AMD Navi: possibili modelli, prezzi e TDP, ma spunta anche un problema?

Le nuove voci di corridoio sulle schede video Navi di AMD mostrano una line-up corposa, ma anche qualche problema di efficienza.

speciale AMD Navi: possibili modelli, prezzi e TDP, ma spunta anche un problema?
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Con l'avvicinarsi della presentazione delle schede video Navi di AMD i rumor diventano sempre più insistenti. AdoredTV, canale YouTube che già in passato aveva fornito indicazioni interessanti sul mercato delle GPU, ha diffuso nuove informazioni sul tema, descrivendo più nel dettaglio modelli e specifiche parziali delle schede in arrivo.
In questo articolo parleremo di quanto è stato rivelato, ma ricordiamo che queste informazioni sono tutt'altro che attendibili e verificabili. Meglio andare con i piedi di piombo in questo caso, perché i dettagli mostrati sembrano anche fin troppo precisi, soprattutto vista la segretezza con cui AMD ha trattato finora l'argomento.

NAVI per tutti, ma attenzione all'efficienza

All'apice della gamma di GPU AMD dovrebbe esserci il chip Navi 20, processore destinato ad equipaggiare anche la linea di GPU Instinct, dedicata ai professionisti, attualmente basata su Vega 20. Il processo produttivo a 7 nm dovrebbe permettere una maggiore potenza e minori consumi, ma secondo AdoredTV AMD sta incontrando qualche problema a raggiungere le frequenze di clock viste con Vega 20, mantenendo bassi i consumi. Questo confermerebbe che alla base di Navi ci sarebbe ancora l'architettura GCN, quella utilizzata negli ultimi anni da AMD, che proprio sul fronte dell'efficienza non ha mai brillato. Ovviamente non possiamo confermare questa voce di corridoio, per questo bisognerà attendere l'arrivo sul mercato delle schede.

Interessante notare l'approccio di AMD al nome delle nuove GPU. Secondo i rumor la casa americana seguirà la stessa nomenclatura utilizzata per le CPU Ryzen 3000, assegnando alle schede Navi il nome Radeon RX 3000. Una scelta che, se confermata, sarebbe a nostro avviso azzeccata, perchè permetterebbe ad AMD di fare una campagna promozionale congiunta per processori e schede video, per una sinergia potenzialmente vincente.
In tutto dovrebbero essere sette le schede in arrivo, con il lancio prima dei modelli di fascia bassa e media, seguito da quelli fascia alta. Si dovrebbe partire quindi con i prodotti basati su chip Navi 12, che potrebbero chiamarsi Radeon RX 3060 e 3070, salendo con le prestazioni troviamo invece Navi 10, con le RX 3070 XT, RX 3080 ed RX 3080 XT. La lineup dovrebbe chiudersi con Navi 20 e le top di gamma RX 3090 ed RX 3090 XT.

Le prestazioni della RX 3060 dovrebbero essere simili a quelle di una RX 580 ma a un prezzo inferiore, mentre i rumor indicano la RX 3070 come simile a una Vega 56, ma anche in questo caso a un costo decisamente più basso. La RX 3070 XT dovrebbe produrre una potenza simile a quelle di una Vega 64, la RX 3080 invece dovrebbe avere il potenziale per surclassarla.

Passando invece alla RX 3080 XT questa potrebbe raggiungere la RTX 2070 di NVIDIA in quanto a prestazioni, ma anche in questo caso con un costo di listino più vantaggioso. Infine la RX 3090 dovrebbe offrire prestazioni pari a quelle della recente Radeon VII, superandola di circa il 10% con la variante RX 3090 XT, anche in questo caso a un prezzo più basso.


Sul fronte TDP è evidente che qualcosa non torna, i valori sono più alti di quelli che ci si aspetterebbe dal nuovo processo produttivo. Gli scenari in questo caso potrebbero essere differenti. Se le GPU Navi sono basate ancora su architettura GCN, allora potrebbero ereditare la poca efficienza dei precedenti modelli. Se invece Navi utilizzerà un'architettura completamente nuova allora il problema sarebbe più grave, perchè gli ingegneri di AMD non sarebbero riusciti a migliorare uno degli aspetti peggiori delle precedenti schede video.
Ultima alternativa, anche questa molto plausibile, è che la fonte di AdoredTV non è attendibile e i dati riportati non sono veritieri. L'unica certezza, a questo punto, è che bisognerà attendere la presentazione ufficiale delle schede, che dovrebbero fare il loro debutto nella seconda metà del 2019.