Samsung POWERbot VR7000 Star Wars Recensione: uno Stormtrooper tuttofare

Abbiamo potuto provare per qualche settimana il nuovo robot aspirapolvere di Samsung brandizzato Star Wars, un prodotto dedicato agli appassionati.

recensione Samsung POWERbot VR7000 Star Wars Recensione: uno Stormtrooper tuttofare
Articolo a cura di

Il grande mondo di Star Wars include al suo interno non solo film, serie TV, videogiochi, libri e fumetti, ma anche una quantità spropositata di gadget. Nel corso del tempo ne hanno fatti davvero di ogni tipo, dimensione e costo, non stupisce quindi che Samsung abbia pensato di creare un robot aspirapolvere in edizione speciale, in arrivo sul mercato in concomitanza con l'uscita del nuovo film il 13 dicembre. Insieme a Star Wars: Gli Ultimi Jedi, quindi, gli appassionati potranno mettere le mani un dispositivo decisamente unico nel suo genere, proposto in due versioni, una dedicata a Darth Vader, l'altra agli Stormtrooper, che si differenziano nel design, nelle funzioni e nel prezzo.
La variante dedicata al villain per eccellenza costa infatti 799€ (scontati a 599€ per chi effettuava il pre-order) e integra telecomando e connessione Wi-Fi, utile per controllarlo via app, mentre quella realizzata sulle fattezze delle truppe imperiali arriva sul mercato a 699€ (scontati a 499€), senza però la possibilità di comandarlo a distanza. Abbiamo provato per una quindicina di giorni proprio questo modello, che si è rivelato, oltre che un gadget interessante, anche decisamente funzionale.

Design e primo contatto

Sia la versione Darth Vader che quella Stormtrooper sono basate sullo stesso modello di base, ovvero il POWERbot VR7000. In questa recensione ci concentreremo esclusivamente sulla variante stormtrooper, che una volta tolta dalla scatola non può che strappare un sorriso a tutti i fan dell'Universo creato da George Lucas. I designer coreani sono stati bravi a sfruttare le linee del modello base POWERbot VR7000, conservando in tutto e per tutto l'aspetto di questo ma utilizzando la scocca per mostrare il casco di uno stormtrooper. Buono il primo impatto, che deve però fare i conti con una qualità costruttiva che rimane quella di un comune aspirapolvere. Le plastiche quindi sono di qualità piuttosto bassa e delicate, ma fortunatamente i sensori di cui è dotato questo robot gli consentono di evitare impatti pericolosi. Pericolosi non tanto per la funzionalità generale del dispositivo, quanto più la conservazione del suo aspetto estetico, elemento essenziale vista la tipologia di prodotto.
Nella parte superiore, in pratica sulla fronte dello Stormtrooper, troviamo tre tasti a sfioramento e tre led di stato. Il primo permette di avviare la pulizia automatica, il secondo di far partire quella SPOT, con cui pulire specifiche aree, e il terzo serve per far tornare il robot alla base di ricarica. Di fatto, questi tre pulsanti sono l'unica interfaccia con cui comandare il robot (oltre al tasto di accensione/spegnimento posto alla base del device). Niente di troppo complesso quindi, le funzioni sono poche ma questo permette un utilizzo molto semplice del dispositivo, utilizzabile davvero da chiunque.

Insieme al robot presente anche una base di ricarica, che il manuale consiglia di collocare in una zona sgombra da ostacoli. Nel nostro caso, l'abbiamo messa in un punto della casa piuttosto complicato da raggiungere, giusto per rendere la vita difficile al nostro stormtrooper, che seppur con qualche difficoltà è sempre riuscito a tornare sano e salvo alla base al termine della sua missione, come un vero soldato.

