Samsung Galaxy S20 FE Recensione: equilibrio e potenza al giusto prezzo

Samsung porta in Italia un S20 rivisitato, più economico ma molto simile ai top di gamma, e finalmente con processore Snapdragon 865.

recensione Samsung Galaxy S20 FE Recensione: equilibrio e potenza al giusto prezzo
Articolo a cura di

Mai come quest'anno la differenza tra i processori Exynos e gli Snapdragon è stata così marcata. L'esperienza d'uso della gamma S20 e Note 20 rimane ottima, ma rispetto ai modelli con SoC Qualcomm calore e consumi aumentano, portando a una discrepanza tra le versioni vendute oltre oceano e quelle europee, che non è certo piaciuta agli appassionati. I fan di Samsung sono milioni in giro per il mondo e questo S20 Fan Edition è stato pensato proprio per loro, per permettergli di provare con mano l'esperienza d'uso ottenibile con lo Snapdragon 865, unito al connubio hardware e software pensato dalla casa coreana, il tutto a un prezzo più che ragionevole.
Il risultato è un telefono equilibrato e con tutto quello che serve, e che fa venire qualche rimpianto pensando a cosa sarebbero stati S20 Ultra e Note 20 Ultra se fossero stati equipaggiati con piattaforma Qualcomm anche in Italia.

C'è la plastica, ma non si nota

Vetro e metallo sono ormai la base su cui vengono costruiti i top di gamma. Ma il Galaxy S20 FE non è un top di gamma, ci si avvicina molto, tuttavia rimane un telefono che cerca di offrire un rapporto qualità-prezzo migliore rispetto ai modelli più costosi. La scelta della plastica per la back cover è il primo elemento che colloca S20 FE appena al di sotto dei flagship, senza però particolari conseguenze.
Il design scelto da Samsung riprende a piene mani quanto visto nella gamma S20, i bordi dello schermo sono leggermente più spessi ma non c'è la curvatura ai lati. Sul frontale Samsung ha scelto il vetro Gorilla Glass 3, mentre il frame è in metallo. La backcover in plastica non fa sentire più di tanto la mancanza del vetro, con una finitura opaca che riesce bene a non trattenere troppo le ditate. Certamente il vetro da una sensazione di qualità più elevata, in molti però utilizzano una cover sul telefono, rendendo di fatto inutile l'impiego di un materiale più pregiato.
Tasto di accensione e bilanciere del volume sono sul lato destro mentre in alto è installato il carrellino per le due SIM (o in alternativa una SIM più una Micro SD). In basso si trova uno dei due speaker di sistema (l'altro è condiviso con la capsula auricolare) e la porta USB Type C. Il display adotta un design Infinity O e ha il foro per la fotocamera in alto al centro.

L'aspetto del Galaxy S20 FE è molto simile a quello di un top di gamma, ma anche la qualità costruttiva non è da meno, come testimoniato dalla certificazione IP68 per la resistenza ai liquidi e alla polvere. Con dimensioni di 159.8 x 74.5 x 8.4 mm e con un peso di 190 grammi, questo S20 FE è molto simile a S20 Plus, anche se monta un display più piccolo, mentre lo spessore di 8.4 mm lo rende meno aggraziato nelle linee. Nonostante questo, Samsung ha fatto un buon lavoro, riuscendo a trasmettere buona parte della qualità dei suoi top di gamma in una fascia di prezzo più bassa.

Un hardware davvero completo

Galaxy S20 FE arriva in Italia in due varianti, una 4G l'altra 5G. Questa non è l'unica differenza tra le due, perché la prima monta un Exynos 990, la seconda invece lo Snapdragon 865, con un costo rispettivamente di 669 e di 769 euro. Il nostro consiglio è quello di puntare alla versione con SoC Qualcomm, che a dispetto di un prezzo superiore offre una piattaforma meno energivora e che scalda poco durante l'utilizzo intenso. La dotazione hardware comprende poi 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. Nella pratica, questo si traduce in prestazioni speculari a quelle dei modelli superiori, con un sistema operativo fluido e molto reattivo.

Abbiamo rilevato solo qualche piccolo lag sporadico, ma l'esperienza d'uso è davvero ottima, simile a quella degli altri S20, con la differenza che in questo caso il telefono scalda e consuma meno. Anche nel gaming il comportamento di questo S20 FE è impeccabile, come del resto accade con tutti gli altri smartphone dotati di SoC Snapdragon 865.
Samsung è stata brava a bilanciare al meglio le caratteristiche del display da 6.5 pollici, con aspect ratio di 20:9. Il pannello è di tipo AMOLED con una risoluzione Full HD+ e refresh rate di 120 Hz, niente QHD ma non se ne sente la mancanza. Nei modelli superiori infatti, per poter utilizzare i 120 Hz, bisogna comunque abbassare la risoluzione al Full HD+, per cui la qualità di visione non ne risente.

