Le news tech più importanti della settimana: dal caso Amazon ai record Apple

Dalla trimestrale di Apple alle falle Meltdown e Spectre, passando per il braccialetto di Amazon. Vediamo insieme tutte le novità più importanti.

rubrica Le news tech più importanti della settimana: dal caso Amazon ai record Apple
Articolo a cura di

È stata una settimana molto interessante, ma povera di novità di rilievo. A farla da padroni, infatti, sono stati gli annunci delle trimestrali: Apple ha confermato il calo di vendita per gli iPhone, che però non ha inciso sul fatturato che è aumentato. In Italia si è fatto un gran parlare del braccialetto di Amazon che avrà l'obiettivo di massimizzare le performance lavorative dei dipendenti, sebbene almeno a oggi non sia in programma un possibile lancio pubblico. A riguardo si è espressa praticamente tutta la politica italiana, in fermento per la campagna elettorale. Vediamo insieme tutte le notizie più importanti.

Il caso dei braccialetti Amazon

Non potevamo non partire da un caso che ha letteralmente dominato le prime pagine di tutti i giornali nazionali e che è addirittura finito anche in campagna elettorale.
Stiamo parlando, ovviamente, dei braccialetti di Amazon che il gigante di Seattle ha registrato e che avranno l'obiettivo di monitorare i movimenti dei dipendenti per massimizzare ulteriormente il lavoro nei magazzini.
Le due licenze sono state scovate da Geetkwire e parlano di alcuni dispositivi indossabili che sono in grado di tenere traccia dei movimenti delle mani di coloro che lavorano nei magazzini di Amazon. Nella fattispecie, gli indossabili sarebbero in grado di monitorare i movimenti delle braccia dei magazzinieri per verificare come si relazionano con le scorte. La testata ha fatto l'esempio di un dipendente che, dopo aver ricevuto l'ordine, deve andare a prendere un oggetto e si avvicina allo scaffale sbagliato. In questo modo si andrebbe a massimizzare il lavoro dei dipendenti.
Il sistema sarebbe composto da tre parti, inclusa una a ultrasuoni per le mani (il bracciale vero e proprio) che lavorerà insieme a dei trasduttori disposti intorno all'ambiente di lavoro e un modulo di gestione per monitorare l'attività. Nella licenza si legge che il sistema potrebbe essere utilizzato fin quando i robot non diventeranno abbastanza intelligenti da completare autonomamente l'intero processo.
Immediate sono arrivate le repliche dal mondo politico italiano, che negli ultimi tempi è stato costretto a relazionarsi più volte con il mondo Amazon dopo lo sciopero del Black Friday. A riguardo è intervenuto il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, che durante un evento elettorale a Roma ha affermato che "la sfida è il lavoro di qualità e non il lavoro con il braccialetto".
Successivamente sono arrivate anche le prime dichiarazioni ufficiali della compagnia, che attraverso alcuni rappresentanti ha affermato che "le speculazioni sull'utilizzo del brevetto dei braccialetti per i dipendenti sono fuorvianti. Ogni giorno i dipendenti utilizzano scanner palmari". "Muovendo le attrezzature verso i polsi dei dipendenti, le mani vengono liberate dall'utilizzo degli scanner e gli occhi non devono più guardare lo schermo. Tutte le tecnologie che abbiamo implementato fino a oggi hanno contribuito al miglioramento delle condizioni di lavoro nei nostri centri di distribuzione" hanno affermato i rappresentanti del gigante americano a ridosso di un incontro tenuto con il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda.

La trimestrale di Apple

Non è stata una trimestrale estremamente tranquilla per Apple, alle prese già da qualche settimana con i rumor sul possibile taglio alla produzione dell'iPhone X.
Il calo delle vendite però a quanto pare non era campato completamente in aria, ed è stato confermato dalla stessa società di Cupertino nel corso della conference call tenuta qualche giorno fa. La compagnia, nella fattispecie, ha venduto 77.3 milioni di iPhone, in calo dell'1 per cento rispetto ai 78,3 milioni dello stesso trimestre dell'anno precedente. Crescono invece gli iPad, dell'1 per cento: Apple ha venduto 13.2 milioni di tablet, contro i 13,1 milioni dello stesso periodo del 2016.
Crollo per i Mac, le cui vendite sono crollate del 5 per cento a 5,1 milioni di unità rispetto ai 5,37 milioni del Q3 2016. Cook ha definito quello concluso "il più grande trimestre nella storia di Apple" e ha anche affermato che "l'iPhone X ha battuto le nostre aspettative ed è stato il nostro iPhone più venduto da novembre".
Il fatturato, infatti, è salito a 88,3 miliardi di Dollari, a fronte di un utile netto trimestrale di 20,1 miliardi di Dollari.
Il dato incredibile di Apple è che vende circa dieci iPhone al secondo e che, secondo gli analisti, ha riportato un calo della domanda solo a causa del trimestre più corto, visto che il Q3 2016 era composto da 98 giorni (14 settimane) contro i 91 giorni (13 settimane) del Q3 2017.
Il dato più particolare però è rappresentato dal record di vendita di Apple Watch.