Un robot aspirapolvere tecnologico

La prima cosa da fare una volta estratto il robot dalla confezione è provvedere alla ricarica. Appena appoggiato sulla sua base, le particolarità di questo POWERbot VR7000 Star Wars Edition vengono subito a galla, visto che si ha un primo assaggio delle capacità vocali della macchina, che conferma attraverso una voce campionata l'inizio della carica. Ma è al primo avvio che si assiste a un vero spettacolo, perché è il tema di Star Wars ad accompagnare l'inizio delle pulizie. L'effetto è piuttosto strano, nella nostra mente abbiamo immaginato uno Star Destroyer solcare lo spazio profondo, nella realtà invece era semplicemente il robot di Samsung che iniziava a muoversi sul pavimento. Terminato il tema della storica saga, le pulizie sono proseguite senza ulteriori suoni. Pulizie agevolate dalle tecnologie inserite da Samsung nel suo robot. Pur essendo una versione meno accessoriata rispetto a quella con le effige di Darth Vader, questa edizione stormtrooper si difende comunque bene, grazie al Visionary Mapping Plus e al Fullview Sensor 2.0. Si tratta di un complesso di sensori composti da una fotocamera, integrata nella parte alta della scocca, e da nove sensori laser che misurano le distanze con gli oggetti circostanti. Di fatto si tratta degli occhi del robot, con cui riesce ad evitare ostacoli e brutte botte. Possiamo confermare che il sistema funziona piuttosto bene ed evita al POWERbot di urtare muri e mobili, e di evitare anche voli dalle scale, orientandosi così all'interno della casa.
Interessante notare il comportamento della macchina quando incontra un tappeto. Grazie al sistema EasyPass le ruote permettono di superare piccoli ostacoli: il robot si alza leggermente e procede con la pulizia, modificando l'aspirazione in base alla superficie, il tutto in modo totalmente automatico. Utile allo scopo anche il sistema Edge Clean Master, che permette la pulizia anche delle zone a ridosso dei muri.
Ovviamente, non possiamo pretendere miracoli: l'unico modo per permettere una pulizia completa è quello di lasciare campo libero al robot, sollevando le sedie da terra e spostando eventuali ostacoli. In questo modo, basta avviare la pulizia premendo un semplice tasto per lasciare al POWERbot il lavoro duro. L'autonomia è di circa mezz'ora, una volta terminata l'aspirapolvere ritorna automaticamente alla base, si ricarica e poi prosegue verso eventuali aree della casa non ancora pulite.

Molto buona la gestione degli ostacoli: ad esempio, abbiamo visto il robot gettarsi senza paura al di sotto di un comò, passando in uno spazio di soli 10 cm di altezza. Se si pensa che l'unità misura solo 9.7 cm di altezza, si capisce la precisione raggiunta dalla sensoristica di Samsung, che permette a questo POWERbot Star Wars Edition di passare anche sotto a spazi piuttosto angusti. Manca purtroppo il sensore per il rilevamento dello sporco e della polvere, di fatto il movimento viene fatto seguendo un schema pre-stabilito che si adatta poi agli ostacoli ambientali. Qualche piccola area rimane quindi tagliata fuori dalla pulizia, ma siamo rimasti comunque piacevolmente colpiti dalle prestazioni di questo robot aspirapolvere.

Samsung POWERbot VR7000 Star Wars Edition Con un prezzo di 499€ (almeno su Amazon), questo POWERbot VR7000 Star Wars Edition è un valido robot aspirapolvere, nonché un gadget particolare per gli appassionati di Star Wars. Se lo comprerete, sentirete il tema di John Williams molto spesso, per cui attenzione, dovete munirvi di tanta passione per evitare di stufarvi. Ma se ce l’avete, allora i suoni di questo particolare aspirapolvere automatico non vi disturberanno mai. A prescindere dall’aspetto, il VR7000 si è comportato bene durante le nostre prove, pulendo bene tutti gli ambienti in cui è stato utilizzato, anche senza il sensore per lo sporco sono poche le aree che non vengono pulite in modo automatico. Inoltre, grazie alle particolari ruote installate, il robot non ha problemi a superare piccoli ostacoli e a pulire anche i tappeti, sempre senza l’intervento umano. Le opzioni disponibili non sono tantissime ma non manca quasi nulla, compreso un sistema per temporizzare l’avvio della pulizia o la modalità spot, per concentrare l’aspirazione in un determinato punto. In definitiva quindi, abbiamo apprezzato le qualità di questo POWERbot VR7000 Star Wars Edition, che si conferma un simpatico gadget per tutti gli amanti del film. Per tutti gli altri, meglio andare sulla versione normale, senza personalizzazioni di Star Wars, che è reperibile oggi a un centinaio di euro in meno.