Recensione Panasonic TX-55CR730E: Smart TV 4K con display curvo

Panasonic propone un TV da 55" con design curvo e pannello 4K, con una spiccata predilezione per lo streaming, grazie alla velocità del suo sistema operativo, Firefox OS, in grado di avviare Netflix in meno di due secondi.

recensione Panasonic TX-55CR730E: Smart TV 4K con display curvo
Articolo a cura di

Il design curvo è stato ampiamente pubblicizzato dai produttori di TV, e anche di smartphone. Se nel secondo caso il cambiamento è più importante per quanto riguarda l'esperienza d'uso, parlando di TV il discorso cambia radicalmente. I display curvi sono spesso considerati come un'alternativa ai pannelli piatti, non come un'evoluzione, una posizione condivisibile, anche dopo la nostra esperienza con il TV Panasonic TX-55CR730E, che è comunque riuscito a fare un'ottima impressione. Le specifiche sono di tutto rispetto, come anche la dimensione, di 55", una misura destinata a diffondersi maggiormente con il propagarsi della risoluzione 4K. Vista la definizione con i contenuti nativi sarebbe un vero peccato prendere una dimensione inferiore, e già con Netflix si vedono i primi frutti dell'avvento dell'Ultra HD, anche se solo i supporti ottici garantiranno la massima qualità. Il risultato è comunque davvero apprezzabile, soprattutto in Italia, visto che non ci sono alternative che possono garantire la stessa risoluzione. Tornando al TV Panasonic, l'esperienza d'uso è stata positiva anche con altre piattaforme, da Sky a YouTube, grazie anche alla velocità di Firefox OS, che è migliorato molto negli ultimi aggiornamenti.

Design e connessioni

Prima di descrivere le caratteristiche del TV Panasonic TX-55CR730E, è bene specificare il prezzo di vendita, di circa 1900 Euro al momento in cui scriviamo questo articolo, una fascia di prezzo che lo pone in un segmento superiore alla media. Il design prevede tutti i dettami stilistici visti nella serie 2015 dei TV Panasonic, che abbiamo riscontrato anche nel modello inferiore TX-40CX700E 4K, recensito un paio di mesi fa. In questo caso però, tutta la scocca è realizzata in metallo, con la parte frontale caratterizzata da bordi in alluminio satinato e quella posteriore ricoperta da un pannello di colore scuro, anche questo metallico ma molto meno rifinito. Poco male, perché nel complesso si notano materiali di pregevole fattura. Il supporto da tavolo rimane quello visto nel modello da 40", con due "pattini" che si innestano all'interno della parte posteriore della scocca, mantenendo il TV stabile ma non agevolando gli spostamenti, visto che l'acciaio lucido di cui sono composti non ha protezioni nella parte inferiore, rischiando così di rigare il mobile su cui è poggiato. Le cornici del display sono sottili, ma abbiamo visto di meglio, anche se nell'insieme il risultato è davvero gradevole, sobrio ed elegante. In particolare, la curvatura da un qualcosa in più dal punto di vista prettamente visivo, con un tocco di esclusività che ben si sposa con un arredamento moderno. Non va dimenticato che le TV non devono solo essere performanti dal punto vista tecnico ma devono anche fare arredamento. In questo senso, la curvatura funziona bene, e non si può non rimanere colpiti osservando questa Panasonic TX-55CR730E. Unica pecca, ma riguarda tutte le TV curve, è il maggior ingombro in profondità.
Ma veniamo alle connessioni, che comprendono 3 HDMI (4K 60/50p con HDCP2.2), 3 USB, di cui una 3.0, una porta Common Interface, uno slot per SD card, un ingresso SCART e uno Component, senza dimenticare l'ingresso per le cuffie e l'uscita ottica. Quelle di rete comprendono una porta LAN e il Wi-Fi, con cui sfruttare i numerosi servizi di rete integrati. Segnaliamo anche che il tuner digitale terrestre è compatibile con gli standard DVB-T/T2/DVB-C.

