Amazon Astro e amici: ecco i migliori robottini casalinghi del 2021

Amazon ha recentemente ufficializzato Astro, spostando l'attenzione di molti appassionati sui robot casalinghi. Facciamo il punto della situazione.

Amazon Astro e amici: ecco i migliori robottini casalinghi del 2021
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Amazon ha sorpreso tutti con l'annuncio di Amazon Astro, avvenuto durante l'evento del 28 settembre 2021, in cui ci si aspettava principalmente il nuovo Echo Show. Infatti, un ingresso a gamba tesa nel mondo dei robot casalinghi da parte di Amazon non era per nulla scontato. Tuttavia, pochissime persone sono a conoscenza del fatto che là fuori, sul mercato, esistono già alcuni prodotti che per certi versi somigliano alla novità svelata dall'azienda di Andy Jassy. In questa sede metteremo da parte il dibattito sull'intelligenza di Amazon Astro, focalizzandoci sui progetti di maggior rilievo relativi a robot che si possano utilizzare in ambito domestico. D'altronde, seppur poco conosciuti, i dispositivi di questo tipo sul mercato non mancano affatto.

Amazon Astro

Amazon ha attirato particolarmente l'attenzione annunciando Astro. D'altronde, il fatto che un colosso di questo calibro scelga di puntare su un settore per certi versi ancora inesplorato, perlomeno a livello di massa, è sicuramente una notizia non di poco conto.
Per chi se lo fosse perso, Astro è un robot intelligente che integra una videocamera nella parte superiore.

Quest'ultima serve, naturalmente, per controllare la casa da remoto e per l'orientamento. Non mancano i comandi vocali, così come troviamo una funzionalità che consente ad Astro di mappare l'abitazione. La testa del robot è un display che lo dota di espressività e di un'interfaccia per l'interazione, utile anche per effettuare videochiamate. Astro può inoltre muoversi autonomamente e addirittura seguirci. Un altro aspetto interessante è il fatto che il robot ha una personalità tutta sua, che può esprimere ad esempio mediante gli occhi virtuali e persino facendo beatbox. Troverete un divertente riassunto sul tipo di prodotto nel trailer di annuncio di Amazon Astro, in modo da comprendere di cosa si tratta in maniera ancora più eloquente.
In questa prima fase il prodotto sarà disponibile solamente negli Stati Uniti d'America e solamente su invito. Il prezzo iniziale è di 999,99 dollari, mentre più avanti il robot verrà venduto a 1.449,99 dollari. Non abbiamo purtroppo ulteriori informazioni su un eventuale arrivo futuro del robot dalle nostre parti.

Temi

Tra i principali rivali di Amazon Astro c'è sicuramente Temi, un robot apparso sulla scena già da anni. Per intenderci, la nostra prova del robot Temi risale all'edizione 2018 del Mobile World Congress di Barcellona. Si tratta di una sorta di assistente personale a tutto tondo, che presenta dimensioni più elevate rispetto ad Astro e implementa anche i comandi vocali. Videochiamate e movimenti a comando sono presenti anche qui. La parte superiore del robot implementa quello che all'epoca abbiamo definito"un tablet da 10 pollici", utile per accedere alle varie funzionalità offerte da Temi. Tra gli aspetti più interessanti del prodotto troviamo la presenza di un ampio ripiano, o vassoio, su cui posare oggetti da trasportare, similmente a quanto visto nel trailer di Astro in cui si vede il robot portare una bottiglia. Non a caso Temi ha lanciato una frecciatina ad Amazon. Questo dispositivo integra oltretutto la possibilità di registrare le stanze della casa.

In poche parole, una volta che l'utente avrà spiegato al robot dove si trova (ad esempio, il salotto) è possibile usare il comando vocale "Hey Temi, go to the living room" per farlo andare lì. Insomma, un robot casalingo esisteva già prima di Amazon e Temi, negli USA, è acquistabile dal 2018 e piano piano si sta espandendo anche in Europa. Al di fuori degli Stati Uniti d'America, il prezzo è di 3.999 dollari, mentre il costo di lancio era di 1.499 dollari. In ogni caso, per il momento sul sito Web ufficiale di Temi non si fa riferimento all'Italia, bensì ad Austria, Germania, Svizzera, Regno Unito, Paesi Bassi e Spagna. Insomma, anche in questo caso per il momento il nostro Paese rimane fuori.

