Sony WH-1000XM3 Recensione: le cuffie per viaggiare nel silenzio

Le cuffie di Sony sono pensate per chi viaggia molto e vuole un'ottima qualità di ascolto unita alla migliore cancellazione del rumore.

recensione Sony WH-1000XM3 Recensione: le cuffie per viaggiare nel silenzio
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Un paio di cuffie con cancellazione del rumore cambiano il modo di viaggiare. Lo abbiamo provato sulle nostre stesse orecchie, il viaggio è una parte importante per chi fa il nostro mestiere, dove capita spesso di spostarsi in un lungo e in largo per il globo a seguire presentazioni e workshop, con tratte spesso serrate per raggiungere paesi come gli Stati Uniti da una parte o la Cina dall'altra.
Chi ha necessità di spostarsi spesso per lavoro in aereo ha oggi la possibilità di migliorare drasticamente la qualità dei viaggi, basta acquistare delle cuffie con cancellazione del rumore e di colpo l'ambiente di volo cambia drasticamente.
Niente più ronzio dell'aereo, voci fortemente attenuate e tanto relax in più. Le soluzioni non mancano, ma se cercate il meglio in questo campo allora non esitate e andate diretti sulle Sony WH-1000XM3.
Ci è capitato di rado di provare un prodotto che stacca nettamente i concorrenti sulle prestazioni in un determinato ambito di utilizzo ma nel caso delle cuffie Sony è davvero così: se siete in cerca del silenzio, di un'ottima qualità di ascolto e non avete problemi di budget è inutile cercare oltre.

Comode anche dopo 14 ore di utilizzo continuato

Per testare a fondo le capacità delle Sony WH-1000XM3 le abbiamo messe alla prova nel contesto peggiore che si possa trovare: un viaggio di oltre venti ore da Taiwan all'Italia. Il comfort offerto durante l'utilizzo è stato semplicemente impressionante. Dopo le prime nove ore di volo verso il primo scalo a Dubai e altre cinque ore di attesa nel paese mediorientale, la pressione sulla testa non era avvertibile, la sudorazione assente: sembrava quasi di non averle indosso. Trascorsa una piccola pausa dall'ascolto musicale abbiamo preso il volo di ritorno, altre sei ore e mezza, senza riscontrare alcun problema.
Il merito di tutto questo va agli accorgimenti tecnici, al design e ai materiali utilizzati da Sony. Ogni elemento delle WH-1000XM3 è stato tarato a puntino, del resto l'esperienza fatta con le precedenti varianti ha permesso di limare tutti i difetti riscontrati in passato. Rispetto al primo modello le WH-1000XM3 hanno subito anche una cura dimagrante di circa 20 grammi, che vanno ridurre ulteriormente il peso sul capo.
I padiglioni auricolari avvolgono completamente l'orecchio e già da soli riescono ad offrire un buon isolamento dall'ambiente esterno. Sono realizzati in morbida pelle all'interno e in plastica nera opaca di ottima qualità all'esterno, adattandosi bene al capo grazie allo snodo che le fissa all'archetto.

Rispetto alle MDR-1000X che utilizziamo normalmente è scomparsa la pelle che ricopriva i padiglioni ma è rimasto il comodo sistema touch per il controllo di alcune funzionalità, installato nella cuffia destra. Con un swipe in avanti è possibile mandare avanti le tracce audio, dall'alto verso il basso si abbassa il volume, con un tap di può mettere in pausa. Molto utile la disattivazione della soppressione del rumore temporanea: basta appoggiare il palmo della pano sul padiglione destro per sentire i rumori ambientali, una volta tolta si ritorna però subito nel silenzio.

I cuscinetti dei padiglioni auricolari, negli ambienti climatizzati, non producono alcuna sudorazione, all'esterno e con il terrificante clima di Taiwan la situazione peggiora ma queste cuffie non sono pensate per questo, così come per l'attività sportiva. I padiglioni si innestano in un archetto realizzato in plastica, sempre di ottima qualità, e in metallo, archetto che è ricoperto nella parte alta di morbida pelle.
Il padiglione sinistro ospita il jack da 3.5 mm, che permette di utilizzare le cuffie anche se spente (senza noise cancelling), il tasto di accensione, un led di stato e un pulsante dedicato alla modalità di utilizzo, a scelta tra cancellazione del rumore e suoni ambientali. Per trasportare le cuffie durante il viaggio Sony include anche una confezione rigida, ben realizzata ma poco pratica viste le dimensioni generose.

