Samsung Gear Sport, la recensione: lo smartwatch ideale per mettersi in forma

Abbiamo testato lo smartwatch Samsung Gear Sport, ideale per chi ha bisogno di un assistente virtuale che lo sproni per svolgere attività fisica

recensione Samsung Gear Sport, la recensione: lo smartwatch ideale per mettersi in forma
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Abbiamo testato lo smartwatch Samsung Gear Sport per diverse settimane, cercando di capirne il target e sfruttando non solo tutte le funzionalità con cui è stato equipaggiato, ma anche l'ecosistema di app compatibili con questo nuovo prodotto tecnologico coreano. Prima di addentrarci in tutti i dettagli della recensione vogliamo subito specificare qual è il target di persone alle quali ha pensato Samsung nel realizzare Gear Sport: parliamo non tanto dello sportivo che può comunque usufruire di tutte le funzionalità dello smartwatch, quanto quella persona che vorrebbe aumentare la propria attività fisica ma per pigrizia, mancanza di tempo o semplice dimenticanza non riesce ad essere costante nel suo impegno. Se avete in mente di mettervi in forma ma vi serve un assistente digitale che vi ricordi ogni giorno di mettervi in movimento, allora il Samsung Gear Sport è il marchingegno tecnologico che fa al caso vostro.

Caratteristiche tecniche e funzionalità

Dal punto di vista tecnico lo smartwatch ha tutto quello di cui avrebbe bisogno un dispositivo tecnologico da polso, a partire dal display da 1.2 pollici 360x360 Super AMOLED che restituisce dei colori davvero vibranti, dotato di Gorilla Glass 3 e quindi protetto dalla maggior parte dei possibili graffi accidentali. La risoluzione è quella ideale per dare un aspetto sempre nitido a quello che succede sul piccolo schermo. Siamo rimasti davvero stupiti ed ammaliati dalla qualità del già noto schermo Samsung sul nuovo Gear Sport. Anche il processore Dual Core (1.0GHz) fa il suo dovere, rendendo lo scorrimento fra le varie schermate sempre fluido. C'è da segnalare qualche piccola incertezza nelle situazioni più concitate, ma nulla che rovini l'ottima esperienza d'uso.
Dal punto di vista della memoria il Gear Sport è munito di 4GB di internal storage, utili per caricare canzoni ed ascoltarle con i vostri auricolari bluetooth (non inclusi nella confezione) collegati allo smartwatch mentre state facendo una sessione di corsa. Questo vi permette di lasciare a casa il vostro ingombrante smartphone mentre svolgete il vostro allenamento settimanale. Il dispositivo è inoltre munito di 768MB di RAM.

Il sistema operativo Tizen OS 3.0 ha un'organizzazione che nei primi giorni potrà sembrarvi un po' confusionaria ma che in realtà risulta ben concepito una volta capito il suo funzionamento. Scorrendo a destra o sinistra con il vostro dito sullo schermo potete passare da un'interfaccia all'altra in modo semplice, visualizzando tutte le funzionalità dello smartwatch dalla corsa, la misurazione del battito cardiaco, il controllo delle calorie consumate e via dicendo. In alternativa potete passare da un'informazione all'altra sfruttando anche la ghiera girevole, che dà un ottimo feeling quando scatta e scorre le schermate. Dalla homepage potete girare subito a sinistra la ghiera per accedere alle ultime notifiche e rispondere velocemente ai messaggi con un testo preimpostato.

La batteria da 300 mAh è il vero punto forte dello smartwatch e riesce a superare tranquillamente una giornata piena di utilizzo. Abbiamo testato il dispositivo lasciandolo sempre collegato via bluetooth allo smartphone, con schermo spento che mostra orario e notifiche ruotando il polso, misuratore del battito cardiaco che si attiva quando necessario e luminosità settata a tre quarti: con queste impostazioni siamo riusciti ad arrivare anche al terzo giorno senza dover ricaricare lo smartwatch. La ricarica è wireless e vi verrà fornita una piccola basetta con un cavo (corto) per l'alimentazione che impiega meno di due ore a portare il device al 100%.
Tra i sensori sono stati implementati un accelerometro, un giroscopio, un barometro, un sensore di luce che modula la luminosità dello schermo e il già citato misuratore del battito cardiaco posizionato sul retro. L'ecosistema di sensori permette al Gear Sport di rilevare tutta una serie di attività fisiche del suo utilizzatore, in alcuni casi in modo automatico e in altri semplicemente selezionando il tipo di attività fisica che state svolgendo. Ad esempio se camminate per più di 10 minuti o fate uno scatto di corsa lo smartwatch registrerà automaticamente la vostra sessione acquisendo i dati relativi al tempo della corsa/camminata, alla distanza percorsa (quindi la velocità media) e al battito cardiaco.

