Sony Xperia 5 II Recensione: un ottimo e atipico flagship con DualShock 4

Nella recensione di Sony Xperia 5 II analizziamo un top di gamma tanto valido quanto atipico, tra pulsante fisico per lo scatto e display 21:9.

Sony Xperia 5 II Recensione: un ottimo e atipico flagship con DualShock 4
Articolo a cura di

Il mondo degli smartphone Android top di gamma è costellato di prodotti che garantiscono un'ottima esperienza d'uso. Tuttavia, spesso ciò che manca è l'originalità, vista l'ampia offerta del mercato. Arriva in questo contesto Sony Xperia 5 II, uno smartphone che presenta caratteristiche peculiari più uniche che rare, a partire dal supporto ufficiale al DualShock 4 di PlayStation 4, che si può utilizzare rapidamente in modalità wireless.
Si tratta sicuramente di un top di gamma atipico, tanto che al momento della presentazione le nostre sensazioni erano contrastanti. Sony Xperia 5 II è attualmente venduto a un prezzo di 899 euro tramite il sito ufficiale (8/128GB) e, al momento in cui scriviamo, è attiva un'offerta che consente di portarsi a casa 18.360 punti CP per COD Mobile, il controller DualShock 4 e il supporto per quest'ultimo.

Design e unboxing

Completo. Raffinato. Maneggevole. Questi termini racchiudono perfettamente l'essenza del design di Sony Xperia 5 II. La presenza del jack audio da 3,5mm nella parte superiore, affiancato da un microfono, strizza l'occhio a un certo tipo di utente, ma la vera chicca è il pulsante fisico sul lato destro per scattare le foto, che mira a ricreare l'esperienza offerta dalle fotocamere professionali. A fianco del pulsante di scatto non mancano il tasto per Google Assistant, il pulsante d'accensione con sensore d'impronte digitali integrato e il bilanciere del volume.

Spostandoci sul lato sinistro, troviamo un'altra peculiarità interessante: il carrellino per la SIM, che può ospitare due nanoSIM o una nanoSIM e una microSD, si può estrarre a mano, senza nemmeno dover utilizzare una spilla. Questo non compromette in nessun modo l'esperienza d'uso e conferma ulteriormente una certa attenzione al design da parte di Sony.
Per quanto riguarda, invece, la parte inferiore, fanno capolino un microfono e una porta USB Type-C 3.1, che supporta sia uscita video che OTG. Nessun problema con i metodi di sblocco, che si sono rilevati sempre reattivi. Peccato solamente per l'assenza del Face Unlock.
Anteriormente è presente un pannello che qualcuno definirebbe "vecchio stile": niente notch o fori, la fotocamera frontale è posizionata nel classico bordo superiore. Certo, Sony Xperia 5 II non è esattamente lo smartphone con lo screen-to-body ratio più elevato, ma questo tipo di design può fare contenti coloro che non digeriscono del tutto le succitate soluzioni. Il dispositivo è atipico anche sul retro, dove troviamo una tripla fotocamera "a semaforo" con rivestimento ZEISS T, pensato per ridurre i riflessi.

Tuttavia, gli elementi che si distinguono si trovano sopra al modulo fotografico, visto che fanno capolino flash LED e sensore RGB-IR, che serve principalmente per bilanciare correttamente i colori. I materiali sono di elevata caratura: frame in metallo e retro in vetro. L'unico aspetto negativo è il fatto che la backcover trattiene un po' troppo le impronte. Inoltre, la colorazione nera che abbiamo avuto modo di provare non mette del tutto in risalto il dispositivo. In ogni caso, sul mercato sono disponibili anche le versioni Grigie e Blu.