Il Bitcoin approda nel mondo del calcio

Altra settimana movimentata dal fronte Bitcoin, che è ufficialmente approdato anche nel mondo del calcio, in Turchia, dove la squadra dilettantistica Harunustaspor ha acquistato il ventiduenne Omer Faruk Kiroglu per 0,0524 Bitcoin, pari a 440 Euro, una prima assoluta come rivelato anche dal presidente Haldun Shit, il quale senza mezzi termini ha affermato che la scelta di utilizzare il Bitcoin come moneta per il trasferimento è da imputare esclusivamente alla popolarità che la notizia avrebbe dato alla squadra.
Non sono però mancati gli attacchi. L'economista Paul Krugman sulle pagine del New York Times si è nuovamente scagliato contro la cripto valuta, affermando che la "sua natura rende il Bitcoin molto suscettibile alla manipolazione del mercato. Nel 2013 le attività fraudolente di un singolo trader fecero crescere di sette volte il corso della criptovaluta", e ha affermato senza mezzi termini che "non consiglierei nemmeno al mio barbiere di acquistare Bitcoin. Finirà male, e prima accadrà e meglio sarà per tutti". Nel frattempo, Facebook ha vietato tutte le pubblicità per Bitcoin, ICO e criptovalute in quanto "fuorvianti e ingannevoli", probabilmente per evitare casi come quello di Prodeum, una startup impegnata nella raccolta fondi tramite ICO che è salita nel nulla lasciando messaggi di sfottò.
Discorso diverso a Torino invece, dove un cinese ha acquistato una casa in Bitcoin, segnando un'altra prima assoluta per il nostro Paese, che si sta aprendo sempre più verso le monete virtuali

Meltdown e Spectre: arrivano i malware

Non sono mancate le novità dal fronte Meltdown e Spectre. Un gruppo di ricercatori, infatti, ha identificato i primi malware pronti a sfruttare le vulnerabilità, sebbene al momento ancora non siano state sfruttate, fortunatamente.
Nel frattempo si stanno muovendo anche i produttori, come AMD, che attraverso l'amministratore delegato Lisa Su ha rivelato che i propri processori saranno al riparo da Spectre grazie all'architettura Zen 2, che con ogni probabilità vedranno la luce nel 2019 e saranno basate sul processo produttivo a 7 nanometri FinFET.
Settimana turbolenta per Intel, che si è vista ritirare le patch da Microsoft a causa dei problemi lamentati, mentre è giunta la notizia che la compagnia avrebbe avvisato le aziende cinesi prima del governo americano. Immediata è arrivata la risposta della società, la quale ha svelato che "Il team di Google Project Zero e i produttori interessati, inclusa Intel, hanno seguito procedure di divulgazione delle informazioni responsabili. La pratica standard e già usata sulla divulgazione è quella di collaborare con produttori e marchi del settore per trovare soluzioni e distribuire le patch prima della divulgazione delle falle. In questo caso, la notizia dell'exploit è stata pubblicata prima della data prevista, quando Intel ha immediatamente provveduto a informare il governo degli Stati Uniti e degli altri Paesi".

Dal lanciafiamme di Musk a Xiaomi

Per quanto riguarda le notizie di contorno, abbiamo assistito a non poche novità di prim'ordine. Non possiamo non partire dal lanciafiamme di Elon Musk, che è andato rapidamente sold out, nonostante alcune proteste come quelle arrivate dalla California che potrebbero portare a un divieto immediato di vendita, nonostante non possa essere a tutti gli effetti considerato un'arma vista la gittata estremamente bassa.
La notizia più curiosa ha visto come protagonista Strava, che avrebbe svelato la posizione di alcune basi militari attraverso la funzione Heat Map.
È anche stata la settimana di una bomba clamorosa, secondo cui Google sarebbe ormai prossima al lancio di una nuova console da mettere in concorrenza contro l'Xbox di Microsoft e la PlayStation di Sony. Verità o menzogna? Le conferme secondo molti potrebbero arrivare già alla Game Developers Conference.
Dal fronte fatturazione, Sky ha annunciato il ritorno alla fatturazione a 30 giorni, che sarà operativa dal 1 Aprile con dei piccoli rincari sul costo mensile di ogni pacchetto.
È arrivata poi ufficialmente in Italia Xiaomi, che ha voluto salutare tutti gli italiani attraverso un post pubblicato sulla nuova pagina ufficiale italiana.