Samsung Galaxy M21 Recensione: il prezzo scende, quali sono i compromessi?

Samsung ha deciso di puntare su display Super AMOLED e batteria da 6000 mAh per lo smartphone low cost Galaxy M21. Avrà funzionato?

recensione Samsung Galaxy M21 Recensione: il prezzo scende, quali sono i compromessi?
Articolo a cura di

Non molto tempo fa abbiamo pubblicato su queste pagine la recensione del Samsung Galaxy M31, smartphone venduto a 279 euro in esclusiva Amazon. Tuttavia, nell'ultimo periodo l'azienda sudcoreana ha portato in Italia anche Samsung Galaxy M21, un modello della stessa serie che rinuncia però ad alcune caratteristiche, facendo scendere il prezzo a 229 euro su Amazon Italia (ovvero 50 euro in meno).
Date le ovvie somiglianze tra i due modelli, abbiamo deciso di realizzare questa recensione in un modo un po' diverso dal solito, ovvero eseguendo un confronto diretto con lo smartphone più costoso ed esplicitando le differenze tra i due. Si tratta come sempre di un'analisi completa: semplicemente tratteremo alcuni aspetti più rapidamente, visto che sono identici a Galaxy M31 e che abbiamo già trattato quest'ultimo in modo approfondito.

Design e unboxing

Le somiglianze con Galaxy M31 si notano già dalla confezione di vendita, dato che quest'ultima ha un design molto simile a quella del succitato modello e si apre in verticale. All'interno della scatola troviamo essenzialmente gli stessi oggetti: manualistica, spilla per l'estrazione del vano SIM, cavo USB Type-C e caricabatterie da 15W. Tuttavia, inaspettatamente, in questo caso sono state aggiunte anche delle discrete cuffie stereo con jack e pulsante di risposta lungo il cavo.
È il classico accessorio che si trova in confezione e che fa sempre piacere, soprattutto in questa fascia di prezzo. Interessante notare il fatto che Samsung abbia deciso di fornirlo con Galaxy M21 e non con Galaxy M31. Per il resto, fa sempre storcere un po' il naso l'assenza di una cover, dato che altri brand hanno ormai abituato l'utenza in modo diverso anche in questo segmento di mercato.

Il design è pressoché identico al modello più costoso: anteriormente c'è un pannello con "notch" a goccia, mentre in basso troviamo la porta USB Type-C (niente uscita video, ma c'è l'OTG), il jack audio da 3,5 mm per le cuffie, l'altoparlante e un microfono. Quest'ultimo viene accompagnato da un altro microfono che si trova in alto (spostato più verso destra rispetto a Galaxy M31). Sul lato sinistro troviamo, invece, il carrellino per la SIM, che è un triplo slot e può quindi ospitare contemporaneamente due nanoSIM e una microSD. Il bilanciere del volume e il pulsante d'accensione fanno capolino sulla destra. Insomma, essenzialmente è tutto identico a Galaxy M31.

La prima vera differenza la si nota sul retro, dato che qui sono presenti tre fotocamere posteriori e non quattro. Tuttavia, tralasciando questa differenza, la colorazione che abbiamo provato è sempre la Black (sono in vendita anche la Blue e la Green), la sporgenza del modulo rimane minima, il grip non è male, la solidità costruttiva è nella norma, il principale materiale è la plastica e non manca il sensore di impronte "ovale", che ha una velocità nella media e si affianca all'immancabile riconoscimento facciale.

Pure le dimensioni, che garantiscono una maneggevolezza simile a molti altri prodotti di questa fascia di prezzo, sono pressoché identiche a quelle di Galaxy M31: 159,0 x 75,1 x 8,9 mm, per un peso di 188 grammi. In linea generale, tralasciando il numero di fotocamere sul retro e qualche altra differenza, ad esempio il posizionamento del microfono superiore, vi possiamo assicurare che, prendendo in mano i due dispositivi, si fa fatica a distinguere un modello dall'altro. Insomma, Samsung ha adottato un look "classico" anche per questo Galaxy M21.