Vector di Digital Dream Labs

Spostandoci dalla concezione di robot casalingo su cui stanno puntando Amazon e Temi, esiste anche un'altra tipologia di prodotti per certi versi simile, che però non punta su dimensioni così generose. Vector sembra, infatti, più che altro un giocattolo per chi non lo conosce e in un certo senso lo è. Tuttavia, si tratta di un robot domestico con comandi vocali e che può reagire a ciò che accade nei suoi dintorni, oltre ad avere quella che potremmo lontanamente definire come una personalità, espressa anche in questo caso tramite gli occhi virtuali. Vector dispone inoltre di uno spazio dedicato, che permette al robot di ricaricare le forze. Credeteci, descrivere a parole questo tipo di prodotto non è esattamente il più facile dei compiti e, forse, la miglior descrizione è quella di robot amico da scrivania.

Potrebbe dunque interessarvi dare un'occhiata al video ufficiale dedicato a Vector, uscito nell'agosto del 2018. In questo modo, capirete meglio di cosa si tratta. Al netto di questo, dovete sapere che il prodotto è acquistabile già da tempo anche in Italia. I rivenditori presenti su Amazon Italia lo propongono a partire da 799,99 euro. Tuttavia, forse non si tratta della migliore delle idee e potreste voler attendere l'arrivo del robot Vector 2.0, per un confronto con un dispositivo più aggiornato.

Cozmo di Digital Dream Labs

Cozmo è essenzialmente il fratello minore di Vector. Digital Dream Labs lo sponsorizza infatti come un prodotto destinato ai più piccoli e anche le sembianze sono molto simili a quelle di Vector, ma in questo caso l'obiettivo sembra essere principalmente quello di far divertire e al contempo far imparare qualcosa ai più piccini. Non a caso c'è Code Lab, che consente ai bambini di prendere confidenza con le basi della programmazione.

Insomma, in questo caso siamo di fronte a un prodotto progettato per un altro tipo di pubblico. A questo proposito, potrebbe risultare interessante tenere sott'occhio l'apertura dei preordini di Cozmo 2.0.

Emo di LivingAi

Tra i progetti più recenti in questo nuovo segmento troviamo Emo di LivingAi. Quest'ultimo segue un'idea ben precisa, perciò può essere affiancato più facilmente ai succitati prodotti di Digital Dream Labs. Si tratta di un robot da scrivania e, per intenderci, il produttore afferma che Emo è una sorta di AI Desktop Pet. Il design è molto carino e diverso da quanto visto in precedenza. Emo si presenta, infatti, come un piccolo robot con le cuffie. Immancabili i comandi vocali e la presenza degli occhi virtuali, che suggeriscono quelle che dovrebbero essere le emozioni di Emo. L'annuncio del progetto ha attirato molto l'attenzione degli appassionati.

Infatti, non sono in pochi coloro che avevano deciso di finanziare il progetto tramite Kickstarter. Tuttavia, per il momento il progetto Emo è stato frenato proprio dalla Digital Dream Labs, ovvero l'azienda legata a Vector e Cozmo. Come potete leggere sulla pagina ufficiale Kickstarter dedicata a Emo, sarebbero sorti dei problemi relativi al copyright. In ogni caso, LivingAi sul suo portale ufficiale afferma che il prezzo del prodotto dovrebbe essere di 299 dollari.

I robot per le aziende e non solo

Oltre alle soluzioni citate in precedenza, che fanno riferimento all'ambito casalingo, non bisogna dimenticarsi che ci sono diverse realtà importanti che stanno puntando all'uso di robot autonomi in campi differenti. Una delle aziende più interessanti da questo punto di vista è sicuramente Boston Dynamics. Infatti, quest'ultima ha spesso rilasciato video divertenti e dimostrativi relativi ai suoi robot. In particolare, Spot di Boston Dynamics è ormai ben noto agli appassionati del mondo della tecnologia. Tuttavia, di recente abbiamo assistito anche alle prodezze di Atlas di Boston Dynamics nel parkour.

Si tratta sicuramente di robot molto interessanti, anche se per il momento i contesti in cui possono essere utilizzati sono limitati. In ogni caso, recentemente Hyundai ha acquisito Boston Dynamics, facendo sognare coloro che amano la robotica. Se volete approfondire i lavori dell'azienda, potete fare riferimento al nostro speciale legato a Boston Dynamics.
Tra l'altro, Boston Dynamics non è l'unica realtà a puntare su questo mondo. Basti pensare, ad esempio, al robot Digit di Agility Robotics e Ford, che strizza l'occhio al mondo delle consegne. Per il resto, come potete ben immaginare, esistono anche altri progetti in questo campo, ma quelli citati rappresentano le principali soluzioni già presenti sul mercato. Insomma, si tratta di una porta appena aperta e qualunque sia il loro ambito d'utilizzo, in futuro potremmo vederne delle belle.