Samsung Galaxy M31 Recensione: smartphone low cost dall'ottima autonomia

Samsung porta sul mercato uno smartphone low cost con batteria da 6000 mAh e display Super AMOLED. Sarà un ottimo dispositivo?

recensione Samsung Galaxy M31 Recensione: smartphone low cost dall'ottima autonomia
Articolo a cura di

Cosa cerca una persona nella fascia medio/bassa del mercato Android? Difficile, se non impossibile, dare una risposta univoca. Tuttavia, sicuramente esiste una tipologia di utenti che punta molto sull'autonomia, andando alla ricerca di uno smartphone che non costi troppo, che sia in grado di superare la classica giornata di utilizzo e che disponga di prestazioni che consentono di effettuare senza troppi problemi le solite attività quotidiane.
In questo contesto rientra il Samsung Galaxy M31, smartphone che abbiamo utilizzato nel corso delle ultime settimane e che arriva in Italia in esclusiva Amazon a un prezzo di 279 euro. Recentemente è arrivato anche Galaxy M21, ma di quel modello se ne parlerà più avanti su queste pagine.

Design e unboxing

La confezione progettata da Samsung si apre in verticale e contiene al suo interno, oltre alla classica manualistica e alla spilla per l'estrazione del vano SIM, un cavo USB Type-C e un caricabatterie da 15W. Una dotazione basilare, che fa un po' storcere il naso in un periodo in cui siamo ormai soliti vedere cover e caricatori più prestanti in confezione. In compenso è disponibile il jack audio da 3,5 mm per le cuffie, che si trova in basso a fianco della porta USB Type-C (niente uscita video, ma c'è l'OTG), del primo microfono e dell'altoparlante.
Sul lato destro fanno capolino il pulsante d'accensione e il bilanciere del volume, mentre il carrellino per la SIM (triplo slot, due nanoSIM e microSD) si trova sulla sinistra. In alto c'è solamente il secondo microfono.

Per quanto riguarda le modalità di sblocco, sono presenti sia il riconoscimento facciale che il sensore di impronte digitali. Qui ne troviamo uno "ovale" posto sul retro, che non ci ha mai dato particolari problemi. A proposito del design posteriore, in alto a sinistra c'è un modulo fotocamere con delle dimensioni evidenti che mette in risalto le quattro fotocamere e il flash LED. La sporgenza è molto contenuta, quindi lo smartphone non traballa quasi per nulla quando poggiato su una superficie piana.

Per il resto, siamo dinanzi a un dispositivo che in generale ha un look molto classico, dato che anteriormente troviamo un pannello con notch "a goccia". La colorazione che abbiamo provato è quella Black, ma ci sono anche quelle Blue e Red, e il principale materiale utilizzato è la plastica, quindi la solidità costruttiva è nella norma, nonché esattamente quella che ci sia aspetta da uno smartphone low cost. Il grip è buono: difficilmente Samsung Galaxy M31 scivola dalle mani.

Le dimensioni del dispositivo sono pari a 159,2 x 75,1 x 8,9 mm, per un peso di 191 grammi. Sono numeri nella media, che conferiscono allo smartphone una maneggevolezza in linea con quanto si vede in questa fascia di mercato.
In definitiva, il design di Samsung Galaxy M31 è esattamente quello che ci saremmo aspettati da un dispositivo di questo tipo. Un look classico, che non spicca in nessun contesto rispetto alla miriade di modelli presenti sul mercato ma fa sentire gli utenti "a casa".

Caratteristiche tecniche

Poche sorprese anche in termini di specifiche tecniche: a spingere il dispositivo ci pensa un processore octa-core Exynos 9611, che opera a una frequenza massima di 2,3 GHz (4 x 2,3 GHz + 4 x 1,7 GHz), affiancato da una GPU Mali-G72 MP3, 6GB di RAM e 64GB di memoria interna (espandibile tramite microSD fino a 512GB). Insomma, siamo dinanzi alla classica configurazione offerta da un dispositivo di questa fascia di prezzo. Ci sono smartphone in grado di fare meglio a livello di forza bruta, ma in linea generale Samsung Galaxy M31 è in grado di accontentare tutti nelle classiche attività quotidiane.
Arrivando allo schermo, troviamo un pannello Super AMOLED da 6,4 pollici con risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel) e refresh rate standard di 60 Hz. Si tratta di uno schermo molto valido, che difficilmente si è visto in soluzioni vendute a questo prezzo.