Inoltre potrete selezionare una vasta gamma di attività o esercizi specifici come delle sessioni di addominali: in questo caso lo smartwatch conterà tutte le volte che vi alzate dal terreno in modo estremamente preciso, risultando particolarmente spietato qualora il vostro movimento fosse appena accennato (non ci sarà alcuna giustizia per i pigri). Tra le varie attività implementate segnaliamo il ciclismo, yoga, pilates, squats, lunges, step machine ed altre ancora. Da menzionare anche il nuoto, visto che Gear Sport resiste fino a 5 ATM di pressione, ovvero 50 metri di profondità sott'acqua. Tra le opzioni di connettività ci sono il Bluetooth 4.2 e il Wi-Fi (802.11 b/g/n). Ovviamente lo smartwatch è fornito di GPS/Glonass ed anche NFC, ma non ha nessuno speaker audio.

Design dello smartwatch

Dal punto di vista del design è stato fatto un buon lavoro, che delinea un dispositivo sicuramente dal look sportivo e high-tech ma comunque adatto anche per la quotidianità e un abbigliamento casual. Non è esattamente quello che cercano gli amanti dell'orologio elegante e minimale, ma forse con un cambio di cinturino la situazione potrebbe migliorare. Le sue dimensioni sono sicuramente generose e rendono il device alquanto appariscente se avete un polso fino: 42.9 x 44.6 x 11.6 mm, 67 g di peso (con cinturino, 50g senza). La parte frontale è dominata dalla ghiera girevole attorno allo schermo mentre sui lati sono posti due pulsanti relegati alle funzionalità di "back" e "home". Sul lato posteriore trovate il già citato sensore per il battito cardiaco che va a chiudere tutto quello che troverete nel case di acciaio inossidabile, che è sicuramente imponente ma ha anche un aspetto molto solido. Il cinturino gommoso è semplicemente perfetto e non risulta per nulla fastidioso neanche dopo una lunga sudata.

Lo smartwatch davvero intelligente per incrementare la vostra attività fisica

Il Samsung Gear Sport può vivere di vita propria, ma se vorrete sfruttarne tutte le caratteristiche dovrete utilizzarlo collegandolo al vostro smartphone scaricando il software Samsung. Samsung Gear è l'app che vi consentirà di sincronizzare rapidamente smartphone e smartwatch, con una buona possibilità di personalizzarne l'aspetto con varie skin gratuite e app anche di terze parti. Su questo punto c'è da segnalare una certa penuria nonché il fatto che molte skin e molte app sono a pagamento. In ogni caso il software Samsung è pronto all'uso gratuitamente, specialmente l'app Samsung Health che si integra perfettamente con lo smartwatch, risultando una vera e propria estensione di quest'ultimo.
Ogni giorno avrete le vostre statistiche su quanto avete camminato o corso e su tutte le rampe di scale salite con i relativi consumi riportati in Cal (kcal). Potete registrare i bicchieri d'acqua o i caffè bevuti direttamente dallo smartwatch e l'app Samsung Health si aggiornerà immediatamente con le vostre statistiche.

