Samsung 860 QVO Recensione: SSD da 1 TB con memorie QLC

L'SSD Samsung 860 QVO utilizza delle memorie V-NAND di tipo QLC per aumentare la capienza disponibile abbassando i costi.

recensione Samsung 860 QVO Recensione: SSD da 1 TB con memorie QLC
Articolo a cura di

Nel 2019 il costo degli SSD è destinato a scendere. Ormai la produzione di memorie NAND viaggia a ritmi velocissimi e la disponibilità è elevata, ma la vera novità, arrivata solo verso la fine del 2018, è rappresentata dalle memorie NAND QLC. Lo scopo per cui sono state create è chiaro: offrire un maggiore spazio di immagazzinamento a costo più contenuto. Fino ad ora, gli SSD sono stati impiegati, in ambito consumer, più per fare da base al sistema operativo, o come hub per installare qualche gioco, ma i tagli di memoria più utilizzati raramente superano un terabyte di spazio disponibile.
Con l'introduzione degli SSD QLC tutto questo è destinato a cambiare, anche se gli effetti dell'arrivo di queste memorie non saranno visibili subito. Esempio perfetto per parlare di questi nuovi prodotti è l'SSD Samsung 860 QVO, già disponibile in Italia al costo di circa 150€ su Amazon.

Buone prestazioni, ma il prezzo deve scendere

Samsung ha puntato sulla qualità con questo 860 QVO, particolare che si evince subito dalla qualità costruttiva del prodotto. Il pack di vendita è come sempre minimale, in pratica è presente solo l'SSD protetto da un involucro in plastica, racchiuso nel cartone della confezione. All'interno è disponibile anche un libretto che spiega le caratteristiche del prodotto e un foglietto che spiega come scaricare Samsung Magician, il software di gestione del disco (assolutamente opzionale). La qualità costruttiva è molto buona, allo stesso livello di prodotti dal costo superiore presenti nel listino Samsung, con l'utilizzo di metallo e plastica per la scocca, mentre il design riprende quello degli altri SSD della casa coreana. Niente fronzoli o orpelli estetici, ma del resto per questi prodotti sono del tutto superflui.
Le specifiche tecniche dell'860 QVO parlano di una velocità di scrittura sequenziale di 520 MB/s mentre in lettura, sempre sequenziale, si raggiungono i 550 MB/s. Prestazioni sulla carta molto simili a quelle di tanti altri SSD, del resto quando si parla di scrittura-lettura sequenziale il collo di bottiglia dell'interfaccia SATA non può essere superato, a fare la differenza è la presenza di una cache che aumenti le prestazioni.

Samsung ha inserito sia una cache DRAM sia una SLC. La quantità di cache disponibile varia di modello in modello, in questa versione da 1 TB sono presenti 1 GB di RAM LPDDR4 insieme a una cache SLC che varia da un minimo di 6 GB fino ad un massimo di 42 GB. Andare sotto ai 6 GB di cache SLC non è possibile, mentre i restanti 36 GB possono variare in base allo spazio disponibile su disco. Questo significa che più ci si avvicina alla saturazione della memoria, più le prestazioni calano di conseguenza e possono toccare anche vette molto basse, intorno agli 80 MB/s in scrittura sequenziale.
Ma quanta memoria bisogna mantenere libera per non avere un degrado nelle performance? Una volta che il disco scende sotto i 168 GB di spazio disponibile la cache dinamica inizia a diminuire, per cui è bene non andare oltre questa soglia.

Fortunatamente lo spazio a disposizione è molto elevato e, a massimo regime, l'SSD di Samsung mostra prestazioni molto simili a quelle dei tradizionali dischi TLC nell'utilizzo quotidiano, rispettando per altro i valori di I/O dichiarati dall'azienda. Non siamo di fronte a un campione di velocità, del resto lo scopo di questo SSD è quello di offrire un'ampia memoria di archiviazione a prezzi contenuti, ma se la cava egregiamente nei compiti per cui è stato pensato, come ad esempio lo stoccaggio dei dati dei giochi.

Samsung 860 QVO L’SSD Samsung 860 QVO fa da apripista alle nuove memorie QLC, caratterizzate da prestazioni meno spinte rispetto a quelle dei dischi TLC ma anche da costi inferiori. Anche la durata garantita nel tempo è minore rispetto al passato, Samsung offre infatti 3 anni di garanzia rispetto ai 5 dei modelli EVO e Pro basati su memorie TLC ed MLC. Il calo prestazionale è però da bilanciare con performance comunque buone e con un prezzo inferiore per l’acquisto, questo almeno a livello teorico. Se andiamo ad osservare i prezzi su Amazon, questo SSD viene venduto a circa 150€, una cifra ancora troppo alta per risultare competitiva. Tra i 150 e i 180 euro infatti, nel momento in cui scriviamo, è possibile acquistare un Samsung 860 EVO da 1 TB, o meglio ancora un Samsung 860 Evo da 1 TB con interfaccia M.2, prodotti più performanti e con una garanzia più elevata, di 5 anni. I prezzi degli SSD QLC sono comunque destinati a scendere nel corso dell’anno, con l’arrivo di volumi più elevati e di nuovi modelli sul mercato. Fino ad allora, la concorrenza, anche e soprattutto interna, lascia consigliare l’acquisto di altri modelli, che offrono prestazioni più elevate e una garanzia più lunga praticamente allo stesso prezzo.