TCL 10 5G Recensione: un buon smartphone per vedere contenuti multimediali

TCL prende parte alla "battaglia per la democratizzazione del 5G" con lo smartphone TCL 10 5G: ecco come si è comportato nella nostra prova.

recensione TCL 10 5G Recensione: un buon smartphone per vedere contenuti multimediali
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

La "battaglia per la democratizzazione del 5G" è diventata più accesa che mai. Infatti, ci sono parecchi dispositivi che stanno tentando di percorrere questa strada nella fascia media del mercato. Più precisamente, il prezzo simbolo della succitata battaglia sono quei 400 euro a cui si avvicinano un po' tutti gli smartphone di questo tipo usciti nel corso degli ultimi mesi.
Non è, dunque, un caso il fatto che TCL 10 5G, smartphone che abbiamo avuto modo di testare come si deve nel corso delle ultime settimane, venga venduto a un prezzo di 399,90 euro in Italia. La direzione intrapresa dal brand nell'ultimo periodo è sicuramente interessante, ma andiamo a vedere come si è comportato il succitato dispositivo.

Design e unboxing

Una volta aperta la confezione TCL 10 5G fa subito capolino, mentre sotto il dispositivo troviamo la spilla per l'estrazione del vano SIM, la classica manualistica, una buona cover trasparente, un cavo USB Type-C, delle cuffie in-ear e un caricabatterie da 18W. Si tratta insomma di una dotazione classica, in grado di soddisfare le esigenze di molti utenti. L'unica pecca è il caricabatterie non esattamente dei più rapidi (in questa fascia si stanno ormai diffondendo i 30W). Un certo tipo di utente apprezzerà, invece, la scelta di TCL di mantenere il jack audio da 3,5 mm per le cuffie, presente in alto, a fianco del microfono.
Sul lato destro ci sono il pulsante d'accensione e il bilanciere del volume, mentre sulla sinistra si trovano il tasto per attivare l'assistente Google (nella variante europea lo Smart Key non è programmabile) e il carrellino per la SIM (singola nanoSIM + microSD per l'espansione di memoria). In basso troviamo gli altoparlanti, posti a fianco della porta USB Type-C 2.0 (niente uscita video, ma c'è la funzione OTG).

Il design anteriore presenta un foro per la fotocamera posizionato in alto a sinistra. Quest'ultimo è di piccole dimensioni e preferiamo una soluzione di questo tipo rispetto a quei dispositivi che hanno il foro al centro. Infatti, mettere quest'ultimo in un angolo è una scelta saggia, in quanto non disturba la visione di contenuti multimediali. Per quanto riguarda la backcover, essa mette in evidenza, in alto, i quattro sensori fotografici, affiancati da due flash LED. La sporgenza del modulo è molto ridotta, quindi lo smartphone non "balla" troppo quando appoggiato su una superficie piana.

Un po' più in basso c'è anche il sensore di impronte digitali. Il design è un po' già visto, sensazione che viene alimentata anche dalla colorazione Mercury Gray, che va a perdersi nella miriade di dispositivi "scuri" disponibili sul mercato. In realtà, qualche gioco di luce interessante c'è, ma abbiamo trovato il design un po' anonimo in generale.
In ogni caso, per chi vuole qualcosa di più vivace, è disponibile anche una colorazione Chrome Blue. Per il resto, il grip è buono e la solidità costruttiva c'è, visti anche i materiali utilizzati, ovvero vetro per il retro e alluminio per il frame.

Le dimensioni sono pari a 163,65 x 76,56 x 9,05 mm, per un peso di 210 grammi. Insomma, TCL 10 5G non è esattamente il dispositivo più leggero e compatto sul mercato, ma c'è da dire che il trend è ben delineato e ormai molti utenti si sono abituati a soluzioni di questo tipo.
Per il resto, oltre al sensore di impronte digitali posteriore, che ha sempre risposto bene, è presente anche il riconoscimento facciale, che si è rivelato rapido (vi consigliamo di abilitare l'opzione per lo sblocco del viso all'attivazione dello schermo, altrimenti dovrete effettuare sempre uno swipe). Tirando le somme sul design, TCL 10 5G è uno smartphone nella norma, che non spicca né in positivo né in negativo.

