AMD Radeon VII: GPU Vega 20 a 7nm per il 4K e per competere con la RTX 2080

AMD ha presentato la nuova Radeon VII, la prima scheda video consumer a 7 nm e dotata di 16 GB di RAM HBM2, rivale diretta della RTX 2080.

speciale AMD Radeon VII: GPU Vega 20 a 7nm per il 4K e per competere con la RTX 2080
Articolo a cura di

Nella cornice del CES di Las Vegas AMD ha lanciato la sfida a Intel e NVIDIA. La prima dovrà vedersela, tra qualche mese, con i processori Ryzen 3000, mostrati brevemente sul palco da Lisa Su, CEO di AMD. La seconda invece avrà di fronte la nuova Radeon VII, una scheda video dall'ottimo potenziale e che arriverà sul mercato tra meno di un mese. Finalmente, AMD sembra essere riuscita a proporre un'alternativa alle GPU RTX nella fascia alta, dominata da NVIDIA nel corso degli ultimi mesi. Radeon VII sarà disponibile all'acquisto dal 7 febbraio a un prezzo di 699$, non sappiamo però come questo verrà trasposto in Europa e soprattutto in Italia.

Si punta tutto sulla potenza

L'approccio di AMD nella realizzazione della Radeon VII è piuttosto semplice. La casa americana ha preso la sua GPU di punta Vega 20, utilizzata finora solo su prodotti professionali, in una versione leggermente meno potente, e l'ha piazzata sulla Radeon VII. L'architettura interna è la stessa GCN5 vista sulle altre GPU Vega, come l'ex top di gamma Vega 64, ma alcuni accorgimenti, legati anche al processo produttivo a 7 nm, hanno permesso ad AMD di spingere verso l'alto le prestazioni. Secondo la casa Americana, rispetto alla Vega 64 le performance sono salite, in media, del 29% in ambito gaming, per una GPU che sembra nata per supportare al meglio il gioco in 4K. In effetti, osservando le specifiche, la Radeon VII ha tutte le carte in regole per fare molto bene alle alte risoluzioni. Rispetto alla Vega 64 troviamo meno Compute Unit, per un totale di 3840 Stream Processor contro i 4096 della precedente top di gamma. Nonostante questo le altre specifiche mostrano miglioramenti in tutti gli ambiti, che hanno portato di conseguenza il boost prestazionale. Ci sono infatti 128 ROPs contro le 64 della ex top di gamma, insieme a una frequenza massima di 1800 MHz, contro i 1546 MHz della Vega 64, un balzo in avanti notevole ottenuto grazie al miglioramento del processo produttivo.
Anche il clock delle memorie HBM2 è aumentato, a 2 Gbps mentre il precedente era di 1.89 Gbps, e il bus passa a 4096 bit, mentre quello della Vega 64 era a 2048 bit. Il bandwidth è quindi raddoppiato, così come la memoria disponibile, che sale da 8 a 16 GB. Sarà interessante capire quanto i 16 GB di RAM HBM2 influenzeranno le prestazioni in 4K, soprattutto in confronto a quelle fornite dalla concorrente primaria della Radeon VII, la RTX 2080 di NVIDIA.

A tal proposito, AMD ha mostrato nel corso dell'evento alcuni benchmark comparativi tra le due GPU, mettendo in evidenza una situazione di sostanziale parità, almeno utilizzando le DirectX 11 e 12 alla risoluzione 4K. La sfida tra queste due GPU sarà interessante sul fronte prestazioni, ma lo sarà anche nell'efficienza. Per ora non sono disponibili dati relativi al TDP e ai consumi, ma la presenza di due connettori a 8 pin per l'alimentazione sulla scheda mostrata da Lisa Su lascia intendere che questi saranno superiori rispetto alla rivale.

Possiamo farci un'idea del TDP della nuova scheda video basandoci su quello dell'acceleratore grafico Mi50, che utilizza lo stesso chip Vega 20 e che raggiunge un TDP di ben 300 W. Ovviamente non sappiamo quale sia il valore esatto per la Radeon VII, ma partendo da questa base sembra difficile che la nuova GPU possa andare a insidiare la RTX 2080 nel rapporto performance-watt, puntando invece alle prestazioni pure. Meglio attendere i dati ufficiali e le recensioni per farsi un'idea precisa su questo fronte però, non resta altro che attendere il 7 febbraio per poter trarre dovute conclusioni.