Due importanti punti a favore di Sony Xperia 5 II sono form factor e dimensioni. Infatti, il pannello frontale ha aspect ratio 21:9, quindi si tratta di un design "allungato". Questo consente di impugnare al meglio lo smartphone. Se poi consideriamo che le dimensioni sono di 158 x 68 x 8 mm, per un peso di 163 grammi, ci troviamo dinanzi a uno dei dispositivi più maneggevoli che abbiamo provato quest'anno.
Tra l'altro, la sporgenza del modulo fotografico non è eccessiva. Per quel che concerne la confezione di vendita, la dotazione va dritta al sodo: manualistica, smartphone, cavo USB Type-C/Type-C e caricabatterie da 18W. Quest'ultimo non è purtroppo dei più veloci e mancano cover e cuffie, ma il resto c'è.

Scheda tecnica di Sony Xperia 5 II

Top di gamma del 2020. Bastano queste parole per farvi comprendere quale sia l'obiettivo di Sony con questo Xperia 5 II. Il cuore dello smartphone è il processore octa-core Qualcomm Snapdragon 865 5G, montato da molti flagship di quest'anno. Dispone di un core che lavora a una frequenza massima di 2,84 GHz, nonché di 3 core a 2,42 GHz e 4 core a 1,8 GHz. Certo, recentemente è stato annunciato lo Snapdragon 888 e sul mercato c'è anche una variante Plus dello Snapdragon 865, ma la potenza non manca di certo al dispositivo.
Considerate inoltre che a supporto del SoC ci sono GPU Adreno 650, 8GB di RAM LPDDR5 e 128GB di memoria interna UFS 3.0. Quest'ultima è espandibile tramite microSD fino a 1TB.

La soluzione dell'azienda nipponica strizza particolarmente l'occhio anche agli amanti dei contenuti multimediali. Infatti, frontalmente troviamo uno schermo OLED CinemaWide da 6,1 pollici con risoluzione Full HD+ (2520 x 1080 pixel), protezione Corning Gorilla Glass 6, refresh rate di 120 Hz, touch sampling rate di 240 Hz, aspect ratio 21:9 e supporto all'HDR. Sony ha fatto un lavoro impeccabile: essenzialmente impossibile fare una critica al bilanciamento dei colori, che è al top della categoria, grazie anche alla modalità Creazione, che fornisce una riproduzione fedele della visione dei creatori. Le uniche due sbavature sono la funzionalità di luminosità adattiva, che tende verso il basso, e una luminosità massima che è buona ma non al top. Nulla di trascendentale.

Per il resto, l'aspect ratio 21:9 è conosciuto anche come formato cinematografico, in quanto consente all'utente di immergersi maggiormente nell'azione. Non mancano i DRM Widevine L1, che garantiscono di usufruire al meglio di piattaforme di streaming come Netflix e Amazon Prime Video. Insomma, il display è perfetto per gli amanti di film e serie TV, ma il refresh rate di 120 Hz consente, in abbinata all'ottimo comparto audio stereo Dolby Atmos (che dispone di Hi-Res Audio, LDAC e DSEE Ultimate, nonché di una funzionalità 360 Reality Audio per TIDAL), di godersi appieno anche il gaming, come vedremo dettagliatamente in seguito. Non mancano Always On e LED di notifica anteriore, posizionato in alto a destra.

Un altro aspetto su cui Sony ha puntato molto con Xperia 5 II è il comparto fotografico. Sul retro troviamo una tripla fotocamera posteriore da 12MP, composta da un sensore principale (f/1.7, 24mm, Dual-PD AF), una lente ultra-wide (f/2.2, 124 gradi, 16mm, Dual-PD AF) e un teleobiettivo (f/2.4, 70mm, PD AF). Assente il sensore ToF. Anteriormente fa capolino una fotocamera da 8MP con apertura f/2.0. I sensori posteriori possono registrare video fino a 4K/30 fps (si va oltre solamente in modalità Pro), mentre il sensore anteriore arriva a 1080p/30 fps. Non sottovalutate l'applicazione Cinema Pro, che consente di impostare manualmente i vari parametri. La stabilizzazione è buona in praticamente tutti i contesti.
Nell'applicazione fotocamera Sony mette a disposizione molte possibilità. I più pratici apprezzeranno l'applicazione Photo Pro, che consente di impostare i parametri manualmente per catturare i migliori scatti possibili. Dall'applicazione classica si accede invece rapidamente alle solite possibilità, dalle foto grandangolari fino a Google Lens, passando per Effetto creativo e Panorama. Il software ha diverse opzioni interessanti, ma a volte risulta un po' troppo dispersivo per gli utenti che non conoscono bene il mondo della fotografia.

