Samsung T7 Touch Recensione: un SSD portatile veloce e sicuro

L'SSD portatile di Samsung è pensato per trasferire grandi quantità di dati, con un occhio di riguardo alla sicurezza, grazie al lettore di impronte.

recensione Samsung T7 Touch Recensione: un SSD portatile veloce e sicuro
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Samsung è ormai da diversi anni uno dei più grandi produttori di memorie al mondo. Non solo RAM però, anche le memorie allo stato solido sono uno dei business in cui il colosso coreano spicca. Complice il progressivo abbassamento dei prezzi, gli SSD non sono più installati solo all'interno dei PC, ma vengono usati sempre di più anche per la realizzazione di memorie portatili, veloci e affidabili.
Sul mercato ci sono tanti modelli, ma quanti di questi possono dirsi effettivamente sicuri? Ecco perché Samsung ha creato il T7 Touch, un SSD portatile che ha una caratteristica peculiare: sulla sua scocca è installato un lettore di impronte digitali, in grado di aumentare non poco il livello di sicurezza dei propri dati.

Pensato per la massima velocità e sicurezza

Samsung T7 Touch è venduto in una confezione ben realizzata, a testimonianza della cura riposta nella realizzazione del prodotto. Questo è contenuto all'interno di un vano separato dal resto del bundle, che comprende un cavo USB Type C - USB Type C e uno USB Type C- USB Type A, utile per connettere la memoria anche a dispositivi con standard USB datati. Collegato il disco al PC questo viene subito riconosciuto come un'unità esterna, niente di diverso da un normale SSD. La differenza la fa il software di configurazione, che permette di memorizzare la propria impronta digitale. La configurazione è molto semplice, noi l'abbiamo fatta direttamente da smartphone, un Samsung Galaxy S20 Ultra, senza passare dal computer o dal Mac.

Una volta collegato il disco al telefono, questo viene riconosciuto come unità esterna, esattamente come da PC. Basta poi installare l'applicazione dedicata, disponibile per Android, per inserire così l'impronta digitale, pigiando più volte con il dito sul sensore presente sulla scocca dell'SSD.

Fatta questa semplice procedura, l'accesso ai dati viene garantito solo con la rilevazione dell'impronta digitale. Se non viene inserita, una volta collegato il disco a un PC-smartphone non vengono visualizzati nemmeno i nomi dei file. Il riconoscimento dell'impronta è rapido e preciso, del resto l'esperienza di Samsung ricavata dal mondo della telefonia è elevata.
La crittografia dei dati AES a 256 bit e la possibilità di inserire un'ulteriore password di accesso rendono il T7 Touch adatto al trasporto di dati sensibili.
Molta attenzione è riposta anche nella protezione fisica dell'unità di memoria. La scocca in cui è racchiusa è in alluminio, per un peso complessivo di 58 grammi e dimensioni di 8.5x5.7 cm, con uno spessore di 6 mm. Trasportarlo è molto semplice, anche in tasca non crea alcun fastidio. Particolare il LED che circonda il lettore di impronte digitali, che si illumina in base alle azioni svolte dalla memoria, ad esempio se è in fase di scrittura.

Sul fronte tecnico, il T7 Touch è dotato di un'interfaccia USB Type C 3.2 Gen2, capace di trasferire dati a un massimo di 10 Gbps, ed è disponibile nei tagli da 500 GB (usato durante questa prova), 1 TB o 2 T, per un transfer rate dichiarato fino a 1050 MB/s.
Un dato che si avvicina molto a quello che abbiamo ricavato dai nostri test, svolti con un PC composto da processore Ryzen 3900X e scheda madre MSI Meg X570 Godlike. In lettura e scrittura sequenziale il T7 raggiunge, rispettivamente, 1015 e 896 MB/s, valori il linea con i migliori prodotti di questo tipo in commercio e con il secondo benchmark effettuato con ATTO Disk Benchmark.

In un contesto di utilizzo reale, che abbiamo simulato copiando una cartella da 46 GB con file di diverso tipo dal disco principale del PC di prova (con interfaccia PCIex 4.0) all'SSD, abbiamo rilevato una velocità media di circa 400 MB/s, con picchi positivi che sono arrivati oltre i 500 MB/s e negativi intorno ai 300 MB/s. Copiando invece un singolo file da 16 GB la velocità di trasferimento è rimasta fissa tra i 519 e i 522 MB/s, a conferma delle buone prestazioni del T7.

Samsung T7 Touch Samsung T7 Touch è un SSD portatile veloce ma soprattutto sicuro, che pone proprio la sicurezza al primo posto nella sua offerta. Se non ne avete bisogno esistono molte altre memorie portatili dal costo inferiore, per questo modello servono infatti circa 157€ per la versione da 500 GB, 249€ per quella da 1 TB e 491€ per quella da 2 TB. Un costo più alto giustificato però dalle caratteristiche uniche del prodotto, che è rivolto all’utenza professionale in cerca della massima privacy possibile. Non un SSD adatto a tutti, ma perfetto per questa tipologia di target.

8.7