Galaxy Note 9, Elon Musk, Iliad e Android 9 Pie: le notizie tech della settimana

Si chiude un'altra settimana: finalmente Samsung ha presentato il Galaxy Note 9, il tutto mentre Elon Musk minaccia gli azionisit.

rubrica Galaxy Note 9, Elon Musk, Iliad e Android 9 Pie: le notizie tech della settimana
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il periodo estivo non è particolarmente ricco di annunci, nonostante questo, nell'ultima settima sono successi diversi avvenimenti interessanti nel mondo tecnologico. Dopo mesi di leak e rumor, Samsung ha finalmente presentato il Galaxy Note 9, di cui avevamo a lungo parlato su queste pagine in precedenza, un top di gamma dalle specifiche spinte e caratterizzato ancora una volta dall'iconico pennino.
Notizia importante arriva dagli Stati Uniti, dove Elon Musk ha intenzione di ritirare Tesla dal mercato azionario di Wall Street: per ora si tratta solo di un'affermazione del CEO dell'azienda, ma tanto è bastato per far attivare le procedure di controllo della SEC. Da non dimenticare anche l'arrivo ufficiale di Android 9 Pie, disponibile al download da qualche giorno, e il caso Iliad, con le dichiarazioni di Maurizio Gasparri al centro delle polemiche.

Samsung Unpacked: finalmente il Galaxy Note 9

E' finalmente arrivata l'ufficialità dell'ultimo smartphone top di gamma della stagione estiva. Samsung, infatti, nell'evento di giovedì ha svelato il Galaxy Note 9, di cui si era ampiamente parlato nelle settimane precedenti attraverso i vari leak emersi in rete, che sono stati praticamente tutti confermati nel corso del keynote. L'S-Pen è stata quasi completamente rinnovata attraverso l'aggiunta di una vasta gamma di funzioni nuove, mentre il dispositivo potrà raggiungere fino ad 1 terabyte di memoria, grazie ai 512 gigabyte inclusi nella variante base, espandibile tramite Micro SD. Troviamo poi uno schermo da 6,4 pollici Super AMOLED, processore octa-core Exynos 9810 e 6 o 8 gigabyte di RAM a seconda della versione. La memoria interna è disponibile nei tagli da 128 o 512 gigabyte, non manca nemmeno la doppia fotocamera posteriore da 12 + 12 megapixel con zoom ottico e frontale da 8 megapixel, una batteria da 4.000 mAh e il sistema operativo Android 8.1 Oreo.
A fianco del Galaxy Note 9, Samsung ha svelato anche il nuovo smartwatch, il Galaxy Watch, caratterizzato da un design circolare con display AMOLED, resistenza all'acqua, funzionalità di connettività LTE, processore Exynos 9110 e ghiera rotante.
Anche se non è stato mostrato, Samsung ha parlato dell'altoparlante intelligente basato su Bixby che sarà presentato in via ufficiale nel corso della Samsung Developer Conference. Stiamo parlando del Galaxy Home, che sarà caratterizzato da una serie di otto microfoni in grado di ascoltare gli utenti da qualsiasi direzione e da una partnership stilata con Spotify, che sarà presente come servizio di streaming musicale predefinito.

Elon Musk contro NASA ed azionisti

Come spesso accaduto negli ultimi tempi, tra i protagonisti assoluti della settimana figura anche Elon Musk, attivo su due fronti. L'amministratore delegato di Tesla e SpaceX, ad inizio settimana si è concentrato sul settore spaziale, smentendo uno studio pubblicato su Nature Astronomy da alcuni ricercatori della NASA e riguardante la terraformazione di Marte, che loro non sarebbe possibile. Musk, a distanza di qualche giorno, ha risposto affermando che secondo la sua opinione l'Agenzia Spaziale Americana si sbaglierebbe e che su Marte ci sia abbastanza biossido di carbonio per creare un'atmosfera, il che rende Marte terraforambile. Nessun dettaglio aggiuntivo a riguardo, però, ma un tweet che ha fatto a lungo discutere.
E se vogliamo parlare di tweet che hanno fatto discutere, non possiamo non citare quello che ha letteralmente gelato gli azionisti. Musk infatti, a sorpresa ha scritto che "sto pensando di rendere privata Tesla a 420 Dollari", una dichiarazione che ha fatto letteralmente il giro del mondo in quanto un'eventuale ritiro di Tesla dal mercato azionario potrebbe provocare un effetto importante per la compagnia.
Il tweet ha fatto schizzare il titolo alle stelle, ma la Securities and Exchange Commission potrebbe presto aprire un provvedimento nei confronti di Tesla ed Elon Musk. La legge americana prevede il reato per la "diffusione di informazioni false o fuorvianti su una società", soprattutto se queste sono arrivate per manipolare il prezzo delle azioni. Al momento indicazioni che portano verso questa direzione non ne sono arrivate, ma Musk dovrà tenere alta la guardia.

Iliad - Gasparri: botta e risposta su investimenti

Settimana difficile per Iliad, che dovuto fare fronte a non poche polemiche. Ancora una volta, a scagliarsi contro l'operatore francese è il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, mentre l'oggetto del contendere è il bando di assegnazione delle frequenze 5G, definito dallo stesso senatore un regalo, l'ennesimo. "Dopo l'uso spavaldo della legge Pisanu sull'identificazione delle sim, che gli viene consentito in spregio al rischio sicurezza paese ad alla concorrenza, ora gli viene riservato addirittura un terzo delle frequenze più pregiate dell'asta per la rete 5G, quelle 700 MHz" ha affermato Gasparri, il quale ha anche puntato nuovamente il dito contro gli investimenti che l'operatore avrebbe promesso. "E' ora di sapere quali iniziative intenda prendere il Governo per evitare che si produca un danno all'erario e che si inneschino, a causa delle numerose asimmetrie regolamentari in essere a favore di Iliad, distorsioni nel mercato che rallentino o impediscano la realizzazione del 5G in Italia".

Google P finalmente vede la luce

E' stata anche la settimana del rilascio di Android 9.0 Pie da parte di Google, sistema operativo arrivato senza troppi annunci ufficiali e in un periodo in cui non era atteso. Big G, infatti, ha da sempre adottato un approccio differente nei confronti degli aggiornamenti, a differenza di Apple che è solita rilasciati alle 19:00 ore italiana del martedì.
Android 9.0 Pie, comunque, è disponibile da qualche giorno sugli smartphone della gamma Pixel ed Essential Phone, anche via OTA, mentre seguiranno prossimamente Sony Xperia XZ2, OnePlus 6, OnePlus 5, OnePlus 5T, Oneplus 3, Oneplus 3T, Xiaomi Mi Mix 2S, Nokia 7 Plus, Oppo R15 Pro e Vivo X21.

Altra rimodulazione Vodafone

Mentre Kena fa le rimodulazioni al contrario, Vodafone continua ad aumentare i prezzi delle promozioni.
Questa settimana è toccato non solo ai clienti business normali, a cui è stato imposto il pagamento di 3 Euro in più al mese, ma anche alla fibra business, per cui il rincaro può toccare addirittura quota 10 Euro in più al mese.