OPPO Find X3 Neo Recensione: può essere il giusto compromesso

OPPO Find X3 Neo è uno smartphone che si piazza "nel mezzo", rappresentando una buona soluzione per un certo tipo di utente.

OPPO Find X3 Neo Recensione: può essere il giusto compromesso
Articolo a cura di

Il mondo degli smartphone è particolarmente variegato al giorno d'oggi, tanto che ormai, anche in quella che può essere considerata la fascia alta del mercato, esistono varie "sfumature". Prendendo in esame OPPO Find X3 Neo, dispositivo venduto a 799,99 euro che abbiamo avuto modo di mettere alla prova nell'ultimo periodo, siamo dinanzi a uno smartphone che non si configura esattamente al top, dato che per quello c'è OPPO Find X3 Pro, proposto a 1149,99 euro, ma che cerca di mantenersi su performance generali di elevata caratura, riprendendo, a livello prestazionale, i top di gamma del 2020 (Snapdragon 865).
Vista anche la situazione attuale in ambito di CPU, capite bene che in questo periodo una soluzione del genere potrebbe rivelarsi particolarmente interessante. Andiamo, dunque, ad analizzare nel dettaglio la proposta di OPPO. Prima di partire, vi consigliamo di dare un'occhiata al sito Web ufficiale del brand, in quanto fino al 30 aprile 2021 sarà attiva una promozione che consente di portarsi a casa, mediante l'acquisto dello smartphone, lo smartwatch OPPO Watch (41mm) e gli auricolari OPPO Enco W51, dal valore commerciale di 349 euro, in omaggio. Rimandiamo all'apposito portale per tutti i dettagli.

Come si presenta e cosa c'è in confezione

OPPO Find X3 Neo si presenta sin da subito come uno smartphone elegante, soprattutto per via della presenza di uno schermo con foro per la fotocamera di dimensioni contenute e bordi leggermente curvi, nonché per una backcover in vetro particolarmente satinata. Quest'ultima garantisce una sensazione al tatto molto diversa dal solito: può piacere o non piacere, ma sicuramente distingue il dispositivo dagli altri presenti sul mercato. Il frame è in alluminio, quindi la solidità costruttiva non manca. Fa un po' storcere il naso, invece, la sporgenza delle fotocamere, che fa un po' "ballare" lo smartphone.

A tal proposito, in confezione per fortuna non manca una comoda cover trasparente, che risolve di fatto il "problema". Quest'ultima è accompagnata da un cavo USB Type-C/USB Type-A, manualistica varia, spilla per l'estrazione del vano SIM, un rapido caricabatterie da 65W e auricolari di discreta qualità.

Le dimensioni dello smartphone sono pari a 159,9 x 72,5 x 7,99 mm, per un peso di 184 grammi. La maneggevolezza offerta è buona, così come la sua dotazione non manca praticamente di nulla. Sulla destra troviamo il pulsante d'accensione, mentre a sinistra fa capolino il bilanciere del volume. Un primo microfono si trova in alto e il secondo, posto in basso, è affiancato da vano SIM, porta USB Type-C 2.0 e altoparlante.

Per quel che riguarda le possibilità in termini di sblocco, troviamo sia il sensore di impronte digitali, che si trova sotto al display, che il classico riconoscimento facciale. Entrambi si sono sempre rivelati rapidi durante la nostra prova.
Se dovessimo riassumere quanto offerto, ci troviamo dinanzi a uno smartphone riconoscibile (retro satinato), leggero e che manca solamente di un jack audio per le cuffie e dell'impermeabilità. La colorazione che abbiamo provato è la Starlight Black, ma sul mercato c'è anche la Galactic Silver.

OPPO Find X3 Neo durante l'uso quotidiano

Le specifiche tecniche del dispositivo si avvicinano a quelle di un top di gamma dello scorso anno. Sotto la scocca troviamo infatti un processore Qualcomm Snapdragon 865, che trova dei "fidi compagni" nella GPU Adreno 650, nei 12GB di RAM LPDDR4X e nei 256GB di memoria interna UFS 3.1 (non espandibile). A supportare tale "forza bruta" c'è una batteria da 4500 mAh, che riesce quasi sempre a portare a sera anche con frequenza di aggiornamento del display pari a 90 Hz. Non siamo tuttavia dinanzi a un battery phone, quindi non raggiungerete probabilmente la seconda giornata, a meno che non decidiate di scendere a compromessi. Ottima la ricarica cablata a 65W, ma manca quella wireless.

A proposito dello schermo, il pannello AMOLED di OPPO Find X3 Neo ha diagonale di 6,55 pollici e risoluzione Full HD+ (2400 x 1080 pixel). Il refresh rate arriva fino a 90 Hz e il touch sampling rate raggiunge i 180 Hz. Si tratta di un pannello particolarmente luminoso e ben tarato, che rappresenta sicuramente uno dei maggiori punti di forza del prodotto. In termini pratici, si strizza l'occhio a coloro che sono soliti guardare molti film e serie TV, o magari giocare spesso.
Immancabili dunque i DRM Widevine L1: la visione di Netflix in Full HD è garantita. Per il resto, è presenta anche una funzionalità Always On, che dispone di vari modelli personalizzabili. Concludendo l'analisi del reparto multimediale, il comparto audio stereo non delude: buona qualità generale e convincente volume massimo.