La luminosità massima è ottima, supera anche quella offerta dai pannelli di alcuni dispositivi di fascia più elevata, e i colori sono ben bilanciati. Non mancano i DRM Widevine L1 ed è garantita la possibilità di visualizzare in Full HD i contenuti offerti da piattaforme di streaming come Netflix e Amazon Prime Video. Presenti anche la modalità always-on e la possibilità di bilanciare i colori e scegliere la modalità schermo (Vivida o Naturale).
Un altro aspetto da non sottovalutare è il fatto che i pannelli con notch "a goccia" sono ormai ben ottimizzati per quanto riguarda la riproduzione a schermo intero di applicazioni e contenuti multimediali. Certo, c'è ancora qualche app che non vuole saperne di coprire la parte antistante alla tacca, ma sono inezie.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, la proposta di Samsung non è male. A livello di scheda tecnica, troviamo una fotocamera anteriore da 32MP (f/2.0) e una quadrupla fotocamera posteriore con sensori da 64MP (f/1.8, principale), 8MP (f/2.2, ultra-wide, 123 gradi), 5MP (f/2.2, per la profondità di campo) e 5MP (f/2.4, per le macro). I quattro sensori posteriori possono registrare video in 4K/30fps, ma vi consigliamo di non andare oltre a 1080p/30fps per avere una buona stabilizzazione. Lo stesso vale per la fotocamera anteriore, che può arrivare anch'essa alla risoluzione 4K. Tra le varie funzionalità disponibili all'interno dell'app Fotocamera, troviamo Fuoco Live, Macro, Pro, Panorama, Cibo, Notte, Super slow-mo (240 fps in HD), Rallentatore e Hyperlapse. Immancabili Bixby Vision ed Emoji AR.

L'azienda sudcoreana ha fatto un buon lavoro: le macro hanno una risoluzione maggiore rispetto alla media e le foto scattate di giorno dispongono di colori ben bilanciati nella maggior parte dei casi, nonostante l'intelligenza artificiale a volte vada a snaturare un po' troppo il contesto originale.

Non è tutto perfetto, come capita spesso con gli smartphone di questa fascia di prezzo: il massimo zoom in digitale è 8x e le foto notturne non riescono a spiccare nemmeno utilizzando l'apposita modalità. Ottimi invece i selfie, in grado di convincere un po' tutti. Insomma, siamo sicuramente dinanzi a un comparto fotografico in grado di soddisfare l'utente medio, nonostante ci siano dei limiti. In ogni caso, considerata la fascia di prezzo, il dispositivo non delude da questo punto di vista. Se volete approfondire l'argomento, potete trovare degli scatti non compressi nella nostra cartella Drive dedicata a Samsung Galaxy M31.


La batteria da 6000 mAhUltimamente abbiamo visto l'arrivo sul mercato di parecchi smartphone che montano una batteria dalla buona capienza, ma per il momento 6000 mAh è tra i valori più elevati in circolazione. Giusto per citare alcuni dispositivi a montare questo tipo di batteria, oltre ovviamente a Galaxy M31, ci sono Galaxy M21 e Galaxy M30s.

