Le news tech più importanti della settimana, da AmazonGo a Elon Musk

Puntuale come ogni fine settimana, torna su Everyeye.it l'appuntamento con le news tech più importanti degli ultimi sette giorni. Vediamole insieme!

rubrica Le news tech più importanti della settimana, da AmazonGo a Elon Musk
Articolo a cura di

Settimana insolita, quella che sta per chiudersi, a livello di news tecnologiche. Mentre ci avviciniamo a grandi falcate al Mobile World Congress di Barcellona, che prenderà il via a febbraio, a farla da padrone sono rumor sui possibili smartphone top di gamma, ma anche le innovazioni che vedremo al di fuori del mercato dei cellulari nel corso dei prossimi anni. Sono anche stati sette giorni molto importanti dal fronte diritti TV, con Sky che ha fatto incetta di manifestazioni, mentre la Lega Calcio di Serie A ancora non ha trovato un accordo per l'assegnazione dei diritti televisivi per il campionato nel triennio 2018-2021.

Diritti TV: la Serie A lontana da un accordo, ma Sky va in all-in

Come dicevamo poco sopra, si è tenuta il 22 gennaio la prima tranche di trattative per l'assegnazione dei diritti TV della Serie A per il triennio 2018-2021. Durante un primo incontro esplorativo non sono stati trovati punti d'incontro, a causa delle offerte non soddisfacenti secondo i 20 club di Serie A, che invece puntano al miliardo di Euro. Se uno scenario del genere era prevedibile a inizio settimana, desta non poche preoccupazione l'esito dell'incontro del fine settimana, nel corso del quale la Lega ha rifiutato le offerte pervenute da Mediaset e Sky, con l'emittente di Murdoch che ha apertamente manifestato le proprie intenzioni di voler continuare a puntare sul campionato italiano attraverso una lettera letta in assemblea.
Sempre dal fronte diritti TV, è estremamente importante l'accordo chiuso dalla Rai per la Champions League. La TV di stato, infatti, si è aggiudicata il pacchetto di Sky che le permetterà di trasmettere in esclusiva, in chiaro, il miglior incontro del mercoledì con protagonista una squadra italiana.
Sky, nel frattempo, ha anche annunciato di aver prolungato l'accordo per la Formula 1, che sarà trasmessa anche in HDR, ma la vera novità della settimana è rappresentata dall'accordo raggiunto con la UEFA per gli Europei di Calcio 2020, che la Pay TV trasmetterà in esclusiva.

Amazon Go apre i battenti, tra furti ed errori

È stata anche la settimana di Amazon Go, il negozio senza cassa di Amazon che ha finalmente aperto i battenti in via ufficiale dopo essere stato testato per circa un anno (dal 5 Dicembre 2016, per la precisione).
Una notizia accolta con pareri molto vari da parte dei nostri utenti, alcuni dei quali non hanno nascosto i timori per il possibile impatto che potrebbe avere una tecnologia del genere sui posti di lavoro, dal momento che - come vi abbiamo ampiamente raccontato negli approfondimenti pubblicati su queste pagine - Amazon Go non include nessun tipo di persona fisica o personale, in quanto si basa esclusivamente sull'intelligenza artificiale e una sofisticata serie di sensori e telecamere che sono in grado di riconoscere gli utenti e scalare l'importo dei prodotti prelevati dagli scaffali dalle carte di credito associate agli account Prime.
Sul tema del taccheggio è intervenuta anche Gianna Puerini, la vice presidente della divisione di Go che, parlando con CNBC con una giornalista che aveva prelevato uno yogurt da uno scaffale senza pagarlo (involontariamente), ha affermato che "il taccheggio accidentale accade così raramente che non abbiamo nemmeno predisposto un servizio o un ufficio in cui i clienti possano segnalare il tutto", quasi a dire che il gigante di Jeff Bezos non risente di alcun furto, vista l'enorme quantità di prodotti che muove.

