Alfa Romeo Giulia: la berlina premium Made in Italy

Presentata nel giugno 2015 presso il Museo Storico dell'Alfa Romeo di Arese e poi nel mese di settembre al Salone dell'Auto di Francoforte, la berlina di Alfa debutta ora nelle concessionarie, pronta a sfidare Bmw, Audi e Mercedes.

speciale Alfa Romeo Giulia: la berlina premium Made in Italy
Articolo a cura di

Dopo una lunga attesa, la nuova Alfa Romeo Giulia è finalmente arrivata; la Casa italiana ha, infatti, di recente aperto gli ordinativi della sua nuova berlina, la cui produzione è già iniziata nello stabilimento di Cassino, con le prime consegne previste a giugno. Un veicolo che punta a sfidare i vari marchi tedeschi che dominano questo segmento di mercato, grazie ad un design aggressivo e ad una meccanica a trazione posteriore, per una vettura dotata di motori moderni e prestazionali, con al top della gamma la versione Quadrifoglio da ben 510 CV, in grado di raggiungere una velocità massima di 307 km/h.
Una macchina che riprende il nome dall'omonimo modello prodotto dall'Alfa Romeo dal 1962 al 1977 e proposta in numerose varianti di carrozzeria, berlina, coupé, cabriolet e spider. Si tratta di una delle auto più vendute della storia della Casa italiana con circa 1 milione di esemplari prodotti. Inoltre la carrozzeria, sviluppata in galleria del vento, poteva vantare un coefficiente di penetrazione aerodinamica decisamente basso (0,34). Torniamo ora al presente e scopriamo tutte le caratteristiche della nuova versione della Giulia, partendo dal suo design.

Design ed interni in puro stile italiano

La Giulia si presenta con una linea filante e grintosa con un frontale decisamente aggressivo, anche nella versione base, e caratterizzato da ampie prese d'aria. Inoltre troviamo un cofano molto lungo e uno sbalzo anteriore ridotto con un passo estremamente generoso, il più lungo della categoria. La fiancata, che ad alcuni ricorda le forme della BMW Serie 3, presenta un andamento elegante con i cerchi in lega da almeno 16 pollici. Infine la coda si caratterizza per una raffinata fanaleria con uno spoiler più pronunciato nella versione ad alte prestazioni, denominata Quadrifoglio.
Gli interni, in grado di ospitare cinque persone (4 sulla Quadrifoglio), si presentano eleganti e sportivi al contempo, con un grande schermo touchscreen ben inserito nella parte centrale del cruscotto. Tutti i pulsanti e le manopole del climatizzatore sono collocati nella parte inferiore della console centrale con i vari comandi del sistema di infotainment posizionati dietro la leva del cambio. Inoltre nella plancia troviamo numerosi elementi circolari, a partire dalle bocchette di aerazione, passando per la parte centrale del volante fino ad arrivare alla forma dei vari comandi per il controllo delle funzionalità della vettura.

Specifiche tecniche con motori da 150 a 510 CV

La nuova Giulia ha un'altezza di 1436 mm, una larghezza di 1860/2024 mm ed una lunghezza di 4643 mm, con un passo di 2820 mm ed un peso di 1374 KG della versione base con motore da 150 CV. Per bilanciare al meglio le masse, il motore e la meccanica sono collocati tra i due assi con un'ottima distribuzione dei pesi. La Giulia è equipaggiata con il nuovo schema di sospensioni brevettato "AlfaLink": all'anteriore troviamo un sistema a doppio quadrilatero, mentre al retrotreno un'architettura multilink. Inoltre questa berlina fa largo uso di materiali leggeri che consentono di limitare il peso della vettura. In particolare nella Quadrifoglio viene utilizzata la fibra di carbonio per l'albero motore, il cofano, il tetto e in vari inserti della carrozzeria.
La nuova Alfa Romeo Giulia è, al momento, disponibile con tre differenti motorizzazioni, un 2.2 Turbodiesel nelle due varianti da 150 e 180 CV ed un 2.9 V6 Biturbo benzina da 510 CV sulla Quadrifoglio. Per quanto riguarda le prestazioni, l'unità meno potente consente di raggiungere la velocità massima di 221 km/h (230 sulla 180 CV) e di andare da 0 a 100 km/h in 8 secondi (7,2 sulla versione da 180 CV). Per quanto riguarda i consumi della versione diesel, Alfa dichiara, nel ciclo combinato, 4.2 l/100 km, con emissioni allo scarico di CO2 di 109 g/Km. Il turbo benzina da 2.0 litri e 200 CV arriverà, invece, più avanti.