Passiamo, dunque, alla caratteristica peculiare di questo modello: la batteria da ben 6000 mAh. La società sudcoreana si è concentrata molto sull'autonomia e i risultati sono ottimi: nei giorni più "tranquilli" siamo spesso riusciti a portare a casa due giornate intere. Nelle giornate più impegnative, invece, siamo sempre arrivati a sera con un buon quantitativo di carica residua, verso il 30/40%. Un aspetto che fa un po' storcere il naso è il caricabatterie da 15W: ormai la concorrenza ha raggiunto velocità più elevate in questa fascia, ma in fin dei conti, considerando l'ottima autonomia, si può anche chiudere un occhio.
Per niente male il comparto connettività, dove troviamo 4G, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0 e NFC. Da segnalare, tuttavia, l'impossibilità di utilizzare Samsung Pay. Scordatevi certificazione IP68 e ricarica wireless, ma in questa fascia è praticamente scontato. Non è dei migliori il comparto audio, che è mono e ha un volume massimo solamente nella media (i nostri test hanno fatto segnare 76,3 dBA).

Software

Il sistema operativo è Android 10 con personalizzazione One UI 2.0. Le patch di sicurezza, al momento in cui scriviamo, sono quelle di maggio 2020. La personalizzazione software di Samsung la conosciamo, dalle ottime gesture alla modalità Notte, passando per Galaxy Themes, Galaxy Store e Doppio Account.
Ovviamente non è con un dispositivo low cost che vengono introdotte particolari funzionalità aggiuntive, quindi non c'è molto altro da dire, se non che la fluidità a livello di sistema è buona.

Prestazioni e benchmark

Samsung Galaxy M31 non è il dispositivo più prestante in termini di forza bruta. Tuttavia, come già accennato in precedenza, siamo dinanzi a uno smartphone in grado di soddisfare l'utente medio da questo punto di vista.
Per darvi delle informazioni concrete, il dispositivo ha raggiunto un totale di 188266 punti su AnTuTu Benchmark. Su Geekbench, invece, si è fermato a 265 punti in single-core e 1310 punti in multi-core. Insomma, i numeri sono nella media della fascia di prezzo.
Giusto per darvi un quadro più completo, Realme 6 raggiunge i 290582 punti su AnTuTu, ma è un caso raro. Infatti, durante i nostri test, Redmi Note 9 è arrivato a 189112 punti e OPPO A52 si è fermato a 177526 punti. Insomma, Galaxy M31 non è il dispositivo più potente di questa fascia, ma si difende bene.

Gaming

Arrivati a questo punto dell'analisi, avrete già intuito che non stiamo esattamente parlando di uno smartphone da gaming. Tuttavia, è sempre interessante mettere alla prova anche questi dispositivi low cost con titoli come Call of Duty Mobile, ARK: Survival Evolved e Pascal's Wager.
Call of Duty Mobile gira discretamente con dettagli e FPS su "Alto". Potrebbe però essere necessario scendere a "Medio" per avere il massimo della fluidità.

Per quanto riguarda ARK: Survival Evolved, questo titolo gira discretamente solamente a "Basso", ma si tratta di un gioco particolarmente esoso in termini di risorse. L'interessante soulslike Pascal's Wager, invece, si lascia giocare con preset grafico a "Medio". Insomma, Samsung Galaxy M31 non è esattamente uno dei dispositivi più adatti al gaming, ma non è questo il suo target. In ogni caso, per chi se lo stesse chiedendo, è presente il Game Space con tutte le sue statistiche e funzionalità.

Samsung Galaxy M31 Samsung Galaxy M31 è uno smartphone perfetto per chi vuole puntare sull'autonomia e sulla visione di contenuti multimediali. Infatti, la batteria da ben 6000 mAh consente quasi sempre di superare una giornata e mezza, mentre l'ottimo schermo Super AMOLED, una rarità nella fascia di prezzo sotto i 300 euro, offre grandi soddisfazioni agli amanti dei video. A questo si va ad aggiungere un comparto fotografico che non delude le aspettative, nonostante trovi qualche pecca nei contesti notturni, e un completo comparto connettività, dove troviamo anche NFC, USB Type-C e triplo slot. Peccato, invece, per qualche mancanza lato software, Samsung Pay su tutte, per un design non particolarmente innovativo e per delle prestazioni solamente nella media. In definitiva, Galaxy M31 è sicuramente una valida alternativa in questa fascia di prezzo.

8.3