La luminosità di picco è più bassa rispetto alle altre varianti ma è più che sufficiente per poter utilizzare il telefono sotto la luce diretta del sole. Non si arriva agli oltre 1000 nit del Note 20 Ultra ma anche questo ha contribuito a ridurre i costi di questo S20 FE.
Sotto al display trova spazio anche il lettore d'impronte digitali, che abbiamo però usato poco, preferendogli il più rapido, ma meno sicuro, sblocco con il viso. Non mancano nemmeno tutte le connessioni più recenti, dal Bluetooth 5.0 al Wi-Fi 6, passando per NFC e 5G. Ricezione e audio durante le chiamate non hanno problemi mentre ottimo è il riscontro sull'audio stereo, dal buon volume massimo e di qualità anche alzando al massimo il volume.

Fotocamere, autonomia e Software

Samsung Galaxy S20 FE è stato pensato per offrire delle fotocamere di buona qualità, adatte anche ai palati più fini, senza però diverse delle tecnologie viste nei modelli superiori. Non troviamo quindi una fotocamera con ottica a periscopio per lo zoom e nemmeno il gigantesco sensore da 108 Megapixel visto su S20 Ultra e Note 20, per la cam principale la casa coreana ha scelto lo stesso modello adottato su S20 ed S20+, da 12 Megapixel, apertura f/1.8 e stabilizzazione ottica.
Si tratta di un sensore che risce a scattare in ogni contesto, sia di giorno che di notte, e che non fa rimpiangere quelli dei modelli superiori, grazie anche all'ottimo HDR automatico. Samsung ha centrato in pieno il bersaglio, dotando S20 FE di una cam affidabile e semplice da usare, è davvero difficile fare scatti deludenti sul fronte della qualità. Anche la rapidità di scatto ci è sembrata maggiore rispetto ai modelli Exynos, a conferma che quest'anno Qualcomm ha fatto un lavoro migliore per quanto riguarda il processore d'immagine.

Fotocamera principale

Fotocamera Ultra Wide

Dello stesso livello la fotocamera grandangolare da 12 Megapixel, con apertura f/2.2, caratterizzata da una distorsione ai lati limitata ma meno luminosa, pur rimanendo utilizzabile anche di sera.
L'ultima fotocamera disponibile, da 8 Megapixel, viene utilizzata per ottenere uno zoom 3x e funziona molto bene di giorno, perdendo invece qualcosa quando c'è poca luce. Ci si può spingere fino a uno zoom digitale 30x, ma la resa cala drasticamente superando la soglia del 3x.

Insomma, il comparto fotografico di S20 FE è eccellente, soprattutto se rapportato alla fascia di prezzo in cui si trova, e offre una facilità e una rapidità di scatto non comune. A questo va ad aggiungersi la possibilità di girare video fino al 4K a 60 fps, che possono contare su un'ottima stabilizzazione. Non delude nemmeno la fotocamera frontale da 32 Megapixel, che combina 4 pixel in uno per catturare più luce, in grado anche di registrare video in 4K a 30 fps.
Sul fronte autonomia arrivano ottime notizie, il passaggio alla piattaforma Snapdragon ha fatto decisamente bene e ora si riescono a fare anche più 5 ore di schermo acceso. Tradotto nella pratica, con un utilizzo intenso si arriva sempre a sera, con uno più moderato ci si può spingere anche a un paio di giornate senza dover ricaricare la batteria da 4500 mAh.
In dotazione è fornito anche un caricabatterie da 20W, per una ricarica abbastanza rapida ma inferiore rispetto a quella che si può trovare su altri smartphone nella stessa fascia di prezzo.
Il software è basato su Android 10 con One UI 2.5 e patch di sicurezza aggiornate a settembre. Non ci sono novità rispetto a quanto abbiamo visto nella recensione del Note 20 Ultra, la cosa più importante da segnalare sono sicuramente gli aggiornamenti, garantiti per ben tre anni. Un'attenzione che non ritroviamo spesso, nemmeno nelle fasce di prezzo più elevate.

Samsung Galaxy S20 FE Il Galaxy S20 FE è la dimostrazione che Samsung può competere alla grande in questa fascia di prezzo. Lo Snapdragon 865 è una vera sicurezza, sul fronte delle prestazioni l’esperienza d’uso è la medesima dell’Exynos 990, ma con la differenza che consumi e temperature sono inferiori, a tutto vantaggio dell’autonomia. Samsung ha scelto di rivedere verso il basso alcune caratteristiche rispetto ai modelli più costosi, dallo schermo alla cam, senza però penalizzare più di tanto questo S20 FE, che si è rivelato uno dei migliori smartphone sfornati quest'anno da dalla casa coreana.

9