Speciale Amazon: presentazione dei nuovi modelli Kindle

La conferenza stampa di Amazon stupisce per i nuovi prodotti presentati ad un prezzo assai ridotto

speciale Amazon: presentazione dei nuovi modelli Kindle
Articolo a cura di

Di solito quando pensiamo a importanti conferenze stampa, seguite con particolare attenzione, pensiamo subito ai keynote di Apple, Microsoft o Google. Ma ieri c'è stato un evento che merita di essere approfondito e che non ha a che fare le compagnie sopra citate. Tutti conoscono Amazon, leader dell'e-commerce a livello mondiale e famoso anche per i suoi e-reader della famiglia Kindle. Qualche giorno fa l'annuncio di una conferenza targata Amazon non ha però stupito più di tanto in quanto già da tempo si parlava dell'introduzione di un tablet capace di competere -per costo e servizi- con l'inossidabile iPad. Ma Jeff Bezos, boss dell'azienda, non si è limitato a presentare solo il tablet che bene o male tutti si aspettavano, ma ad esso ha associato altre interessanti novità sempre nell'ambito Kindle.

E-ink, e-book, e-reader, per tutti

Il Kindle di Amazon è l'e-reader per eccellenza è il più venduto al mondo, nonché sicuramente più adatto alla lettura di un qualsiasi tablet per via del particolare tipo di display utilizzato che non affatica gli occhi. L'e-ink, inchiostro elettronico, non sostituisce quello su carta ma l'effetto è molto simile. Grazie al grande numero di titoli messi a disposizione da Amazon sul suo negozio on-line, possedere un Kindle vuol dire di fatto accedere d una immensa libreria che non occupa gli scaffali della nostra stanza e che è possibile condurre sempre con sé. Nonostante il Kindle abbia sempre venduto bene, Amazon ha pensato di renderlo ancora più accessibile sacrificando la tastiera della precedente generazione per adottare un form factor più moderno ma soprattutto un prezzo più contenuto. Il nuovo e-reader presentato ieri ha un prezzo davvero entusiasmante, soli 79$. Un prezzo piccolo e onesto. La rimozione della tastiera ha permesso di ottenere un Kindle più compatto e maneggevole, ma con lo stesso display da 6 pollici della generazione precedente. Si tratta di un prodotto entry-level sul quale potremo leggere soltanto. Se si avesse la necessità di una tastiera allora bisognerà puntare -con circa 20$ in più- ai quanto mai inaspettati Kindle Touch.

Se non puoi sfogliare le pagine, tocca lo schermo!

Jeff Bezos ha stupito non poco con l'annuncio della nuova categoria Kindle Touch con schermi touchscreen. Non c'è nulla da fare, il futuro passa per le nostre dita e anche Amazon lo ha capito adeguandosi alla tendenza del mercato e dotando il Kindle di schermo sensibile al tocco. Ovviamente parliamo sempre di un e-reader, un prodotto pensato per leggere per lunghi periodi e quindi con il collaudato e-ink in bianco e nero. Con estrema facilità è possibile accedere ad un ampio catalogo di titoli che potremo salvare sul nostro dispositivo. Non temete per la memoria a disposizione, 3000 e-books sono assicurati. Fin qui nulla di nuovo se non che potremo scegliere tra il modello WiFi only per 99$ e quello con modulo 3G per 149$. Per mantenere i prezzi ridotti Amazon è dovuto ricorrere all'introduzione della pubblicità, cui potremo farne a meno solo pagando rispettivamente 139$ e 189$ per i modelli ad-free. A cosa serve la connessione a internet per un e-reader? Nel caso del Kindle Touch non permette solo di accedere ai cataloghi Amazon, ma permette di sfruttare la nuova funzionalità X-ray. Immaginiamoci di essere in treno intenti a leggere un romanzo storico o un libro scientifico, quando ci imbattiamo in un nome di un personaggio, o una parola di cui non conoscete il significato. Niente paura, toccatela con il vostro dito che al resto ci pensa il Kindle. All'istante avremo accesso a Wikipedia che ci permetterà di colmare la nostra lacuna non appena essa si presenterà. Una soluzione davvero interessante e che permette di approfondire ancora di più le nostre letture senza alcuno sforzo particolare, quasi per gioco.