Tanta tecnologia e autonomia super

Durante la nostra prova siamo arrivati ad ascoltare le WH-1000XM3 per oltre venti ore nell'arco di una giornata senza esaurirne la carica. Sony dichiara circa trenta ore di utilizzo e in base a quanto abbiamo visto questo dato è veritiero, mentre il tempo di ricarica, tramite USB Type C, si assesta intorno alle tre ore. La connessione alla fonte sonora avviene tramite Bluetooth e codec APT-X o APT-X HD, quest'ultimo da preferire per una migliore qualità audio (assente su iPhone).
La cancellazione del rumore passa attraverso diverse tecnologie e soluzioni pensate da Sony. Al livello più basico troviamo i padiglioni auricolari avvolgenti, che garantiscono un isolamento passivo dall'ambiente esterno, per poi passare al processore QN1 HD, che gestisce l'elaborazione del segnale generato dai microfoni installati all'interno e all'esterno dei padiglioni auricolari, deputati alla rilevazione-soppressione dei suoni ambientali.

L'invio del segnale bluetooth avviene tramite la tecnologia LDAC, certificata Hi-Res Audio Wireless e che spinge il bitrate fino a 990 Kbps: siamo lontani dalla qualità delle tracce loseless ma l'ascolto rimane comunque di alto livello e non deluderà la quasi totalità degli ascoltatori.

Molto avanzato il sistema di soppressione attivo del rumore, che grazie al chip QN1 HD e all'applicazione dedicata per smartphone è impostabile in base al contesto d'uso. Ad esempio, è possibile tarare i parametri utilizzati per la cancellazione del rumore in base alla pressione atmosferica, da utilizzare una volta in volo e raggiunta la quota di viaggio. Non abbiamo notato particolari differenze rispetto al già ottimo livello raggiunto senza taratura dedicata, ma è comunque una funzionalità in più, che fa capire il carico tecnologico all'interno di queste cuffie.

Sempre tramite applicazione è possibile effettuare un'ulteriore ottimizzazione in base alla forma dell'orecchio, o anche attivare un surround virtuale (da evitare per la musica) o ancora impostare un equalizzatore in base alle proprie preferenze. Presente anche un'opzione che disattiva temporaneamente la cancellazione del rumore in presenza di una chiamata in arrivo, oppure quando si attiva l'assistente vocale (Alexa, Siri e Google Assistant sono tutti compatibili).
A proposito di chiamate vocali, Sony ha migliorato nettamente le prestazioni in viva voce rispetto al primo modello, che aveva il problema di catturare molto rumore di fondo rendendo difficile telefonare. Ora la resa è nettamente superiore e l'interlocutore riesce a comprendere bene il parlato.

Finora abbiamo parlato di cosa non si sente indossando le WH-1000XM3, ma come si comportano una volta avviata la riproduzione musicale? Anche in questo caso, rispetto al primo modello sono stati fatti passi avanti notevoli, soprattutto nella riproduzione delle frequenze basse, piuttosto deboli in passato ma ora presenti e non preponderanti.
Il suono è diventato più ricco e corposo, con un'ottima dinamica, soprattutto sfruttando la connessione APT-X HD, che permette di spingere maggiormente sul volume, anche se in fondo non serve visto che l'assenza di rumori esterni permette di mantenerlo basso, a tutto vantaggio della salute delle orecchio. Lo spettro sonoro è ben rappresentato in tutta la sua interezza, basta un pizzico di equalizzazione per adattarlo alle proprie preferenze, per un'esperienza d'ascolto al vertice della categoria nel campo delle cuffie con cancellazione del rumore.

Sony WH-1000XM3 Le Sony WH-1000XM3 sono le cuffie da viaggio per eccellenza, se vi spostate spesso in aereo o in treno sono una vera e propria manna dal cielo. Attenzione però in strada, dove la percezione dell'ambiente esterno è importate per preservare la sicurezza. La soppressione del rumore è incredibile e taglia fuori tutti i rumori costanti e le voci di sottofondo, se qualcuno vi parla direttamente lo sentirete ma in fondo è un bene non rimanere completamente isolati dal mondo esterno. Il comfort è assoluto, si possono indossare anche per ore senza nemmeno sentirle e la qualità audio è ottima. Sotto questo fronte forse le Bowers & Wilkins PX sono leggermente superiori ma perdono nettamente sul territorio della cancellazione del rumore, che è poi la caratteristica primaria di un paio di cuffie pensate per viaggiare. Insomma, se cercate il silenzio e un'ottima qualità di ascolto le WH-1000XM3 sono la scelta migliore che potete fare. Certo tutto questo ha un prezzo, di 299€ online, ma ne vale decisamente la pena.

9.3