Sony LinkBuds S Recensione: auricolari compatti, potenti e con ANC

I nuovi auricolari TWS In-Ear di Sony offrono una dotazione di altissimo profilo nonostante le dimensioni ridotte: ecco la nostra prova sul campo.

Sony LinkBuds S Recensione: auricolari compatti, potenti e con ANC
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il mondo degli auricolari true wireless è diventato un campo minato fatto di promesse a basso costo, illusioni e modelli performanti dal costo spesso non accessibile a tutti: chiunque abbia provato ad avventurarsi nella ricerca di auricolari capaci di sostenere in un'unica soluzione sessioni di ascolto, allenamenti o chiamate di lavoro sarà, con buona probabilità, dovuto scendere a qualche compromesso. Tra i tanti produttori scesi in campo in questo settore, Sony ha saputo fornire, con una certa costanza, prodotti in grado di garantire un certo livello di qualità anche e soprattutto nei segmenti più elevati, come vi abbiamo raccontato nella nostra recensione dei celebri Sony WF-1000XM4.

Dopo aver provato a proporre qualcosa di nuovo con il lancio degli atipici LinkBuds, il colosso nipponico è tornato sul mercato proponendo i nuovi auricolari Sony LinkBuds S, che si avvicinano molto di più, per caratteristiche e qualità (ANC compreso), al top di gamma della casa. Abbiamo passato gli ultimi giorni in compagnia di questi inediti gioiellini e siamo pronti a raccontarvi la nostra esperienza.

Essenziali ed eleganti

Al contrario del modello iniziale della nuova gamma, di cui vi abbiamo parlato nella nostra recensione delle Sony LinkBuds e caratterizzate da un design "a ciambella", con gli auricolari LinkBuds S Sony torna ad abbracciare la tradizione presentando una cuffia In-Ear che si avvicina molto alle più famose WF-1000XM4, seppure in versione compatta. Le LinkBuds S riducono i fronzoli al minimo, risultando pulite ed eleganti sin dal primo sguardo.

Sono accompagnati da linee morbide e da una superfice esterna ricoperta da una texture ruvida che rende la presa più sicura e piacevole. Sotto al corpo che protegge il woofer è possibile intravedere i microfoni protetti da una piccola griglia, mentre nella parte interna spiccano i pin di ricarica e il sensore. Una piccola protuberanza sferica introduce, infine, il supporto auricolare.
La custodia compatta segue alla perfezione il design dei due buds grazie alle linee morbide e alla superficie, a sua volta ruvida. Nella parte superiore spicca il logo Sony, mentre sul frontale viene lasciato spazio al LED di segnalazione e posteriormente troviamo l'ingresso USB-C e il tasto per l'abbinamento/reset.
Una volta aperto il coperchio a scatto è possibile posizionare gli auricolari in linea, tenuti saldamente da un magnete.

Nella confezione, oltre al prodotto, sono inclusi tre diversi supporti per un totale di quattro taglie e un cavetto di ricarica USB-C di circa 10 cm, che abbiamo trovato eccessivamente corto. Merita una menzione il peso degli auricolari che, con 4.8 grammi ciascuno, si configurano tra i più leggeri in questa fascia, così come la custodia che arriva a toccare appena 35 grammi. Un plauso, infine, per la scelta dei materiali, ovvero plastica riciclata proveniente da parti di automobili dismesse.

Un top di gamma dal profilo compatto

Le LinkBuds S si presentano con una dotazione hardware degna di nota, a partire dai driver da 5 mm con magnete al neodimio in grado di restituire una risposta in frequenza di 20 - 20.000 Hz con campionamento a 44,1 kHz in condizioni standard e che diventa di 20 - 40.000 Hz grazie al supporto LDAC con campionamento a 96 kHz fino a 990 kbps.

L'elaborazione audio, è demandata al processore integrato V1 e non mancano il supporto a DSEE Extreme (una sorta di DLSS in versione sonora che effettua un vero e proprio upscaling della traccia audio), la virtualizzazione a 360° e la certificazione di resistenza IPX4. La cancellazione attiva del rumore può vantare l'assistenza della Modalità Suono Ambiente e dell'attenuazione rapida, mentre il comparto connettività è sostenuto dal Bluetooth 5.2 a 2.4 GHz con portata di 10 metri.
Al di là delle specifiche, i nuovi auricolari di Sony non hanno nulla da invidiare a modelli "superiori". L'esperienza quotidiana con questi TWS si è rivelata, infatti, più che piacevole: una volta abbinate al proprio smartphone e scaricata l'applicazione Sony Headphones, le cuffiette In-Ear esprimono tutto il loro potenziale.

L'ANC, che lavora molto bene sulle basse e sulle alte frequenze, può contare sulle funzionalità di attivazione automatica grazie al rilevamento delle azioni e alla memorizzazione delle posizioni: l'applicazione riconosce il contesto di utilizzo e adatta l'equalizzazione e la soppressione del rumore in base allo scenario.

Utile anche la funzione di speak-to-chat che si attiva quando si parla, anche se in alcuni casi ci è capitato qualche avvio accidentale. Nonostante la sensibilità di ingresso sia regolabile, i microfoni tendono a riconoscere come "voce" anche un semplice rumore gutturale.
In generale, la qualità audio in entrata è di altissimo livello grazie al supporto LDAC e all'intervento di DSEE Extreme, così come l'audio in uscita risulta chiaro e pulito anche in situazioni di particolare rumore ambientale, rendendole decisamente adatte a chiamate di lavoro e alle palestre più chiassose. Le superfici touch sono sensibili al punto giusto e possono essere personalizzate in base alle proprie esigenze, mentre i sensori riconoscono quando gli auricolari vengono indossati e tolti, agendo di conseguenza sul contenuto in ascolto.

Tanta autonomia in poco spazio

Ottima anche l'autonomia, che si attesta tra le tre e le cinque ore in base alle funzionalità attivate. La custodia consente almeno tre ricariche complete e offre il supporto alla ricarica veloce con cui, in soli cinque minuti, è possibile recuperare un'ora di autonomia.
Dal punto di vista della comodità di utilizzo le LinkBuds S offrono la massima versatilità, risultando molto stabili anche durante gli allenamenti più concitati.

Attraverso l'applicazione, poi, è possibile analizzare il proprio padiglione auricolare e scegliere il supporto più adatto all'anatomia dell'orecchio, così da tenere sotto controllo la pressione sonora anche in termini di sicurezza e salvaguardia dell'udito.

Sony LinkBuds S Le LinkBuds S sono degli auricolari In-Ear true wireless che non hanno nulla da invidiare ai top di gamma del settore e che puntano tutto sulla portabilità e sulla comodità di utilizzo. Compatti e leggeri, i nuovi auricolari Sony della serie LinkBuds offrono un’ottima qualità audio nonostante le dimensioni ridotte, con un'ANC di buon livello, una buona autonomia e una discreta resistenza, garantita dalla certificazione IPX4. Insomma, sotto diversi punti di vista il nuovo prodotto della casa giapponese si avvicina alle celebri WF-1000XM4, prezzo compreso: per portarsi a casa questi gioiellini ci vogliono 199 Euro. Se volete il massimo in termini di qualità, vi consigliamo ancora di puntare sulle sorelle maggiori; se invece siete alla ricerca di auricolari leggeri, dinamici e molto, molto comodi, i nuovi LinkBuds S fanno al caso vostro.

8.5