Spostandoci sul retro del dispositivo, il modulo fotocamere presenta quattro sensori: uno principale da 50MP (f/1.8), una lente grandangolare da 16MP (f/2.2, 123 gradi), un teleobiettivo da 13MP (f/2.4) e un sensore macro da 2MP (f/2.4). Al netto della solita poca utilità di quest'ultimo sensore, il comparto fotografico di Find X3 Neo non delude, grazie anche all'ottimo utilizzo dell'intelligenza artificiale. Di giorno le foto escono bene, mentre di notte il dispositivo fatica in alcuni contesti non esattamente semplici. Il massimo zoom in digitale è 20x, ma meglio fermarsi a 2x per non perdere troppa qualità.

Nella media le grandangolari, che a volte presentano qualche imperfezione ai lati. Anteriormente c'è invece una fotocamera da 32MP (f/2.0), che restituisce scatti discreti ma fatica un po' in contesti con molta luce. Certo, non siamo dinanzi a un cameraphone e l'IA a volte rende "innaturale" il risultato finale, ma il dispositivo non deluderà molti utenti, grazie ai suoi ottimi scatti in molte situazioni. Se volete approfondire la questione, trovate alcune foto non compresse nella cartella Drive relativa a Find X3 Neo.
Per il resto, i video arrivano al 4K/60 fps posteriormente e al 1080p/30 fps anteriormente. Registrando con le impostazioni di default, che fanno riferimento al 1080p, si ottiene una buona stabilizzazione, ma la qualità in questo campo non raggiunge le vette di altri dispositivi. Non delude il reparto connettività, completo di 5G, Dual SIM, Wi-Fi 6, NFC e Bluetooth 5.2.

Software, prestazioni e gaming

Il sistema operativo è Android 11, personalizzato mediante la ColorOS 11.1. La proposta software di OPPO la conosciamo bene, tanto che ha poco senso ribadire in questa sede quanto offre. Se volete approfondire la questione, potete farlo mediante il nostro approfondimento dedicato. Vi basti sapere che si tratta di un software personalizzabile e fluido, tra i migliori oggi disponibili. Il merito dell'ottima esperienza d'uso è anche delle prestazioni di elevata caratura, garantite da un comparto hardware supportato dal SoC Snapdragon 865.
I benchmark non mentono: 922 punti su in single-core e 3177 punti in multi-core su GeekBench, nonché 638791 punti su AnTuTu Benchmark. Smartphone alla mano, la sensazione è quella di utilizzare un flagship dello scorso anno e la presenza di uno schermo con refresh rate di 90 Hz fa sicuramente il suo.

Per quel che concerne il gaming, tutto funziona come pensate. COD Mobile si lascia giocare come si deve con dettagli su "Molto Alto" e FPS su "Max", mentre ARK: Survival Evolved risulta giocabile anche ad "Alto", anche se è meglio scendere un po' con i dettagli per una maggiore fluidità. Nessun problema ovviamente per Crash On The Run, così come Fortnite gira anche con preset "Epico" a 30 fps, anche se qualche rallentamento si nota nelle fasi più concitate.
Presente la modalità Assistente giochi, che durante il gaming permette di impostare diversi parametri e di utilizzare le classiche funzionalità, dall'apertura in Picture in picture di WhatsApp al blocco delle chiamate. Non mancano anche delle statistiche relative a CPU, GPU e FPS. Si può inoltre regolare la sensibilità dello schermo a seconda dei vari giochi. Insomma, Find X3 Neo non delude da questo punto di vista.

Oppo Find X3 Series OPPO Find X3 Neo è uno smartphone che non raggiunge le vette di OPPO Find X3 Pro, ma che si colloca in una fascia di prezzo interessante, visto il suo costo pari a 799,99 euro. Le prestazioni sono quelle di un top di gamma 2020, il software è completo, il comparto connettività non delude, il display è ottimo e le fotocamere convinceranno molti. A questo si aggiunge un design che si fa sicuramente notare per la backcover satinata, che può però piacere o non piacere. L'autonomia è nella media, ma la classica giornata lavorativa in genere si porta a casa. Peccato per l'assenza del jack audio per le cuffie, dell'impermeabilità e della ricarica wireless. Inoltre, la memoria non è espandibile e c'è qualche sbavatura in termini di registrazione video. In ogni caso, considerando anche l'offerta di lancio che include nel prezzo OPPO Watch e OPPO Enco W51, sicuramente si tratta di un prodotto che trova la sua collocazione sul mercato.

8.5