Il meraviglioso mondo di Elon Musk (senza stipendio)

Tra i protagonisti assoluti della settimana c'è stato ovviamente Elon Musk, ormai entrato stabilmente tra i personaggi più chiacchierati, apprezzati e discussi di questo magazine. Musk, con Tesla, ha firmato un particolare accordo che non prevede il pagamento di alcun tipo di stipendio. L'amministratore delegato, infatti, riceverà dei bonus solo al raggiungimento di determinati obiettivi aziendali, come rivelato in un comunicato stampa diffuso dall'azienda in cui si legge che "Elon non riceverà alcun tipo di compenso (stipendio, bonus, scatti di anzianità, azioni) fin quando l'azienda non raggiungerà gli obiettivi aziendali. Il solo compenso di Elon sarà un premio del 100% sulle performance di Tesla, il che rappresenta una garanzia per investitori e azionisti".
Nel frattempo, Musk continua a lavorare anche su progetti paralleli, come il lanciafiamme disponibile in vendita su Reddit. Tuttavia, Musk come sempre ha fatto le cose a suo modo e ha reso accessibile la pagina solo a coloro che siano in possesso di una password, che neanche a dirlo è stata cambiata dopo essere stata scoperta. Per gli interessati, il lanciafiamme ha un costo di 600 Dollari, ma il design finale sarà radicalmente differente rispetto al prototipo.
Un successo importante Musk l'ha ottenuto dalla batteria montata nel Sud dell'Australia, che ha generato 1 milione di Dollari di profitto nel giro di pochi giorni, meno di un mese. Chissà che possa fare da traino anche per l'adozione da parte di altre nazioni.

Fatturazione a 30 giorni: ancora polemiche

Ancora molte polemiche dal fronte della fatturazione a trenta giorni per gli operatori. Mentre Tre e Fastweb hanno annunciato i propri piani per adottare il nuovo sistema previsto dalla legge, l'Antitrust e alcuni movimenti e partiti si sono mossi per tutelare gli utenti.
A fare da apripista è stato il Partito Democratico, firmatario della proposta di legge. L'avvocato e deputata Alessia Morani, che ha contribuito alla scrittura della norma, attraverso un post pubblicato sulla propria pagina ufficiale Facebook ha annunciato che il proprio partito ha presentato un esposto all'AGCOM per gli aumenti imposti dagli operatori telefonici, che hanno spalmato il costo precedentemente concordato di 13 mensilità su 12, provocando un aumento dell'8,6 per cento a bolletta. Il Partito Democratico, nelle persone di Alessia Morani, Simona Malpezzi, Stefano Esposito e Alessia Rotta, ha deciso di presentare un esposto all'AGCOM e all'Antitrust per evitare che le compagnie telefoniche facciano cartello.
L'AGCOM, comunque, ha annunciato di essere vigile sul comportamento degli operatori telefonici: in particolare il garante si sta concentrando su tre punti che potrebbero rappresentare una violazione della legge. Da questo fronte si è mosso anche Movimento Consumatori, che ha deciso di diffidare Vodafone.

Apple guarda al futuro, mentre lavora ad iOS 11.3

Settimana di lavoro anche per Apple. Il colosso di Cupertino, attualmente, è impegnato sullo sviluppo di iOS 11.3, che includerà lo switch per disabilitare il sistema di power management che rallenta gli smartphone in automatico per evitare riavvii e blocchi e sarà disponibile in primavera.
Nel frattempo, però, si è fatto un gran parlare del riscontro ottenuto da iPhone X. A riguardo sono emerse molte indiscrezioni. Per Canalys, ad esempio, è stato lo smartphone più venduto al mondo durante il periodo di Natale, mentre altri rapporti emersi in rete hanno affermato, clamorosamente, che Apple sarebbe pronta a cancellare il dispositivo già a partire dalla prossima estate, per focalizzarsi sui successori, tra cui dovrebbe figurare uno smartphone da 6.1 pollici con cornici sottili, aspect ratio di 18:9 ma schermo LCD e non OLED, a causa dei problemi di produzione.
Nel frattempo, però, in Cina un utente ha deciso di mangiarci su, dando un morso al proprio iPhone che, ovviamente, gli è esploso tra le mani.