Caratteristiche tecniche

La scheda tecnica mostra lo stesso processore di Galaxy M31, l'Exynos 9611. Quest'ultimo opera a una frequenza massima di 2,3 GHz (4 x 2,3 GHz + 4 x 1,7 GHz). Rimane chiaramente affiancato da una GPU Mali-G72 MP3 e permangono i 64GB di memoria interna (sempre espandibile tramite microSD fino a 512GB), ma qui a variare è la RAM, che passa da 6GB a 4GB. Insomma, siamo dinanzi a una configurazione molto simile a quella del modello più costoso.
Certo, il minor quantitativo di RAM si fa sentire in determinati contesti, ma in linea generale il salto prestazionale non è poi così netto.

Se state pensando che Samsung abbia risparmiato sullo schermo, vi sbagliate: Galaxy M21 monta un pannello Super AMOLED da 6,4 pollici con risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel) e refresh rate standard di 60 Hz. Stiamo parlando di un ottimo display, difficile da trovare in questa fascia di prezzo.

In linea generale non si discosta da quello che abbiamo visto su Galaxy M31, dato che i colori sono ben bilanciati, la luminosità massima non ha praticamente rivali in questo segmento di mercato ed è possibile guardare contenuti in Full HD sulle varie piattaforme di streaming, grazie alla presenza dei DRM Widevine L1.
Ogni tanto potrebbe essere necessario sistemare manualmente la luminosità, ad esempio all'esterno, ma in realtà si tratta di inezie. Non manca l'always-on.

L'importanza dell'IASulla carta, le fotocamere di Samsung Galaxy M21 non sono di certo al top e infatti questo si vede soprattutto nelle foto notturne, in cui il rumore digitale è particolarmente presente e anche l'apposita modalità non riesce a risollevare sempre la situazione.
Nonostante questo, nei contesti con buona luce, soprattutto quelli esterni, Galaxy M21 riesce a soddisfare l'utente medio. Questo è merito soprattutto dell'IA, in grado di rendere più vivaci i colori. Certo, l'accuratezza cromatica non è il massimo, ma è chiaro che, in un mondo sempre più social, questa "spettacolarizzazione della realtà" farà sicuramente piacere.

Il comparto in cui sono stati fatti un po' di "sacrifici" è quello fotografico. Infatti, Galaxy M21 dispone di una fotocamera anteriore da 20MP (f/2.0) e di una tripla fotocamera posteriore con sensori da 48MP (f/2.0, principale), 8MP (f/2.2, ultra-wide) e 5MP (f/2.2, per la profondità di campo). Insomma, manca il sensore per le macro e si scende a vari compromessi. Ad esempio, lo zoom massimo in digitale è 4x e le foto notturne mettono in evidenza tutte le limitazioni delle fotocamere. Tuttavia, gli scatti effettuati in buone condizioni di luce non sono per niente male per questa fascia di prezzo. Il merito è anche dell'intelligenza artificiale, che va forse a snaturare un po' troppo i colori originali, ma è in grado di migliorare sensibilmente il risultato finale e farlo risultare più godibile, soprattutto sui social. Per quanto riguarda i video, posteriormente si arriva al 4K/30fps, mentre anteriormente non si va oltre a 1080p/30fps. Meglio soffermarsi su quest'ultima risoluzione per ottenere una buona stabilizzazione.

A livello di funzionalità, è tutto come vi aspettate, da Fuoco Live a Bixby Vision. Ovviamente ci sono delle mancanze, come la modalità per le macro. Non male i selfie e le foto grandangolari, che escono bene nella maggior parte dei contesti. Insomma, siamo dinanzi a un buon comparto fotografico, che non sfigura in questa fascia di prezzo, ma nemmeno spicca in tutto e per tutto. Se volete approfondire, potete trovare degli scatti non compressi nella nostra cartella Drive dedicata a Samsung Galaxy M21.

Arrivando a quella che è la caratteristica peculiare, sia di Galaxy M21 che del modello più costoso, troviamo una batteria da ben 6000 mAh. Come potete ben immaginare, i risultati sono essenzialmente i medesimi di Galaxy M31: si arriva a sera con il 30/40% a seconda della giornata. In alcuni casi si riescono a portare a casa i fatidici due giorni. La ricarica non è delle più rapide, ma nella fascia di prezzo di Galaxy M21 ci può stare.
Nessun cambiamento in termini di comparto connettività, dato che quest'ultimo comprende 4G, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0 e NFC. Purtroppo, anche in questo caso non è possibile utilizzare Samsung Pay, un limite di cui tenere conto. Il comparto audio è mono e ha un volume massimo in linea con quello fatto registrare da Galaxy M31 (nei nostri test è arrivato a 77,3 dBA).