Il vigore del fuoco, la leggerezza della seta

"The instruction we find in books is like fire." Con questa celebre frase di Voltaire si apre il bel promo realizzato per il Kindle Fire, il tablet di Amazon. Veloce processore dual-core da 1GHz, schermo touchscreen da 7" IPS 1024x600 Gorilla Glass, 8 GB di memoria, ben assemblato, piccolo e maneggevole: un tablet pensato a tutto tondo per i servizi di Amazon e infatti privo del superfluo (scordatevi fotocamere e microfono). In termini tecnici non c'è molto da dire ma questo non è necessariamente un male poiché il suo prezzo è davvero competitivo, parliamo di soli 199$. Degno di fiducia anche il sistema operativo su cui è basato che deriva da una versione di Android 2.1 ma profondamente modificato, tanto che non potremo usufruire delle applicazioni dell'Android Market: se vogliamo giochi, applicazioni e quant'altro dovremo passare per il negozio Amazon. Risulta evidente man mano che ne parliamo che il tablet è letteralmente pensato per usufruire di tutto ciò che la compagnia di Jeff Bezos ha costruito nel corso di questi anni. Possiamo azzardarci a dire che Apple ha costruito un ecosistema a partire dal suo hardware, invece Amazon ha fatto esattamente il contrario: ha concepito hardware per usufruire al meglio del suo, di ecosistema. Molti credono che Fire darà filo da torcere ad iPad e se non lo farà in questa generazione allora lo farà nella prossima. Si parla, infatti, già dello sviluppo di un nuovo tablet per i primi mesi del prossimo anno, probabilmente con un display di 10 pollici -cosa che probabilmente dipenderà dai risultati di vendita.


Silk Browser
Per quanto riguarda la navigazione, ciò che è stato pensato per il Kindle Fire dovrebbe essere d'esempio per le più grandi compagnie. Il browser che permette di navigare in rete tramite lo schermo del tablet è chiamato Silk ( cioè seta ) e si contraddistingue da Safari, il browser Android e tanti altri perché sfrutta per il rendering delle pagine web i server Amazon EC2 adibiti al cloud. I risultati sono ottimi: la navigazione è fluida, senza delay. Gran parte del lavoro lo fanno i server quindi questo permette di ottimizzare l'uso del processore nonché il consumo della batteria. Le prestazioni di Silk non saranno statiche ma miglioreranno in continuazione nel corso del tempo.

I contenuti
Oltre alla navigazione, agli e-book e alle applicazioni, Kindle Fire permetterà di accedere illimitatamente all'intero catalogo video (film e serie TV) di Amazon: basterà sottoscrivere l'abbonamento ad Amazon Prime per 79$ l'anno. Anche includendo un anno di tale servizio il prezzo del tablet rimane sempre vantaggioso e competitivo.
Ieri sono iniziate le prevendite, ma soltanto dal 15 novembre gli americani potranno posare le loro mani sul Kindle Fire. E il resto del mondo? Sarà difficile vedere l'ultima fatica di Jeff Bezos e soci al di fuori degli USA senza che prima giunga da noi il contorno di servizi che altrimenti renderebbe inutile il suo acquisto.

Amazon Davvero interessante la conferenza di Amazon, un calderone straripante di novità che di certo potrebbe intimorire anche colossi come Apple, sul fronte dei contenuti ovviamente. L’unica nota dolente è che la maggior parte dei servizi di Amazon sono preclusi a noi italiani, e senza di essi difficilmente vedremo il Kindle Fire disponibile per il nostro territorio.