Panasonic FX740 Recensione: 55” 4K con HDR+ e un design che colpisce

Panasonic FX740 è un televisore di fascia media che presenta un design convincente e prestazioni in linea con il prezzo in cui è collocato.

recensione Panasonic FX740 Recensione: 55” 4K con HDR+ e un design che colpisce
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Negli ultimi due anni, Panasonic ha cambiato rotta nella scelta delle priorità per la sua gamma TV. Da un lato ha lasciato sempre più spazio ai modelli OLED nella fascia alta, dall'altro ha cercato di puntare maggiormente sul rapporto qualità-prezzo nella gamma LCD, come confermato dall'abbandono della retroilluminazione Full LED già a partire dalla gamma 2017.
Anche quest'anno la strada è tracciata: nella fascia alta la fanno da padroni gli OLED EZ1000, FZ950 ed FZ800, mentre in quella media e bassa è l'LCD a dettare legge. In questo contesto, un TV come l'FX740 potrebbe fare molto bene a livello di vendite, grazie a un design che cattura lo sguardo, unito a caratteristiche tecniche discrete e in linea con il prezzo a cui è proposto.

Un design premium

Panasonic FX740 è venduto nei negozi a un prezzo di circa 1059€ per la variante da 55", ma sono disponibili anche i tagli da 49 e 65 pollici. Rispetto allo scorso anno, sul fronte design la casa giapponese ha fatto un netto passo avanti, inserendo il pannello all'interno di un frame in vetro che sembra quasi farlo fluttuare in aria. Il colpo d'occhio è ottimo, con le cornici superiore e laterali molto ridotte, mentre in basso è piazzata una piccola barra in plastica che contiene al suo interno un LED per segnalare l'accensione-spegnimento del TV. Abbiamo utilizzato il televisore con il suo stand, e già in questa configurazione l'aspetto generale appare molto curato, ma è una volta appeso che questo FX740 rende al meglio, almeno a livello estetico, grazie a un look che sembra arrivare direttamente da una fascia di prezzo superiore.
Tutto perfetto quindi? Quasi, perché qualche compromesso è stato fatto, a partire dal design della base d'appoggio, piuttosto classico, e per le plastiche utilizzate, belle a vedersi ma piuttosto economiche.
Fortunatamente la plastica è stata impiegata solo nella parte posteriore, che include anche un pannello removibile a copertura delle connessioni. Piccolo appunto riguarda invece il cavo di alimentazione, piuttosto corto, che non permette molto spazio di manovra e rende difficile l'utilizzo del cavo incluso nella confezione. Ad ogni modo, il lavoro svolto sulle cornici ha permesso di ridurre al minimo l'ingombro, con dimensioni di 1.234 x 717 x 55 mm. Da notare come lo spessore sia molto basso per buona parte della scocca posteriore, solo 7 mm, per poi allargarsi in presenza dell'elettronica del TV.
A livello di connettività non manca nulla, del resto i TV in questa fascia di prezzo godono oggi di tutte le connessioni del caso. Una volta rimosse le due coperture nella parte posteriore troviamo connessioni dedicate al digitale terrestre e al satellite, 5 HDMI capaci di veicolare segnali fino al 4K a 60 Hz con HDCP 2.2, 3 USB (di cui una 3.0), ingresso component, uscita ottica, uscita analogica per le cuffie e slot Common Interface, oltre alla porta di rete.


Per quanto riguarda il telecomando, è cambiato poco rispetto ai modelli degli scorsi anni. Il layout è simile, così come il design. Il controller è realizzato interamente in plastica, mentre i tasti in gomma offrono un buon feedback. A differenza di altre marche, che propongono anche un tasto per Google Play Video, qui troviamo una sola scorciatoia per l'accesso ai servizi di streaming, dedicata a Netflix. Poco male comunque, visto che si tratta del servizio di questo tipo più utilizzato in Italia.

Caratteristiche tecniche

Un TV 4K con HDR, proposto a un prezzo di circa 1000€, deve per forza di cose andare incontro a compromessi dal punto di vista qualitativo. In questo caso, Panasonic ha deciso di puntare su un pannello IPS con retroilluminazione Edge Led. A livello di luminosità di picco, l'FX740 arriva a circa 450/500 nit, un valore discreto ma lontano dai 1000 nit necessari per una visione ottimale dei contenuti HDR. Come vedremo, la scelta di non puntare a una luminosità più alta ben si adatta alle tecnologie utilizzate dal TV, rappresentando un giusto compromesso per fornire comunque un HDR brillante senza penalizzare ulteriormente il livello del nero. Meno comprensibile invece l'utilizzo di un pannello capace di fornire solo 50 Hz nativi.
Nella visione dei contenuti video non ci sono problemi, ma se pensate di sfruttare questo TV in ambito gaming e con console come PS4 Pro o Xbox One X, purtroppo non sarà possibile raggiungere i 60 fps a schermo, un limite da tenere in conto in fase di acquisto del TV.
Buona notizia arriva invece dalla profondità di colore raggiungibile dal pannello a 10 bit, che riesce quindi a riprodurre tutte le gradazioni richieste dallo standard HDR (90% DCI). A tal proposito, il TV è compatibile con gli standard HDR10, HDR+ ed HLG. Praticamente tutti se si esclude il Dolby Vision, che viene però di solito implementato solo su modelli di fascia superiore. Da segnalare infine l'assenza del processore di immagine HCX, presente invece nel top di gamma LCD FX780.