Caratteristiche tecniche

A differenza del modello provato poco tempo fa (CX700E), dotato di un più modesto Super Bright Panel, questa versione (CX730E) ne integra uno Bright Panel Plus (1000 Hz BMR), superiore a quello della serie CX700E ma castrato di alcune caratteristiche rispetto a quella appena superiore, la CX750, che adotta un pannello IPS Super Bright.
Non sempre è facile destreggiarsi tra le specifiche di un TV, le mancanze tuttavia riguardano l'assenza del processore d'immagine Studio Master 4K e del doppio tuner digitale, mentre HDR e copertura del colore DCI al 98% riguardano solo i top di gamma della serie CX800. Fatta questa breve premessa, anche per capire in che modo Panasonic segmenta le proprie TV in base alle caratteristiche, vediamo cosa offre questa CX730E.
Chiaramente, l'illuminazione Full LED non è presente, in favore del local dimming, una soluzione più avanzata di quella presente nelle TV a basso costo. Qui i LED sono suddivisi in aree, che riescono meglio a gestire i cambi di illuminazione e di conseguenza il contrasto; nella pratica, il TV riesce regolare l'illuminazione della scena in modo più preciso, rispetto ai modelli in cui i LED sono collocati solo su un lato.
La tecnologia Wide Colour Phosphor invece permette di ottenere una resa del colore migliore fin dal primo avvio, grazie alla copertura del 90% dello spazio di colore DCI. Come anticipato, il processore video non è lo stesso presente nelle soluzioni top di gamma della serie CX800 ma si tratta di un modello Studio Master Drive, deputato alla gestione delle immagini e delle tecnologie presenti nel TV. Il 3D è attivo, e nella confezione non sono presenti occhiali, per cui vanno acquistati a parte, mentre lo standard HEVC è pienamente supportato, particolare molto utile per vedere Netflix in 4K, ma anche i servizi video di Amazon, dove sono disponibili.
Firefox OS viene invece gestito da un processore quad core non meglio specificato mentre l'audio è affidato a due altoparlante da 10 W l'uno, compatibili con lo standard Dolby Digital Plus. Le dimensioni, comprese della base, sono di 1.236 mm di larghezza per 772 di altezza, con uno spessore di 248 mm, per un peso totale di 23,5 Kg.

Software

Stiamo davvero incominciando ad apprezzare Firefox OS. Il nostro primo contato non ci aveva lasciati particolarmente colpiti, ma ora la situazione è migliorata, merito degli aggiornamenti fatti all'intera piattaforma software. Rispetto ad Android TV mancano tante app, ma la velocità di esecuzione di quelle presenti è molto elevata, ma di questo ne parleremo nel capitolo successivo. Tornando a Firefox OS, questo è caratterizzato da colori pastello e da uno stile piuttosto semplice, con delle icone circolari che non lasciano il segno ma non sfigurano nemmeno. Per navigare tra le applicazioni basta premere il tasto "App" sul telecomando, che rimanda al menu dove sono installati tutti i software disponibili di default o scaricati successivamente. Questi comprendono piattaforme video molto popolari come YouTube e Netflix, ma anche Infinity, Chili Cinema, Vimeo e TuneIn. Manca del tutto Sky, ma l'operatore satellitare è famoso per limitare la sua presenza solo su dispositivi selezionati. Lo store, a distanza di un paio di mesi dall'ultima prova, è rimasto pressoché immutato, ma alla fine ciò che serve su un TV sono solo una manciata di app, almeno per la maggior parte degli utenti. Permane il problema della differenza numerica con il principale competitor, Android TV, ma forse è meglio attendere ancora qualche mese prima di trarre una conclusione in merito, vista la scarsa diffusione degli OS TV.