Innovativi dispositivi elettronici per la massima sicurezza e comfort

Su questa vettura troviamo avanzate soluzioni tecniche a partire dal sistema di Torque Vectoring che equipaggia la versione Quadrifoglio e che consente al differenziale posteriore di controllare separatamente la coppia per ciascuna ruota, utile anche in situazioni di bassa aderenza. Inoltre troviamo anche l'Integrated Brake System (IBS), un innovativo sistema elettromeccanico che combina il controllo di stabilità con il servofreno e che garantisce prestazioni da record in fase di arresto, consentendo di passare da 100 km/h a 0 in 38,5 metri sulla Giulia standard e in 32 metri sulla Quadrifoglio. Nella berlina italiana troviamo ovviamente l'Alfa DNA, il selettore che modifica il comportamento dinamico del veicolo in base alle scelte del guidatore, mettendo a disposizione le opzioni Dynamic (per la guida sportiva), Natural (adatto all'utilizzo quotidiano), Advanced Efficiency (modalità di risparmio energetico) e Race (solo su Quadrifoglio).
Sulla versione ad alte prestazioni troviamo anche l'Active Aero Splitter, un'appendice in carbonio posizionata sotto il paraurti anteriore che si apre, superati i 100 km/h, aumentando il carico aerodinamico della vettura. Sistema affiancato dallo Chassis Domain Control, il cervello dell'auto che coordina tutta l'elettronica di bordo collegando insieme il selettore DNA Pro, il Torque Vectoring, l'Active Aero Splitter, le sospensioni e l'ESC, per adattare in tempo reale l'assetto della vettura. Per quanto riguarda la sicurezza il Forward Collision Warning (FCW), il sistema automatico per la frenata di emergenza (AEB) con funzione di riconoscimento pedoni, il Lane Departure Warning (LDW) e il cruise control sono di serie su tutte le versioni. Concludiamo con l'avanzato sistema d'infotainment Connect 3D Nav 8,8" sviluppato in collaborazione con Magneti Marelli con display ad alta risoluzione, sistema di riconoscimento vocale e che offre una completa connettività con device iOS e Android. Troviamo il Bluetooth, la porta USB, la radio digitale DAB e un avanzato sistema di navigazione con mappe fornite da TomTom. Non dimentichiamo, infine, il sistema audio Sound Theatre di Harman Kardon con 900 W di potenza e 14 diffusori, comprensivi di due surround speaker e un subwoofer.