Software ed esperienza d'uso

Il software installato sul TV di Panasonic è il My Home Screen 3.0, derivato dall'ormai defunto Firefox OS. Si tratta di un sistema operativo che fa della semplicità dell'interfaccia e della reattività della stessa i suoi punti forti. Una volta premuto il tasto Home del telecomando si ha accesso a un menù con tre macro aree, una dedicata ai canali del digitale terrestre, una per accedere alle app utilizzabili e una per cambiare sorgente video-audio. Entrando nel menù dedicato alle applicazioni, si possono scorrere tutte quelle compatibili, ed eventualmente collegarle direttamente alla schermata Home. Le possibilità offerte sono poche, ma crediamo che in campo TV la semplicità sia una virtù più che un problema, e di certo sia preferibile a un'interfaccia più ricca, come ad esempio quella offerta da Android TV, ma anche più problematica da gestire a livello di prestazioni.
Le app di streaming sono diverse ma non coprono l'intero panorama italiano: troviamo infatti Netflix, Amazon Video, Infinity, Chili, Premium Online, Premium Play e Rakuten TV, oltre a Plex, per gestire lo streaming di contenuti locali.
Assenti invece realtà nostrane come TIMVISION, mentre sono disponibili diverse app dedicate allo streaming musicale, come Deezer e TuneIn. Da rivedere e ottimizzare l'app di Netflix, che ogni tanto ha presentato qualche crash e che, in alcuni contenuti, ha mostrato una sincronizzazione non perfetta dell'audio. Un riavvio dell'app risolve il problema, ma speriamo che i futuri aggiornamenti vadano a ritoccare la stabilità di questo importante software.
Dal punto di vista della qualità di immagine, questo Panasonic FX740 si è comportato esattamente come ci aspettavamo. La combinazione tra pannello IPS a 10 bit, insieme alla retroilluminazione Edge Led e alla luminosità di picco di circa 500 nit, non elevatissima ma nemmeno bassa, restituisce immagini molto pulite in modalità 4K con HDR attivo. I colori sono accesi e si riescono ad apprezzare le sfumature morbide concesse dal pannello a 10 bit. Interessante la funzione che permette la regolazione fine della luminosità nei contenuti HDR: questa consente di adattare meglio i picchi luminosi a diversi ambienti di visione. Un'accortezza utile, visto che i neri non sono il pezzo forte di questo TV.

Pannello IPS e retroilluminazione Edge Led non riescono infatti a creare dei neri incisivi, con un effetto backlight bleeding visibile nella zona bassa del pannello, soprattutto se si utilizza il TV in un ambiente buio e con HDR attivo. Agendo sulla luminosità del pannello è possibile alleviare in parte i fenomeni descritti sopra, che ricordiamo sono tipici di TV dotati di queste caratteristiche, ma non eliminarli del tutto. Buone le prestazioni dello scaler, che riesce a rendere bene sul pannello in 4K i contenuti Full HD, ma anche quelli in SD.
Nella media invece l'audio, tarato più sulle frequenze alte, del resto lo spessore ridotto di questo modello non consente l'utilizzo di speaker di dimensioni maggiori.
Nessun problema in ambito gaming, grazie alla reattività del pannello, in ogni condizione di utilizzo, compreso in 4K con HDR attivo. Peccato solo per il refresh rate a 50 Hz, che limita il frame rate impedendo di raggiungere i 60 fps nei titoli che lo prevedono.

Panasonic FX740 Il Panasonic FX740 è un discreto TV di fascia media, che offre una buona qualità di immagine per il prezzo a cui è proposto ma che paga dazio sulla profondità dei neri. La combinazione tra il pannello IPS e la retroilluminazione Edge Led, tipica di questo segmento di mercato, non permette di avere prestazioni migliori in questo campo purtroppo. Se si esclude il livello del nero, la resa è buona con tutti i tipi di contenuti, riuscendo bene ad andare incontro alle esigenze di un pubblico che non pretende il meglio, ma desidera invece un prodotto dotato di un buon rapporto qualità-prezzo, che spicca anche per un design molto curato e di sicuro impatto.

7.5