Alla scoperta del mondo in miniatura con Oppo Find X3 Pro

Oppo Find X3 Pro è il primo smartphone con una fotocamera che funziona da microscopio, una funzione unica nel suo genere che permette scatti particolari.

Alla scoperta del mondo in miniatura con Oppo Find X3 Pro
Articolo a cura di

Il 2021, con ogni probabilità, non verrà ricordato come un anno di innovazione per il mercato della telefonia. Il settore è ormai maturo e consolidato a livello tecnologico, se si escludono gli smartphone pieghevoli, ancora all'inizio della loro evoluzione, e anche i primi top di gamma arrivati in questi primi mesi del 2021 non hanno mostrato particolari innovazioni. Tra questi però Oppo Find X3 Pro è riuscito a portare una piccola ventata d'aria fresca, grazie a una particolare fotocamera che funziona da microscopio.
Ovviamente siamo lontani anni luce da uno strumento professionale, non è questo lo scopo per cui è stata creata, tuttavia questa cam riesce a tirare fuori degli scatti assolutamente fuori dagli schemi, mostrando un mondo in miniatura invisibile a occhio nudo.

La scommessa di Oppo

Lo scorso anno la casa cinese ha puntato forte sullo zoom del suo Find X2 Pro, adottando un'ottica a periscopio che permette di scattare immagini a soggetti anche molto distanti. Come abbiamo visto nella recensione di Oppo Find X3 Pro il nuovo modello spinge di meno sullo zoom, l'ottica a periscopio è stata rimossa in favore di un zoom ibrido 5x, che riesce a realizzare buoni scatti ma senza raggiungere il livello del precedente modello. Il motivo di questo cambio di rotta ce lo hanno dato durante la presentazione del prodotto, secondo Oppo la funzione zoom non era prioritaria e nemmeno troppo utilizzata dai precedenti acquirenti del Find X3 Pro. Un'argomentazione condivisibile, alla fine è il sensore principale quello che viene impiegato nella stragrande maggioranza dei casi. Oppo tuttavia è una realtà che cerca sempre di inserire nei suoi top di gamma qualcosa di nuovo, lo abbiamo visto con il pieghevole X 2021, come anche nel Find X originale, il primo con un sistema motorizzato dedicato alla fotocamera frontale.

Quest'anno per dare una maggiore sensazione di novità, elemento fondamentale vista la scarsa innovazione vista negli ultimi smartphone usciti sul mercato, la casa cinese ha scelto di installare un sensore da 3 Megapixel, con apertura f/3.0, dedicato alla microfotografia. Questo modulo fotografico permette di ingrandire un soggetto fino a 60x ed è dotato di una luce per illuminarlo meglio, un elemento fondamentale per la buona riuscita dello scatto, visto che si devono mettere a fuoco elementi molto piccoli. A proposito di messa a fuoco, serve una mano ferma per ottenere un'immagine definita, niente di impossibile, ma il Find X3 Pro deve essere appoggiato su un piano per avere la migliore resa con questa tipologia di scatto. Da una parte si tratta di un limite, non sempre è possibile scattare in queste condizioni, dall'altro però il risultato finale è migliore, grazie anche a una stabilizzazione che da una mano in fase di messa a fuoco.

Un mondo in miniatura

Cosa fotografare con la particolare fotocamera di Oppo Find X3 Pro? In realtà un po' di tutto, basta mantenere fermo il telefono e il risultato è assicurato. Uno dei primi esperimenti che abbiamo fatto è con gli schermi, con risultati davvero sorprendenti. Grazie all'ingrandimento è possibile osservare la struttura dei pixel di un display, che mette in evidenza la differenza tra un pannello OLED e uno LCD, impossibile da vedere a occhio nudo.

La struttura dei Pixel di uno schermo OLED

I pixel di un display LCD

Uno scatto che, a oggi, è possibile fare solo con il Find X3 Pro, così come gli altri presenti in questo articolo.
Le fibre tessili sono un altro elemento che mette in mostra le capacità di questa fotocamera, che arriva a mostrare i singoli intrecci che compongono il tessuto.

La copertina di un libro

Fibre di juta

Nessuna delle fotocamere Macro per smartphone che abbiamo provato fino a questo momento era riuscita a mantenere questo livello di dettaglio, certo le immagini sono comunque piccole ma fanno il loro effetto. In alcuni casi sembra quasi di fotografare dei mondi alieni, come questo roller per il tavolo, decisamente diverso da come appare a grandezza naturale.

Le possibilità sono praticamente infinite, i soggetti non mancano di certo per questa fotocamera, ma nel medio-lungo periodo riuscirà a mantenere alto l'interesse? Difficile dirlo, in queste prime settimane con Oppo Find X3 Pro l'abbiamo usata, ma l'interesse per questa novità potrebbe non durare per sempre. Ad ogni modo, anche quest'anno Oppo ha inserito qualcosa di particolare all'interno del suo top di gamma, un fattore tutt'altro che trascurabile in un mercato sempre più avaro di novità.