Pamu Scroll Recensione: auricolari wireless di qualità al giusto prezzo

Le Pamu Scroll sono degli auricolari simil AirPods dalle indubbie qualità, proposte, per ora, a un prezzo allettante.

recensione Pamu Scroll Recensione: auricolari wireless di qualità al giusto prezzo
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

La AirPods di Apple hanno avuto un ottimo successo di pubblico. A prescindere dai dati basta guardarsi intorno per capire che il loro stile, e le loro funzionalità, vanno incontro alle esigenze di una vasta categoria di utenti, che le indossano quotidianamente anche in Italia. Questo ha portato all'arrivo sul mercato di molti modelli concorrenti, alcuni proposti a prezzi simili o superiori a quelli di Apple, altri invece di molto inferiori, che presentano però diversi compromessi in termini di qualità, sia costruttiva che di ascolto. Compromessi che le Pamu Scroll non hanno mostrato durante la prova, per un prodotto nato su Indiegogo e che ha riscosso già un grande successo, raccogliendo oltre 3 milioni di dollari di finanziamenti.

Prezzo, design e qualità costruttiva

All'inizio della campagna su Indiegogo, le Pamu Scroll erano vendute a 49$, un prezzo davvero molto allettante vista la qualità di questi auricolari. Ora il costo è ora salito a 79$, cifra comunque commisurata a quanto offerto, mentre il prezzo finale sarà di 149$. Se intendete prenderne un paio quindi, meglio non aspettare troppo, anche perché il lavoro svolto da Pamu è eccellente, fin dal design, unico nel suo genere.
L'astuccio che contiene gli auricolari e li ricarica ha infatti una particolare forma cilindrica ed è realizzato in pelle di buona qualità, morbida al tatto, disponibile con diverse texture e colori. Nella parte bassa della custodia è installata una porta Micro USB, utilizzata per ricaricare le cuffie e la batteria integrata all'interno della custodia stessa, da 500 mAh. Dei piccoli Led collocati dalla parte opposta rispetto alla Micro USB segnalano anche il livello di carica dell'astuccio. Attraverso un accessorio opzionale, che si aggancia alla porta Micro USB, le Pamu Scroll possono essere ricaricate anche senza fili.
L'apertura dell'astuccio è contraddistinta da un inserto in plastica dalla trama poligonale, dotato di magnete, che mantiene chiusa la custodia. Una volta aperta, questa si srotola rivelando gli auricolari, saldi nella loro sede grazie a un sistema di aggancio magnetico. Questo è utile non solo per tenerle ferme, ma anche per riporle nel modo corretto una volta usate, visto che il magnete guida gli auricolari verso i connettori per la ricarica, riducendo così il rischio di un'errata collocazione.

Presi in mano, la prima cosa che colpisce positivamente è il peso, solo 5 g l'uno, e le dimensioni, davvero contenute per delle cuffie wireless. La qualità costruttiva è buona, sono realizzati in plastica dura che trasmette una buona sensazione di resistenza, lontana anni luce dai prodotti low cost sul mercato. Ogni auricolare presenta un microfono per le chiamate e un led di stato, inoltre la superficie nera laterale è utilizzata per i comandi touch. Sulla destra i comandi permettono di gestire la riproduzione musicale e la risposta alle chiamate, sulla sinistra invece la pressione attiva l'assistente vocale, funziona sia con Siri che con Google Assistant.
Piccolo appunto va fatto al pack di vendita, che non rispecchia per niente la qualità del prodotto. Le Pamu Scroll vengono spedite all'interno di una confezione bianca anonima, che contiene il manuale di istruzioni, anche in inglese, il cavo di ricarica e tre gommini da applicare agli auricolari. Questi sono tutti di dimensioni molto generose, per l'utilizzo abbiamo dovuto optare per dei supporti di un altro paio di cuffie, che hanno risolto rapidamente il problema.

Un ottimo prodotto

Abbiamo utilizzato le Pamu Scroll nei contesti più disparati, in viaggio come durante lo sport, e siamo rimasti stupiti dalla qualità di questi auricolari. Il pairing con iPhone è molto semplice, di fatto non c'è un pulsante per accenderli o spegnerli: una volta rimossi dalla custodia si accendono da soli, e si spengono quando rimessi nella loro sede. Fatto questo la prima volta, basta estrarli per dalla confezione per vedere il pairing automatico partire all'istante, collegandoli immediatamente.
Per descrivere l'esperienza d'uso partiamo dalle chiamate, che possono essere gestite anche da un solo auricolare, quello destro. Pur essendoci questa possibilità, consigliamo di utilizzarli entrambi, in questo modo si può sfruttare la funzione Binaural Audio, che sfrutta due microfoni per una migliore ricezione della voce. La qualità durante le chiamate è molto buona con i due auricolari, un po' meno con uno solo, ma è normale visto che non si può usufruire dell'ottimo isolamento acustico offerto. A differenza delle Apple AirPods, queste Pamu sono in-ear e pur non avendo alcuna cancellazione attiva del rumore, una volta indossate è molto difficile sentire suoni provenienti dall'ambiente circostante. Molto stabile la connessione al telefono, merito anche dell'utilizzo del Bluetooth 5.0, una gradita aggiunta che denota l'attenzione nella realizzazione del prodotto.
Altro elemento che ci lascia stupiti, in questa fascia di prezzo, è la certificazione IPx6, che permette l'utilizzo anche durante l'attività sportiva. Il sudore non intacca queste Pamu Scroll, attenzione però perché non sono presenti supporti particolari che mantengono gli auricolari saldi nell'orecchio. L'ergonomia è molto buona e se vengono posizionati al meglio è difficile farli cadere. Durante una decina di allenamenti, tra corsa e palestra, è capitato una sola volta di far cadere una delle due cuffie. Per l'attività sportiva vanno quindi bene ma bisogna prestare attenzione al posizionamento.

Ottimo design, attenzione al prodotto e feature interessanti, ma come si comportano le Scroll nella riproduzione musicale? Ci aspettavamo uno spettro sonoro tarato sui bassi, ma siamo rimasti sorpresi nel sentire una resa più equilibrata del solito, dagli alti passando per i medi e i bassi. Questi ultimi sono presenti ma non troppo invasivi, lasciando campo libero a un ascolto più equilibrato e adatto anche a differenti generi musicali. Le batterie da 55 mAh installate negli auricolari permettono di utilizzarli per circa tre ore prima della ricarica, che richiede invece circa due ore. Non si tratta di numeri incredibili, ma le dimensioni ridotte di queste cuffie non hanno permesso di fare meglio purtroppo.

Pamu Scroll Le Pamu Scroll sono state una piccola e gradita sorpresa. Le caratteristiche che le contraddistinguono sono interessanti e vanno incontro alle esigenze di una larga fetta di utenti, dal bluetooth 5.0 all’astuccio di ricarica, passando per la certificazione IPx6 fino alla compatibilità con gli assistenti vocali degli smartphone. Al prezzo attuale sono assolutamente consigliate se state cercando degli auricolari wireless di buona qualità e dal costo ridotto, quando il costo salirà a 149$ sarà invece più difficile vederle spiccare dalla massa, visto che si entra in una fascia di prezzo in cui si possono trovare prodotti di marchi più blasonati, come Sony o Apple. Per adesso tuttavia, le Pamu Scroll sono promosse a pieni voti.

8.7