Software

C'è ben poco da dire in termini di software, dato che troviamo Android 10 con personalizzazione One UI 2.0. Le patch di sicurezza, al momento in cui scriviamo, sono quelle di luglio 2020. La personalizzazione effettuata dalla società sudcoreana è praticamente la stessa che abbiamo visto su Galaxy M31.
Le funzionalità che vanno citate sono quelle classiche, dalle gesture alla possibilità di configurare un doppio account per applicazioni come WhatsApp, Facebook e Telegram.
In ogni caso, la fluidità di sistema non è per niente male, se consideriamo la fascia di prezzo, anche se qualche leggero "rallentamento" rispetto a Galaxy M31 si nota in determinati contesti.

Prestazioni e benchmark

Samsung Galaxy M21 è uno smartphone che punta a soddisfare le esigenze di base dell'utente medio. Questo significa che non stiamo parlando di un dispositivo che mira ad avere le migliori prestazioni del mercato, bensì di un modello che garantisce di svolgere come si deve un po' tutte le operazioni quotidiane.
A livello di benchmark, questo modello ha fatto registrare 177339 punti su AnTuTu, mentre su Geekbench si arriva a 349 punti in single-core e 1303 punti in multi-core. Numeri molto simili a quelli fatti registrare dal modello più costoso Galaxy M31, che durante la nostra prova è arrivato a 188266 punti su AnTuTu.
Siamo inoltre su risultati in linea con quelli fatti registrare da OPPO A52, che è arrivato 177526 punti. Ci sono certamente dispositivi più prestanti, ma Galaxy M21 riesce comunque a difendersi bene.

Gaming

Visto quanto affermato nel paragrafo precedente, è quasi superfluo dire che Galaxy M21 si comporta in modo pressoché identico a Galaxy M31 a livello di gaming. Per farvi degli esempi concreti, abbiamo preso in esame gli stessi titoli utilizzati con il succitato modello, ovvero Call of Duty Mobile, ARK: Survival Evolved e Pascal's Wager.
È tutto esattamente come ci aspettavamo: Call of Duty Mobile può essere giocato anche ad "Alto", ma meglio scendere a "Medio" per una migliore esperienza di gioco. ARK: Survival Evolved, invece, gira discretamente solo a "Basso".

Infine, il soulslike Pascal's Wager è godibile a "Medio" e non manca il classico Game Space. Insomma, alla fine della fiera Galaxy M21 può soddisfare l'utente medio in termini di prestazioni ludiche. Abbiamo però osservato che ogni tanto, durante il gaming, il segnale Wi-Fi può avere qualche limitazione. Questo è dovuto al modo in cui si impugna lo smartphone in queste occasioni. Un aspetto da tenere in considerazione se siete soliti giocare spesso a titoli online.

Samsung Galaxy M21 Samsung Galaxy M21 è esattamente lo smartphone che ci aspettavamo: un Galaxy M31 con un prezzo inferiore di 50 euro, qui si arriva a 229 euro, e alcune rinunce che per molti potrebbero sembrare poco significanti. In particolare, si va a perdere qualcosa in termini di comparto fotografico e si scende a 4 GB di RAM, rispetto ai 6 GB del modello più costoso. Per il resto, Galaxy M21 presenta un'ottima autonomia, garantita dalla batteria da ben 6000 mAh, un buon display Super AMOLED, un completo reparto connettività (dal triplo slot all'NFC) e un reparto fotografico che tutto sommato non delude nei contesti con buona luminosità. Peccato per le foto notturne, per qualche problema in termini di ricezione Wi-Fi durante il gaming, per l'impossibilità di utilizzare Samsung Pay, per un look fin troppo "conservativo" e per delle prestazioni che non spiccano del tutto, ma che possono comunque soddisfare le esigenze dell'utente medio. Ottima, invece, la presenza delle cuffie all'interno della confezione di vendita, dato che queste ultime non erano presenti in quella di Galaxy M31. Insomma, Galaxy M21 è un modello che può convincere quel tipo di utente che non ha bisogno di chissà quali prestazioni a livello di fotocamere e forza bruta. Se per voi non è un grosso problema spendere quei 50 euro in più per Galaxy M31, probabilmente meglio puntare su quest'ultimo. Tuttavia, se le succitate "rinunce" non vi toccano minimamente, anche Galaxy M21 è uno smartphone valido.

7.8