Rubrica Guida all'acquisto della CPU - Novembre 2015

In questo articolo tentiamo di darvi una mano nell’acquisto del processore, districando il nodo dei tantissimi modelli disponibili, organizzandoli per fasce di prezzo e per destinazione d'uso.

rubrica Guida all'acquisto della CPU - Novembre 2015
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

Sulla scia di quanto fatto con le GPU, abbiamo pensato che sarebbe stato pratico stendere una guida medesima anche per i processori. I modelli di CPU in circolazione sono tanti e decisamente variegati, e tale sovrabbondanza porta tipicamente troppa confusione nell'utenza. Ogni processore ha inoltre numerose caratteristiche, specifiche e sigle fra le più disparate, che rendono la scelta ancora più difficile. Come per le schede video, in questa articolo abbiamo suddiviso le migliori alternative per fascia di prezzo, in ciascuna delle quali abbiamo tirato fuori un solo vincitore per rendere la questione più lineare e semplice possibile. Per ogni categoria, abbiamo spiegato le ragioni della scelta effettuata e, ove possibile, si è tentato di consigliare anche qualche alternativa e, in più, una soluzione APU. I gruppi sono stati stabiliti basandoci anzitutto sull'esperienza, e quelli formati dovrebbero risultare piuttosto significativi.
Nei vari confronti ci siamo focalizzati anzitutto sul rapporto qualità/prezzo ed abbiamo evitato di prendere in considerazione aspetti "di contorno", quali il costo della piattaforma associata al determinato processore. Infine, per ogni prodotto abbiamo fatto riferimento al prezzo praticato da Amazon Italia (o, in alternativa, da ePRICE), poiché riteniamo sia un indice abbastanza affidabile del reale valore di mercato di ogni modello.
Se avete intenzione di acquistare la vostra prossima CPU e desiderate valorizzare al meglio il vostro budget, allora siete nel posto giusto. Buona lettura!

Fascia <100€

Il gruppo dei processori entry-level è permeato da più modelli di quanto si pensi, e la lotta è già notevolmente vivace. Da questa ne esce vincitore l'AMD Athlon X4 860K, che si impone di pochissimo sulla concorrenza dell'Intel Pentium G3258. L'860K è un processore quad core con architettura Steamroller, e questo gli dà un concreto vantaggio sul rivale quando si tratta di multitasking ed uso generale. In più è overcloccabile, ma occhio al TDP, poiché i suoi 95W sono indiscutibilmente elevati. In coppia con una scheda grafica di fascia medio-bassa permette di giocare tranquillamente alla maggior parte dei titoli in FullHD. Se però desiderate solo e soltanto godervi i videogames allora fareste meglio a prendere il G3258, che è più indicato per lo scopo fra i due - nonostante sia dual core. Inoltre è anch'esso sbloccato per l'overclock.
A questo livello l'unica APU consigliabile è l'AMD A8-7600K, un prodotto a quattro core con grafica Radeon R7. Certo, non avrà le prestazioni di un X4 860K e una GPU dedicata, ma se il vostro budget è ristretto, per poco meno di cento euro vi portate a casa una buona soluzione.

Fascia 100-150€

Secondo noi, fra i 100 e i 150 non c'è altra strada che l'Intel Core i3-6100. E' una CPU che va abbastanza bene per un uso generale. Affacciatasi sul mercato recentemente, è basata sull'architettura Skylake e quindi installabile su motherboard con socket LGA 1151. Tale processore spicca però soprattutto in ambito gaming, grazie anche all'Hyperthreading di cui sono dotati i suoi due core, cloccati all'ottima frequenza di 3,7GHz. Ha persino un controller DDR4, che supporta memorie RAM fino a 2133MHz. Il TDP è piuttosto contenuto, pari a 47 Watt. Purtroppo non è overcloccabile, per cui non abbinatelo a schede madri con chipset Z170.
Se aspirate ad avere CPU e GPU in un unico package allora prendete in seria considerazione l'AMD A10-7850K. Si tratta di una interessante APU Kaveri a 4 core che scalano sino a 4GHz. Il socket è il classico per queste soluzioni, l'FM2+, e il TDP del 7850K è pari a 95W. La GPU è basata su una Radeon R7, la quale è capace di gestire senza troppi intoppi la maggior parte dei titoli a 1080p. In più, è un prodotto facilmente overcloccabile, sia lato CPU che GPU.

Fascia 150-200€

Questa rappresenta la fascia media dei microprocessori, in cui proponiamo l'Intel Core i5-6400. E' una CPU Skylake a quattro core, ma purtroppo senza Hyperthreading. Può accelerare fino a 3,3GHz grazie all'Intel Turbo Boost e supporta le DDR4 fino a 2133MHz. Non è overcloccabile in quanto il moltiplicatore è bloccato, ma le prestazioni generali sono di più che buone. Se volete risparmiare qualcosina potete andare sull'Intel Core i5-4460, CPU dello scorso anno ma le cui performance non si discostano troppo dal meno anziano i5-6400. A meno di 200 euro AMD offre l'FX-8350, un processore con ben otto core e design Vishera, che vi suggeriamo solo se fate uso di software professionali e se non giocate - e non avete intenzione di farlo.

