vengono inoltre bloccate alcune opzioni secondarie, come quella relativa al riflesso sull'acqua.

Passando ad ARK Survival Evolved, il titolo di Studio Wildcard gira discretamente a "Medio", ma per giocare come si deve bisogna scendere a "Basso". Infine, Fortnite viene indicato come non supportato ufficialmente, ma si riesce a giocare bene a "Medio". Insomma, Nord N10 5G non raggiunge le performance gaming di altri dispositivi di questa fascia di prezzo.

OnePlus Nord N10 5G OnePlus Nord N10 5G è uno smartphone che dispone di alcune caratteristiche interessanti spesso assenti su altri dispositivi. Ci riferiamo alla presenza del jack audio per le cuffie, alla possibilità di espandere la memoria, alla ricarica a 30W e al buon comparto audio stereo. A supporto di queste ultime, ci sono inoltre un comparto fotografico che non delude le aspettative, un completo reparto connettività e una buona autonomia. Tuttavia, Nord N10 5G presenta prestazioni deludenti, qualche bug software di troppo, un design che non convince del tutto e un display IPS LCD, che pur restando buono per gli standard di questa tecnologia soffre se messo a confronto con un AMOLED. Mancano inoltre i DRM Widevine L1, quindi i contenuti multimediali di piattaforme come Netflix e Amazon Prime Video si possono vedere solamente in SD. Aggiungete il fatto che è già stato annunciato che lo smartphone riceverà un singolo major update di Android e capite bene che risulta particolarmente difficile consigliare questo dispositivo al posto di un OnePlus Nord, che costa solo 50 euro in più.

7