Caratteristiche tecniche

Non ci sono particolari sorprese nemmeno a livello di componenti, dato che risulta difficile stupire in questo segmento di mercato. La scelta del processore non poteva che ricadere sull'octa-core Qualcomm Snapdragon 765G, operante alla frequenza massima di 2,4 GHz (1 x 2,4 GHz + 1 x 2,2 GHz + 6 x 1,8 GHz), affiancato da una GPU Adreno 620, 6GB di RAM e 128GB di memoria interna (espandibile tramite microSD fino a 1TB). Si tratta dunque della classica configurazione che abbiamo visto su diversi smartphone che puntano a "democratizzare il 5G", quindi le prestazioni ci sono.

Arrivando allo schermo, anteriormente fa capolino un pannello LCD da 6,53 pollici con risoluzione Full HD+ (2340 x 1080 pixel), aspect ratio 19,5:9, screen-to-body ratio del 91% e refresh rate standard (ovvero 60 Hz). Non mancano HDR10 e la modalità Ambient Display, che attiva lo schermo quando si ricevono notifiche. La luminosità è buona ma non tra le più elevate del mercato.

Il vero punto di forza è la tecnologia NXTVISION di TCL, in grado di regolare in automatico contrasto, nitidezza e saturazione dell'immagine, nonché di migliorare la visione di contenuti SD, cercando di rendere l'esperienza più simile all'HDR, sopratutto in termini di colori, contrasto e profondità.

Funzionalità secondarie, ma interessantiUno smartphone è un dispositivo complesso, in grado di svolgere miriadi di attività. Per questo motivo, ci si potrebbe perdere alcune funzionalità interessanti. Nel caso di TCL 10 5G, dovete sapere che esso può ricaricare altri dispositivi, ad esempio uno smartphone o delle cuffie, a 5V/1.5A. Questa funzionalità si chiama OTG Reverse Charging e può risultare utile, ad esempio, per "dare una mano" a un amico che ha l'1% di carica residua. Bastano un semplice adattatore da USB Type-C a USB Type-A e il cavo presente in confezione (oppure un cavo USB Type-C/USB Type-C).

I colori sono in generale ben bilanciati, anche se ogni tanto il miglioramento visivo applicato da NXTVISION, attivato di default, va a creare qualche contrasto poco piacevole, facendo virare il colore nero verso il grigio in applicazioni come WhatsApp con Dark Mode attivata. Basta disattivare NXTVISION per rendere questi contrasti più naturali. In linea generale, è meglio attivare la succitata tecnologia solamente durante la visione di contenuti multimediali, ad esempio su piattaforme come Netflix e Amazon Prime Video.
A proposito di queste ultime, sono presenti i DRM Widevine L1, quindi è possibile visualizzare i contenuti in Full HD. Ribadiamo inoltre che il foro è una soluzione che non arreca troppo fastidio durante la visione di contenuti multimediali. In linea generale, lo schermo di TCL 10 5G è ottimo, anche grazie all'intervento del software. L'unica vera pecca è l'assenza di un refresh rate elevato, aspetto che ci ha fatto storcere un po' il naso. Manca il LED di notifica, ma in questo caso non è un particolare problema.

Il comparto fotografico include un sensore anteriore da 16MP (f/2.2), nonché una quadrupla fotocamera posteriore da 64MP (f/1.89) + 8MP (f/2.2, ultra-wide, 118 gradi) + 5MP (f/2.2, per le macro) + 2MP (f/2.4, per la profondità di campo). I quattro sensori posteriori arrivano a registrare video in 4K/30fps, mentre il sensore anteriore si "ferma" a 1080p/30fps. Quest'ultima è anche la risoluzione che consigliamo per ottenere una buona stabilizzazione in generale.