Allestimenti base e Super a partire da 35.500 euro

Dopo mesi di attesa è finalmente possibile configurare questa berlina che parte da un prezzo base di 35.500 Euro per l'allestimento denominato semplicemente Giulia, con a bordo il motore 2.2 Turbodiesel da 150 CV e cambio manuale a sei marce. La versione più costosa è, ovviamente, la Quadrifoglio, disponibile a partire da 79 mila euro. L'allestimento base della nuova berlina include di serie cerchi in lega da 16'' a doppie razze, comandi multifunzione al volante, Start & Stop, sedili in tessuto nero, volante in pelle, Autonomous Emergency Brake (AEB), Lane Departure Warning (LDW) e fari posteriori a LED. Questa versione è abbinabile solo al propulsore 2.2 Turbo Diesel da 150 CV e può essere scelta con cambio manuale a 6 marce o automatico a 8 rapporti. Il secondo allestimento presente in listino viene denominato Giulia Super (a partire da 38.000 euro) ed include, tra la lunga lista di accessori, cerchi in lega da 17'' a raggi, sedili in tessuto e pelle e piattaforma d'infotainment Alfa Connect Nav 6.5'' (Radio, Navigatore, Mp3, aux-in, Bluetooth). La Giulia Super è disponibile con entrambe le varianti Turbodiesel, sia con cambio manuale che con cambio automatico.
La vettura è ordinabile in 11 tinte pastello o metallizzate tra cui l'aggressivo "Rosso Monza", mentre gli interni sono personalizzabili con inserti in pelle, disponibili in varie colorazioni. Per quanto riguarda i cerchi troviamo varie opzioni, sempre dal design sportivo, con grandezze fino a 18 pollici. Tra gli optional citiamo solamente il display della strumentazione da 7 pollici e la possibilità di scegliere la tinta delle pinze freno.
Concludiamo ricordando anche la presenza di diversi pack aggiuntivi che integrano, con vari optional, la dotazione di serie e la versione First Edition, proposta in due varianti. Inoltre la Giulia prevede anche allestimenti Business, destinati ad un'utenza professionale.

Quadrifoglio, l'Alfa Romeo stradale più veloce di sempre.

La versione top della nuova berlina di Alfa Romeo è equipaggiata con il motore 2.9 V6 Biturbo, interamente realizzato in alluminio e sviluppato in collaborazione con Ferrari, in grado di garantire una spinta di 510 CV e 600 Nm di coppia, uno 0-100 km/h in 3.9 secondi, con una velocità massima di 307 km/h e dotato di cambio manuale a 6 rapporti. Grazie al sistema di deattivazione dei cilindri, il motore 2.9 V6 può viaggiare con soli 3 cilindri attivi, riducendo così i consumi. La Quadrifoglio può percorrere fino a 100 km con 8,5 litri di carburante emettendo 199 g/km di CO2 (ciclo combinato). Questa versione è equipaggiata di serie con i sedili sportivi in pelle e Alcantara, il display TFT a colori da 7 pollici per la strumentazione, interni arricchiti con parti in carbonio e con l'Alfa Connect 3D Nav con schermo da 8.8" e le sospensioni attive.
All'esterno, oltre all'esclusivo badge Quadrifoglio, troviamo prese d'aria sul cofano, cerchi in lega da 19 pollici, fari Bi-Xenon da 35 W dotati di tecnologia AFS (Adaptive Frontlight System), tubi di scarico con 4 terminali, pinze freno in alluminio verniciate di colore nero, paraurti specifici, diffusore d'aria posteriore, minigonne e spoiler in coda. Tra gli optional citiamo i freni carbo-ceramici da 7500 euro e i sedili Sparco da 3500 euro con guscio in carbonio. Ricordiamo, infine, che la Quadrifoglio ha impiegato 7' e 39" per compiere il giro del Nürburgring, meglio di quanto ha fatto registrare la Lamborghini Murcielago LP640.

Alfa Romeo Giulia L’Alfa Romeo Giulia “non è soltanto un’auto, è un simbolo, uno stile... è per tanti di noi italiani un modello”, con queste parole, qualche giorno fa, il Premier Matteo Renzi ha descritto questa nuova berlina. Una vettura prodotta completamente in Italia e che punta a rilanciare l’immagine di Alfa Romeo in tutto il mondo. Una berlina che segna finalmente il ritorno alla trazione posteriore e che adotta avanzate soluzioni stilistiche e meccaniche, con la variate Quadrifoglio in grado di sprigionare ben 510 cavalli e capace di raggiungere la velocità di 307 km/h. Concludiamo ricordando che due esemplari di questa versione sono stati concessi in comodato d’uso gratuito da Alfa all’Arma dei Carabinieri; le due nuove Gazzelle verranno utilizzate a Roma e Milano per interventi speciali come il trasporto urgente di organi e sangue e in occasione di cerimonie istituzionali.

Altri contenuti per Alfa Romeo Giulia