Dal lancio del Falcon Heavy alle criptovalute: la settimana tech

Torna l'appuntamento con le migliori news della settimana pubblicate su Everyeye Tech. Tanti temi ma pochi annunci ufficiali, in attesa del MWC.

rubrica Dal lancio del Falcon Heavy alle criptovalute: la settimana tech
Articolo a cura di

Continua ancora il periodo di calma per il settore della tecnologia, mentre ci avviciniamo sempre più all'inizio del Mobile World Congress 2018 di Barcellona, nel corso del quale i principali produttori di smartphone come Samsung, Huawei e Nokia presenteranno le nuove offerte per l'anno appena iniziato.
Tuttavia, nel corso della settimana non sono mancati gli annunci. Ad aprire le danze ci ha pensato Intel, che ha svelato i propri occhiali intelligenti, che si differenziano da quelli "classici" a cui siamo abituati per essere (almeno dal punto di vista estetico) praticamente uguali a quelli che indossiamo ogni giorni. La differenza è da ricercare nel fatto che il laser alla base degli occhiali brilla di rosso, bianco e nero e proietta sulla lente un'immagine da 400x150 pixel che consente di accedere rapidamente alle informazioni, le quali possono essere controllate sia tramite gesture della testa che da movimenti degli occhi.
E chissà che la tecnologia in questione in futuro non venga utilizzata anche in Cina, dove la Polizia in vista dell'anno Lunare ha adottato degli occhiali da sole che, attraverso una sofisticata serie di chip, possono effettuare il riconoscimento facciale delle persone. Il tutto è possibile attraverso un database pre-caricato con 10.000 sospetti. I primi dati parlano già di sette sospetti catturati e l'identificazione di 26 individui che viaggiavano sotto falsa identità.

iPhone X, AirPods, rallentamenti e FBI: la calda settimana di Apple

È stata l'ennesima settimana molto movimentata per Apple che, dopo avere annunciato i risultati finanziari dell'ultimo trimestre dello scorso anno, ha dovuto far fronte ad alcune segnalazioni da parte degli utenti.
Si è partiti da subito, lunedì, con alcune lamentele pubblicate dai possessori americani di iPhone X, i quali hanno riscontrato un fastidioso problema (presumibilmente a livello software) che rende il touch praticamente inutile durante le chiamate in entrata, impedendo agli stessi di rispondere alle telefonate. Sarà questo il motivo per cui a Napoli sono stati scoperti alcuni iPhone X con a bordo Android?
Sono arrivate anche buone nuove dal fronte rallentamenti, dal momento che Apple ha pubblicato la seconda beta di iOS 11.3, che ha finalmente introdotto il sistema che permetterà agli utenti (dalla prossima primavera) di disabilitare il sistema che rallenta il telefono nel momento in cui il degrado della batteria raggiunge un determinato livello. La versione dimostrativa dell'OS, oltre a mostrare il funzionamento, ha confermato che lo strumento è "specifico per iPhone e non si applica ad altri prodotti", inoltre potrebbe anche non approdare su iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X.
Non possiamo poi non parlare degli incredibili messaggi trapelati dall'FBI, che hanno come protagonisti due funzionari dell'agenzia governativa che, nel bel mezzo della polemica sull'iPhone 5C del killer di San Bernardino, hanno definito Tim Cook "un ipocrita che fa il paladino della privacy" nonostante la sua società abbia "sviluppato un sistema operativo progettato per rintracciare le persone senza che se ne accorgano".
Concludiamo questa nostra carrellata di news Apple con l'incidente segnalato da Jason Colon, un possessore delle AirPods che durante una sessione di allenamento in palestra ha lamentato l'esplosione di una cuffia e la fuoriuscita di fumo bianco dall'auricolare. Sulla questione sta già indagando Apple.

Bitcoin e criptovalute: altalena e dichiarazioni

Come di consueto, non possiamo non dedicare una parte della nostra rubrica al mondo del Bitcoin e in generale delle criptovalute, che da qualche mese sono ormai tra le protagoniste assolute delle nostre pagine.
Partiamo ovviamente dal Bitcoin, la moneta virtuale più importante al mondo, che ha registrato l'ennesima altalena, cominciata con un calo all'inizio della settimana che ha portato il valore a 7.000 Dollari, salvo poi assestarsi sugli 8.000 Dollari qualche giorno dopo.
Sono arrivate anche delle dichiarazioni molto interessanti da parte di Mario Draghi, il presidente della Banca Centrale Europea, che pur definendo le criptovalute un "investimento ad alto rischio non regolamentato", ha aperto contro ogni pronostico le porte al Bitcoin, affermando che prossimamente alcune banche del Vecchio Continente potrebbero seguire la falsariga della borsa di Chicago, che qualche settimana fa ha dato il via alla vendita dei future sul Bitcoin. Non si placa però la polemica sulla sua sicurezza: ad alimentarla ci ha pensato uno studio, secondo cui il 44 per cento delle transazioni sarebbero per attività illegali, motivo per cui molti stati si stanno muovendo per regolamentare il mercato.
Non sono mancate anche le previsioni degli analisti. Secondo Goldman Sachs, il valore delle criptovalute andrà presto a zero, facendo scoppiare la tanta temuta bolla.
Nel frattempo, però, arrivano dei progetti molto interessanti. Uno di questi è stato battezzato Nebula e consentirà agli utenti di vendere i dati genetici alle aziende farmaceutiche o del settore della biotecnologia in cambio di una criptovaluta ad hoc, il tutto per favorire il progresso e la ricerca.
Da Porto Rico, un gruppo di ricchi fanatici di Bitcoin vuole creare una città senza tasse basata interamente sulla moneta virtuale.

Space X - Falcon Heavy: missione compiuta

Mentre i politici tentavano di fermare il suo lanciafiamme, Elon Musk ha registrato un importante successo.
È stato infatti lanciato con successo da SpaceX il Falcon Heavy, il razzo più potente del mondo che, nonostante il mancato ritorno sulla Terra di uno dei tre booster, ha concluso con successo la missione mandando in orbita una Tesla Roadster.
L'evento è stato uno dei più visti su YouTube, piattaforma su cui nel giro di poche ore ha macinato milioni di visualizzazioni.

Torna Winamp, insieme ai vinili. Addio ai CD

Settimana anche molto movimentata dal fronte musicale. Un gruppo di sviluppatori ci ha portato indietro nei magici anni 2000, quando l'unico player "fico" per ascoltare le canzoni era Winamp. Ebbene, tale Jordan Elredge ha pubblicato una versione basata su HTML5 e Javascript di Winamp 2.9, che ora può essere utilizzato di nuovo per ascoltare canzoni presenti sul PC e che addirittura include anche un equalizzatore, proprio come lo storico player.
Dalla FIMI è arrivato un interessante rapporto in cui si legge che la crescita di vendite di vinili continua a essere stabile, mentre dagli Stati Uniti alcune catene hanno praticamente dismesso dagli scaffali i CD.
Sulla digitalizzazione della musica sono arrivate dichiarazioni molto importanti da parte dell'ex batterista dei Guns N'Roses, Matt Sorum, il quale ha affermato che il digitale ha praticamente tolto l'anima alla musica, con cui non si stabilisce più quella "connessione spirituale" che gli artisti avevano immaginato al momento della registrazione degli album.
Sempre sulla digitalizzazione, segnaliamo che è attivo il Portale della Musica Italiana, che contiene un secolo di brani grazie alle partnership strette con molte delle principali piattaforme online.