Fascia 200-250€

L'Intel Core i5-6600 va a prendersi di diritto la medaglia d'oro in questa fascia, in cui AMD purtroppo inizia a mancare di prodotti degni di nota. Questo processore è potente quanto basta per la quasi totalità dei carichi, poco importa se state giocando ad un titolo pesante o se è richiesto alto parallelismo. Se ponete al suo fianco una scheda grafica di buon livello potrete godere di performance nei giochi più che buone. L'architettura è Skylake e il socket supportato è di conseguenza l'LGA 1151. Il moltiplicatore è bloccato, e purtroppo i 3,90GHz raggiunti con il Turbo Boost rimarranno tali. Il TDP è di 65W, basso se pensiamo alla potenza computazionale di cui è capace. Raccomandiamo fortemente di accostare a questo processore una GPU dedicata, in quanto quella integrata non gli rende giustizia nel gaming.

Fascia 250-300€


Per una quarantina d'euro in più avete accesso alla versione con moltiplicatore sbloccato dell'Intel Core i5-6600, ovvero l'i5-6600K. La frequenza base sale di 200MHz rispetto alla versione liscia, mentre quella massima rimane ferma a 3,90GHz. Questa però potrà essere spinta a seconda del dissipatore in vostro possesso (e dalla fortuna), quindi assicuratevi di installarlo su una motherboard con chipset Z170 per dare via libera a tutto il suo potenziale. Tutte le altre caratteristiche sono pressoché identiche all'i5-6600, e purtroppo continua a mancare l'Hyperthreading. Si tratta di un modello che scommettiamo molti di voi troveranno ideale per bilanciare prestazioni e prezzo, e noi siamo d'accordo.
A tale livello sconsigliamo il flagship AMD, l'FX-9590, poiché l'architettura Bulldozer è davvero poco efficiente. Basti pensare che il TDP di questa soluzione agguanta i 220 Watt.

Fascia 300-450€

La scena è in questo caso dominata dall'Intel Core i7-6700K, il più potente processore Skylake in commercio. I quattro core possono spingere sino a 4,2GHz e godono dell'Hyperthreading. E' così prestante che potrebbe persino essere utilizzato in una workstation. E' ovviamente overclockabile e va utilizzato, senza se e senza ma, con un chipset Z170. Scontata la compatibilità con le memorie RAM DDR4. Con questo processore potrete fare praticamente di tutto e non temere alcun carico di lavoro.
Se desiderate, potete risparmiare un bel po' e acquistare il Core i7-4790K, soluzione con architettura Haswell e frequenza massima di 4,4GHz. Perderete fra il 2 ed il 20% in prestazioni a seconda dello scenario, ma non vi farà rimpiangere il suo successore - ed il vostro portafogli sarà più contento. Insomma, se l'obiettivo è il gaming, scegliere l'i7-4790K acquista ancora più senso, tenuto conto che in game non si comportano tanto differentemente.
A 399 euro si trova anche l'Intel Core i7-5820K. Esso è un prodotto appartenente alla gamma Haswell-E, è fornito di 6 core con Hyperthreading. Va adagiato in un socket LGA 2011-v3 e il TDP è di 140W. Supporta le DDR4, la frequenza in Turbo Boost è di 3,6GHz ed ha il moltiplicatore sbloccato. Sceglietelo esclusivamente se fate massiccio utilizzo di applicazioni professionali.

Fascia >450€

Andare oltre i 450 euro non è un'operazione consigliabile, poiché le prestazioni salgono in maniera decisamente sproporzionata al prezzo. Date un'occhiata a questa fascia se fate parte di una specifica tipologia di utenti o se il budget a vostra disposizione è molto, molto elevato.
Nella fascia estrema vi raccomandiamo l'Intel Core i7-5930K, che è essenzialmente una variante più veloce delli'i7-5820K. Ha le sue stesse features, tranne che per la frequenza massima - in tal caso si alza leggermente e giunge a 3,7GHz - e per le linee PCI-Express, che sono ben 40. Se avete in mente una configurazione con tre o più schede grafiche questo potrebbe tornarvi comodo. Tale processore è basato sullo stesso, identico design dell'i7-5960X, ma possiede due core disabilitati. Anche se il vostro budget fosse così alto, non sarebbe una scelta saggia acquistare l'i7-5960X, CPU Haswell-E di punta ad 8 core, poiché di fatto costa il doppio (quasi 1100€) dell'i7-5930K e le prestazioni sono simili nella maggior parte delle circostanze. Inoltre nei videogiochi si comporta generalmente peggio. Insomma, si può considerare più una roba da server, ma se proprio volete esagerare...