Esperienza d'uso

Prima di parlare della qualità d'immagine, vogliamo spendere qualche parola per descrivere uno dei più grandi vantaggi dei TV più moderni, e quindi anche di questo Panasonic TX-55CR730E, rispetto a modelli di un paio di anni fa. La tecnologia ha fatto passi da gigante, soprattutto per quanto riguarda l'ottimizzazione software. Esempio perfetto per descrivere questo vantaggio prestazionale e certamente Netflix, che su Smart TV come questa riesce a rendere al meglio, almeno in termini di velocità d'uso. Da una qualsiasi schermata del TV, premendo il tasto dedicato all'avvio di Netflix, abbiamo cronometrato in meno di due secondi il tempo necessario per arrivare al menu di selezione del profilo. L'avvio di un contenuto il 4K ha richiesto poco meno di 5 secondi, anche se questo valore è fortemente influenzato dalla linea internet. Ecco perché nella nostra recensione del servizio abbiamo detto che su Smart TV l'esperienza è migliore, perché con un unico dispositivo si ha accesso a Netflix con una velocità superiore e per di più con la possibilità di vedere i contenuti in 4K, una vera novità per l'Italia. Il salto qualitativo è evidente, non rivoluzionario ma evidente, e lo si nota soprattutto nei dettagli, ecco perché è meglio non scendere sotto una certa dimensione se si pensa di sfruttare, anche in futuro, questo formato.
Certo il merito va anche al TV, che con il preset True Cinema e qualche aggiustatina alle impostazioni regala un'ottima resa, anche se i neri sembrano leggermente meno profondi rispetto al modello provato precedentemente, probabilmente a causa del local dimming, meglio ottimizzato sul pannello da 40" del modello CX700E. La resa rimane comunque gradevole anche con i contenuti in Full HD, sia riprodotti da fonti più accurate, come i Blu-Ray, sia da quelle che scendono a patti con la qualità, come Sky e i suoi 1080i delle trasmissioni satellitari. Meno bene invece i contenuti in SD, che spalmati sull'ampia diagonale del pannello perdono troppo in qualità.

Ma parliamo anche della curvatura dello schermo, un fattore da considerare nella fase di acquisto. I produttori affermano che la curva dona all'immagin3 una maggiore tridimensionalità, occupando meglio il campo visivo dello spettatore. A nostro avviso, la curvatura riesce nel suo intento di concentrare l'attenzione dell'occhio più sul video, ma allo stesso tempo pone qualche limite negli angoli di visuale. Se l'osservatore è posizionato davanti al TV, l'effetto risulta anche piacevole, ma se ci si sposta leggermente verso destra o sinistra il risultato diventa molto meno appagante, a causa anche della tendenza dello schermo a riflettere l'ambiente circostante, come evidenziato anche nella recensione del modello inferiore. Se avete esigenze particolari sul punto di visione dunque, valutate bene se uno schermo curvo possa fare al caso vostro.
Il comparto audio risulta discreto ma non eccezionale, con le voci ben distinte ma con una non perfetta gestione delle tracce surround, che vengono messe un po' troppo in secondo piano. Meglio così che il contrario comunque: per tagliare la testa al toro, dotarsi di un impianto audio è consigliabile, che permette di aumentare il coinvolgimento durante la visione di un film o serie TV, oppure durante il gaming. A proposito di gaming, non abbiamo riscontato problemi né su PC e né con Playstation 4, anzi, in questo caso la curvatura ha contribuito ad aumentare il senso di profondità della scena.

Panasonic TX-55CR730E Nel valutare questa TV Panasonic TX-55CR730E, non possiamo non partire dal prezzo, circa 1900€, che può variare in base al negozio. Non sono pochi, ma si tratta di una cifra commisurata alle qualità del TV. Questa però lo pone in una fascia di prezzo che lo mette in competizione con i modelli OLED di LG. Sia chiaro, con questo prezzo si porta a casa il modello base, da 55” e solo Full HD, ma si tratta di un’alternativa che in molti potrebbero prendere in considerazione. I 1080p iniziano ad andare stretti su TV di queste dimensioni, questo è vero, ma se non si utilizza Netflix, attualmente l’unico servizio in grado di veicolare contenuti in 4K, allora il discorso cambia radicalmente. Bisogna dire però che un televisore non viene cambiato ogni anno, per cui la scelta del 4K sembra saggia in ottica futura, visto che anche Sky ha da poco annunciato l’arrivo di un decoder UHD l’anno prossimo, per cui i contenuti sono destinati ad aumentare. Per il resto, siamo rimasti stupiti per la velocità di esecuzione di Firefox OS, che riesce a gestire Netflix e YouTube in maniera ottimale, e per la definizione delle immagini, soprattutto in 4K, che mostrano già le potenzialità della nuova risoluzione. Se pensate di sfruttarla in futuro, allora questo 55” merita una chance, ma se la curvatura non vi interessa, allora meglio puntare su altri modelli.

7.5