L'app Fotocamera dispone delle opzioni che vi aspettate: Rallentatore (fino a 960fps in 720p), Interrompi movimento, Lunga esposizione, Panorama, Super Macro, Pixel elevati, Ritratto, Super Notte e Pro.
Partendo dall'aspetto che ci ha convinto di più, il sensore delle macro ha una risoluzione più elevata rispetto a quella offerta da molti altri dispositivi (in genere questi sensori sono da 2MP). Questo si traduce effettivamente in una qualità finale molto interessante, che abbiamo apprezzato particolarmente durante la nostra prova.

Un po' meno convincente invece il reparto fotografico nel suo complesso: le foto escono bene in contesti con buona luminosità, ma non è raro che ci siano delle sgranature, soprattutto utilizzando il sensore grandangolare. In ogni caso, l'intelligenza artificiale riesce un po' a coprire i limiti del comparto, portando a casa un risultato tutto sommato discreto, seppur con colori sin troppo saturi.

Peccato per le foto in notturna, che presentano troppo rumore digitale. La modalità Super Notte riesce a migliorare un po' l'output, ma senza fare miracoli. Il massimo zoom raggiungibile è 10x, ma meglio fermarsi al 2x. Non male i selfie scattati dalla fotocamera anteriore, che escono meglio di diversi altri modelli. Insomma, il comparto fotografico è nella norma, lo definiremmo senza infamia né lode. Per farvi un'idea più precisa, potete dare un'occhiata alle foto non compresse presenti nella nostra cartella Drive dedicata a TCL 10 5G.

A livello di autonomia, troviamo una batteria da 4500 mAh. Una ricarica completa avviene in circa due ore tramite il caricabatterie a 18W (non dei più veloci per la categoria) e siamo sempre riusciti ad arrivare a fine giornata con il 20% circa di autonomia residua. Forse, vista la capienza, ci saremmo aspettati qualcosa in più, ma l'autonomia non è male e siamo sicuri che con utilizzo più blando del nostro si riescano a ottenere risultati migliori.

Assente una qualsivoglia certificazione IP. Per il resto, non mancano Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, NFC e Bluetooth 5.0. Lo slot per la SIM è singolo, aspetto che potrebbe far storcere il naso, ma che in realtà si trova anche in altri dispositivi 5G.
Discreto il comparto audio, che è mono e ha un volume massimo nella media (i nostri test hanno fatto segnare 79,5 dBA). Tuttavia, da un dispositivo che fa della visione dei contenuti multimediali il suo punto di forza ci saremmo aspettati di più.

Software

Il sistema operativo è Android 10 con personalizzazione TCL UI v.2.0.1A.l.B. Al momento in cui scriviamo, le patch di sicurezza sono quelle del 1 agosto 2020. La personalizzazione software è quella che ci si aspetta da un dispositivo di questo brand. Ci sono varie funzionalità aggiuntive interessanti, come la succitata NXTVISION e Smart Manager.
Non mancano inoltre la Dark Mode e la possibilità di forzare la visualizzazione delle app a schermo intero, nonché delle buone gesture e la possibilità di clonare le app, per utilizzare più account del stesso servizio (ad esempio, Instagram). TCL non ha lavorato male, anche se manca ancora un po' di "pulizia" a livello di interfaccia grafica. Il design non ci convince del tutto, ma per il resto la personalizzazione è interessante.