Ci sono anche diversi programmi con esercizi fisici da svolgere ogni giorno e la possibilità di inserire l'equivalente in Cal di quello che avete mangiato direttamente da smartwatch (mentre l'app avrà un vasto elenco di cibi con Cal già registrate). Potete scegliere anche un programma per dimagrire di un certo numero di kg in uno specifico numero di settimane a vostra scelta e lo smartwatch vi avvertirà in ogni istante se state seguendo la tabella di marcia. Quest'ultima funzionalità risulta estremamente efficace solo se inserite con esattezza l'equivalente in Cal di tutto quello che mangiate, così che lo smartwatch conterà il totale di Cal consumate a fine giornata misurando l'esercizio fisico che avete svolto.
In ogni momento il Samsung Gear vi dirà se state assumendo troppe calorie con un indicatore estremamente semplice ed intuitivo. Insomma il dispositivo sembra davvero perfetto per chi cerca un supporto digitale che lo sproni non solo ad aumentare la propria attività fisica, ma anche a limitare la quantità di cibo ingerita, con la possibilità di monitorare anche il sonno di giorno in giorno.

Vi segnaliamo inoltre una serie di piccole funzionalità automatiche dello smartwatch davvero ben riuscite: ogni qual volta rileverà che siete stati un'ora fermi (magari seduti a lavorare o ad ascoltare una lezione) vi arriverà una piccola vibrazione con relativa notifica per incitarvi a rimettervi in attività e fare qualche piccolo movimento di braccia (che, ovviamente, il dispositivo conterà e registrerà). Se poi decidete anche di sgranchirvi le gambe e fare due passi allora il Samsung Gear vi premierà con un apprezzabile messaggio di "complimenti" per la vostra iniziativa. Come non citare infine le medaglie giornaliere che vi verranno assegnate superando determinati obiettivi come 60 minuti di camminata o 10 rampe di scale da percorrere in salita. Ovviamente potete variare queste soglie o lasciarle inalterate: verranno aumentate o abbassate automaticamente se state raggiungendo o meno gli obiettivi.

Un dispositivo ottimo ma ancora da affinare

Fino ad ora vi abbiamo citato solo le sue dimensioni generose tra gli aspetti non proprio convincenti, ma le vere pecche sono altre. La gestione delle notifiche funziona a dovere e queste sono visionabili immediatamente sulla prima schermata a sinistra della home. Anche se è possibile scorrere tra i vari gruppi di WhatsApp c'è la possibilità di visionare solo l'ultimo messaggio ricevuto: nulla di grave visto che in fin dei conti l'opzione serve più a capire chi vi ha mandato il messaggio e decidere se estrarre o meno lo smartphone dalla vostra tasca, ma c'è ancora spazio per migliorare la navigazione.
A volte purtroppo non è ben chiaro se state guardando l'anteprima della notifica o la notifica stessa (che invece viene mostrata per intero) e vi ritroverete ad effettuare degli improbabili swipe verso l'alto per eliminare il messaggio (opzione disponibile solo nell'anteprima) scoprendo solo in un secondo momento che dovete premere il tasto fisico "back" per tornare indietro. Se quelle che vi abbiamo citato sono solo delle piccole sbavature fastidiose, il sistema di riconoscimento vocale è invece totalmente da dimenticare in quanto lento, non reattivo, poco preciso e praticamente inutilizzabile in caso di rumori ambientali.
Sarebbe stato davvero comodo poter rispondere ai messaggi WhatsApp con dei messaggi vocali, ma purtroppo dovrete accontentarvi di brevi messaggi preimpostati che potete personalizzare dall'app Samsung Gear. Per concludere è bene ricordare che l'ecosistema di app di terze parti è davvero poco incisivo e che il prezzo del Samsung Gear Sport su Amazon.it è di 300€ sia in versione Blu che in versione Nera. Starà a voi capire se effettivamente il prezzo vale tutte le funzionalità che vi abbiamo descritto nella nostra recensione.

Samsung Gear Sport Samsung Gear Sport è un dispositivo che consigliamo soprattutto alle persone che vogliono tenersi in forma e registrare tutti i risultati dell'attività fisica che svolgono. Ci sentiamo di consigliare lo smartwatch specialmente a quelli che sentono di aver bisogno di un piccolo aiuto per mettersi in forma o che semplicemente vogliono mantenere uno stile di vita attivo. Con un prezzo attuale di 300€ e dimensioni abbastanza generose il Gear Sport ha tutto quello che dovrebbe avere un dispositivo orientato all'attività fisica, peccando purtroppo solo nel riconoscimento vocale che difficilmente riuscirete a sfruttare.

7.5