Per quanto riguarda la qualità delle foto, quest'ultima è ottima sia nei contesti con buona luminosità che in quelli notturni, ma non aspettatevi scatti impeccabili in automatico. Infatti, il software consente di sfruttare tutto per bene solamente passando per l'applicazione esterna Photo Pro. Il bilanciamento dei colori non è male, ma in notturna, senza modalità Pro, la situazione può farsi complessa. Questo può risultare uno scoglio per molti utenti che non sanno gestire manualmente le varie opzioni. In ogni caso, ribadiamo che foto e video rimangono comunque ottimi, data anche la tecnologia che permette di scattare foto nitide in movimento.

Tuttavia, vista la campagna marketing incentrata molto sulla fotocamera, ci saremmo aspettati di più da questo dispositivo, considerato anche che i selfie della fotocamera frontale sono deludenti. Per farvi un'idea più precisa, potete trovare alcune foto non compresse nella nostra cartella Drive dedicata a Sony Xperia 5 II.

Una delle caratteristiche che ci aveva fatto storcere il naso in fase di presentazione è la batteria, dato che troviamo un'unità da 4000 mAh, che affiancata a un refresh rate di 120 Hz avrebbe potenzialmente potuto rappresentare un limite. Dobbiamo invece dire che Sony Xperia 5 II ha fatto registrare buoni risultati, consentendoci di arrivare essenzialmente sempre a fine giornata. Di default lo smartphone utilizza il refresh rate standard, ma anche attivando i 120 Hz non abbiamo avuto particolari problemi.
Certo, in alcune giornate particolarmente intense l'autonomia residua non era molta e non siamo dinanzi a un battery phone, ma i risultati hanno superato le nostre aspettative e il dispositivo si lascia usare senza troppi problemi. Peccato per il caricabatterie da 18W, non dei più veloci, e per l'assenza della ricarica wireless.
Da notare che lo smartphone supporterebbe in realtà la ricarica fino a 21W. Per il resto, non manca praticamente nulla: certificazione IP65/68, 5G, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ax (Wi-Fi 6), NFC e Bluetooth 5.1 sono al loro posto.

Software

Il sistema operativo è Android 10: al momento in cui scriviamo, le patch di sicurezza sono quelle del 1 ottobre 2020. Il software è pressoché stock, proprio come ci si aspetta da Sony. Non mancano tuttavia alcune aggiunte interessanti effettuate dalla società nipponica. Oltre alle applicazioni preinstallate, ad esempio Cinema Pro e Photo Pro, non manca anche una comoda funzionalità per aprire più applicazioni contemporaneamente. Quest'ultima è accessibile direttamente tramite una scorciatoia posizionata di default nella schermata Home.

Presente poi la modalità STAMINA, che disattiva diverse attività per cercare di prolungare al massimo la durata della batteria. Sul lato destro dello schermo è inoltre disponibile una barra rapida che permette di accedere alle applicazioni e altre funzionalità, compresa la modalità a una mano. Da non sottovalutare infine la funzionalità di vibrazione dinamica che si può attivare, ad esempio, su YouTube, in modo da farle "seguire" la musica. Insomma, un reparto software senza fronzoli, che tra l'altro offre un'ottima fluidità. Per quel che riguarda il supporto, è di pochi giorni fa la notizia che vuole l'arrivo di Android 11 su Sony Xperia 5 II a inizio 2021.