Prestazioni e benchmark

TCL 10 5G è esattamente quello smartphone 5G che vi aspettate a livello prestazionale, vista la presenza dell'immancabile SoC Qualcomm Snapdragon 765G. Il sistema operativo e tutte le operazioni quotidiane girano in modo fluido e senza troppi problemi.
A livello di benchmark, lo smartphone ha raggiunto un totale di 318556 punti su AnTuTu. Per quanto riguarda Geekbench, invece, è arrivato a 615 punti in single-core e 1905 punti in multi-core. Insomma, i numeri sono molto vicini a quelli degli altri dispositivi che mirano a "democratizzare il 5G".
Per intenderci, durante le nostre prove OnePlus Nord ha raggiunto 330753 punti su AnTuTu, mentre Xiaomi Mi 10 Lite 5G è arrivato a 320545 punti. Insomma, le diverge prestazionali tra i vari dispositivi di questa fascia non sono per nulla marcate. Per quanto riguarda la fluidità nell'uso quotidiano, si fa invece sentire la presenza di uno schermo con refresh rate standard (60 Hz), che non riesce a competere con il refresh rate a 90/120 Hz di altri concorrenti.

Gaming

Adesso che siete a conoscenza delle prestazioni del dispositivo a livello generale, probabilmente avrete già intuito quali sono le performance lato gaming. Abbiamo messo alla prova TCL 10 5G principalmente con Call of Duty Mobile, ARK: Survival Evolved e PUBG Mobile.
Prima di analizzare le prestazioni videoludiche, è bene soffermarsi un momento sulla modalità Gioco, che si attiva in automatico quando si avvia un titolo. Essa è configurabile direttamente dalle impostazioni e permette di aggiungere manualmente i giochi. In ogni caso, le sue opzioni più interessanti sono quelle che permettono di bloccare le notifiche e la luminosità, nonché di evitare tocchi involontari.
Non mancano inoltre un'opzione per sfruttare al massimo le performance (va attivata manualmente, perché va a influire sui consumi) e un'ottimizzazione della rete. Abbiamo visto modalità gaming più complete, ma bisogna dire che l'impegno da parte di TCL c'è e sicuramente ci sono delle idee interessanti.

Arrivando ai giochi, Call of Duty Mobile gira senza alcun tipo di problema con dettagli e FPS impostati su "Molto Alto". Non manca la possibilità di abilitare opzioni secondarie, come le ombre in tempo reale. Insomma, COD Mobile gira bene su TCL 10 5G.
Passando ad ARK: Survival Evolved, titolo conosciuto per via delle sue elevate richieste in termini di risorse, questo funziona discretamente a "Medio", anche se per ottenere una maggiore fluidità bisogna "giocare" un po' con le opzioni grafiche e magari passare a "Basso". Si tratta comunque di risultati che ci aspettavamo, visto che ARK è un gioco "critico" da questo punto di vista.
Infine, PUBG Mobile gira bene con dettagli impostati su "HD" e frame rate su "High". Insomma, TCL 10 5G è uno smartphone in grado di offrire buone soddisfazioni per quanto riguarda il gaming.

TCL 10 5G TCL 10 5G è uno smartphone che trova il suo maggior punto di forza nell'ottimo display e nella tecnologia proprietaria NXTVISION, in grado di migliorare la qualità di visione dei contenuti multimediali, che possono essere riprodotti in Full HD (ci sono i DRM Widevine L1). Altri aspetti positivi sono il completo reparto connettività, che include anche NFC, jack audio per le cuffie e 5G, la buona solidità costruttiva e le prestazioni, che sono quelle che ci si aspettano da uno smartphone dal prezzo che sfiora i 400 euro. Insomma, la strada intrapresa da TCL è interessante, soprattutto per gli amanti di film e serie TV. Tuttavia, ci sono diverse pecche da limare per riuscire a raggiungere la concorrenza, dalla presenza di uno schermo con refresh solamente standard (60 Hz) alla ricarica non delle più veloci, passando per un comparto fotografico non del tutto convincente (al netto delle buone macro) e per qualche sbavatura lato software. TCL 10 5G è un buon smartphone, ma in questo segmento di mercato la concorrenza è piuttosto agguerrita.

7.5