Prestazioni, benchmark ed esperienza d'uso durante la recensione

Vista la componentistica interna, risulta essenzialmente superfluo dire che Sony Xperia 5 II gira in modo impeccabile in ambito quotidiano, soddisfacendo l'utente in tutti i contesti. Per fornirvi dati concreti, lo smartphone ha fatto registrare 543687 punti su AnTuTu Benchmark, nonché 907 punti in single-core e 3374 punti in multi-core su GeekBench. I dati confermano appieno l'esperienza che abbiamo riscontrato smartphone alla mano, fluida e reattiva in ogni contesto, grazie anche al refresh rate di 120 Hz dello schermo.
Per fare un rapido confronto in termini di prestazioni, Sony Xperia 5 II non è lo smartphone più potente sul mercato, dato che ad esempio Xiaomi Mi 10 Pro ha fatto registrare 599259 punti su AnTuTu durante la nostra prova e ROG Phone 3 supera questo risultato grazie alla variante Plus dello Snapdragon 865. Nonostante questo, le prestazioni offerte dal dispositivo sono quelle della fascia alta e difficilmente qualcuno si lamenterà.

Gaming

Sony è molto conosciuta in ambito gaming per via del brand PlayStation e non poteva dunque esimersi dall'implementare delle chicche da questo punto di vista. Tra le più significative, oltre a una modalità Potenziatore gioco che fa da hub e ottimizza le prestazioni, troviamo il supporto diretto al DualShock 4. Tra i giochi ottimizzati per Sony Xperia 5 II c'è COD Mobile, che gira perfettamente su questo smartphone e lo abbiamo trovato preinstallato.

Supporto diretto al DualShock 4 di PS4Il controller di PS4 si può collegare in pochi secondi senza fili allo smartphone. Dal dispositivo è inoltre possibile controllare lo stato della batteria del controller.

Siamo dinanzi a uno degli unici dispositivi che consente di selezionare il preset "Ultra" in termini di FPS, in modo da puntare tutto sulla fluidità. Non manca inoltre la possibilità di utilizzare il preset "Molto alto" per la qualità visiva. Insomma, Sony Xperia 5 II è tra i migliori smartphone per giocare a Call of Duty Mobile. Abbiamo poi messo alla prova lo smartphone con svariati altri titoli, da Fortnite a PUBG Mobile, passando per ARK: Survival Evolved. Il titolo di Epic Games gira come si deve con preset "Epico" e 30 fps, mentre PUBG Mobile funziona bene con preset dettagli "Ultra HD" e frame rate su "Ultra". Infine, ARK: Survival Evolved, uno dei titoli più "pesanti" presenti sul Play Store, gira bene anche a "Epico".
A supporto di un'esperienza di alta caratura dal punto di vista di prestazioni e fluidità, troviamo un sistema di raffreddamento in grado di mantenere le temperature sempre su livelli ottimali, nonché un completo comparto software. Ci sono impostazioni di ogni tipo, compresa la possibilità di gestire la rapidità della risposta al tocco e cercare soluzioni online rimanendo in partita.

Sony Xperia 5 II Sony Xperia 5 II è un ottimo e atipico top di gamma. Si differenzia dalla concorrenza per via di caratteristiche peculiari come l'aspect ratio di 21:9, il pulsante fisico di scatto e il supporto ufficiale al controller DualShock 4 di PlayStation 4. Eccezionale display con refresh rate di 120 Hz, elevata qualità costruttiva e buona maneggevolezza sono i suoi principali punti di forza. Le pecche più evidenti sono invece da ricercarsi in un'applicazione Fotocamera un po' troppo dispersiva, in un'autonomia non esattamente da battery phone e in una fotocamera anteriore non al top. In ogni caso, Sony Xperia 5 II ha superato le nostre aspettative e si è rivelato uno dei top di gamma più equilibrati del 2020. Considerato il prezzo di 899 euro, importante ma inferiore a quello di molti altri flagship, non possiamo che promuovere il prodotto.

8.8