Speciale Android Marshmallow: ecco gli smartphone che riceveranno l'update

Da Samsung a LG, passando per Sony, diamo uno sguardo ai terminali che riceveranno l'aggiornamento ad Android Marshmallow, fino ad ora disponibile solo per la gamma Nexus di Google.

speciale Android Marshmallow: ecco gli smartphone che riceveranno l'update
Articolo a cura di

Google rilascia una volta l'anno il major update del proprio sistema operativo mobile Android ma, a differenza del mondo iPhone e di iOS, la diffusione su tutti i terminali compatibili dipende dalle singole case produttrici di smartphone, eccezion fatta per i dispositivi Nexus , curati da Google stessa. Samsung, LG, Sony, Motorola, HTC, Huawei, Asus e tanti altri lavorano sulla versione di Android pura, adattandola con interfacce proprietarie, migliorando (o peggiorando, dipende dai casi) le feature previste dal sistema operativo e dall'hardware a disposizione.
Insomma, dal momento dell'annuncio ufficiale di una nuova versione di Android, passano da qualche settimana ad interi mesi prima che tutti possano usufruire delle ultime novità previste dal robottino verde. A settembre Google ha ufficializzato Android 6.0 Marshmallow insieme ai nuovi Nexus 6P e 5X. Per questi smartphone e per altri della linea Nexus (i modelli 5/6/7/9) l'aggiornamento è già disponibile.
Tra le principali novità presenti in Marshmallow, gli utenti avranno la possibilità di gestire i permessi da dare alle applicazioni al momento dell'utilizzo, i quali non verranno più proposti al download ma per ogni azione che li richiede, come avviene già su iOS. Novità riguarderanno anche Chrome, al quale verranno aggiunte le Chrome custom tabs, strumenti che faciliteranno e velocizzeranno le ricerche online. Finalmente, troviamo il supporto nativo per il lettore di impronte digitali, per mezzo del quale sarà possibile fare acquisti online semplicemente appoggiando il proprio dito sullo stesso. In questo modo Google potrà finalmente iniziare la diffusione di Android Pay, permettendo di pagare per mezzo dello smartphone nei negozi abilitati. Migliorata inoltre, la gestione di applicazioni, della memoria RAM e della batteria, con il Deep Sleep, che diminuisce i consumi del telefono quando non è utilizzato.
Ma quando arriverà tutto questo agli altri dispositivi? Le case produttrici si saranno messe al lavoro? Hanno annunciato la data di rilascio delle proprie interfacce basate su Marshmallow? Vediamo com'è la situazione ad oggi, sperando che prima o poi Google riesca a diminuire la frammentazione software su Android, un vero problema per il robottino verde.

LG

LG ha collaborato con Google per la realizzazione del Nexus 5X ed è stata una delle prime aziende ad annunciare la distribuzione di Android 6 Marshmallow sul suo attuale top di gamma, l'LG G4. Il primo paese ad approfittare dell'update sarà la Polonia (come avvenne anche con Android Lollipop lo scorso anno), in cui il rollout inizierà proprio in questi giorni. In Italia l'annuncio dovrebbe essere imminente.
Per ora, LG ha chiamato in causa solo il G4, ma è indubbio che Android 6 arriverà anche su tanti altri modelli, sebbene tra qualche settimana. I primi della lista dovrebbero essere l'LG G4c e G4s, così come l'LG G3 e G Flex 2. Probabile l'update anche per l'ancor ottimo l'LG G2, sebbene bisognerà attendere qualche mese.
Tra le novità previste da LG per la sua nuova interfaccia UX basata su Marshmallow, troviamo la semplificazione dei permessi per le app, come anticipato vero cavallo di battaglia della release 2015 Android, e l'introduzione della modalità Sospensione, utile per interrompere i processi in standby a telefono inattivo per risparmiare l'energia della batteria.

Samsung

Samsung è l'azienda che principalmente ha contribuito nel corso degli anni a far diventare Android un successo planetario, grazie alle innumerevoli vendite di dispositivi in tutto il mondo. Tuttavia a questo successo non ha quasi mai fatto seguito una distribuzione delle major release in tempi immediati o, almeno, accettabili. Anche questa volta il colosso coreano non ha comunicato ancora nulla di ufficiale riguardo i tempi di rilascio di Marshmallow sui suoi smartphone. Possiamo ipotizzare qualcosa facendo riferimento ai tempi di rilascio di Lollipop, ossia Android 5.0. Lo scorso anno Samsung aggiornò il Galaxy S5, l'allora top di gamma, a dicembre. Molto probabilmente anche quest'anno l'S6, l'S6 Edge e l'S6 Edge Plus riceveranno l'update in quel mese. Passando agli altri dispositivi, il portale Sammobile, in base alle informazioni in proprio possesso, ha stilato una lista dei papabili:
• Galaxy S5
• Galaxy S5 LTE-A
• Galaxy S5 Neo
• Galaxy Note 4
• Galaxy Note 5
• Galaxy Note Edge
• Samsung Galaxy Tab S2

Come è possibile vedere, mancano numerosi modelli a questa lista, come il Galaxy S4 o il Note 3, top di gamma "solo" due anni fa e in grado di fare il proprio lavoro decentemente ancor oggi. Consideriamo quindi l'elenco di cui sopra un qualcosa di non definitivo.

Sony

Anche Sony, come LG, si è espressa su Android 6 Marshmallow, annunciando che saranno esclusi solo pochi dispositivi, come l'Xperia Z1 e Z1 Compact e l'ancora meno recente Xperia Z. I possessori della nuova linea Z5, o dei tablet Z4, Z3 Tablet Compact e Z2 Tablet, riceveranno l'update, ma anche Xperia Z3, Z3 Compact, Z3 Plus, Z2 e i medio gamma M5, C5 Ultra, M4 Aqua e C4 possono prepararsi all'update, tenendo bene in mente che ciò non avverrà prima del 2016 e che, per molti di essi, ci sarà un salto diretto da Android 5 ad Android 6, senza passare per la versione 5.1.1.

Motorola

Motorola è stata in passato sotto l'egida di Google e questo le ha consentito di "abituarsi" ad un rilascio rapido delle nuove versioni Android. Con il passaggio a Lenovo la situazione non sembra essere cambiata, visto che la casa alata ha annunciato da tempo di essere a lavoro su Marshmallow, il quale arriverà sui seguenti dispositivi:
• Moto G 2014 seconda generazione
• Moto X 2014 seconda generazione
• Moto G 2015 terza generazione
• Moto X Play
• Moto X Style
Mancano all'appello la prima generazione di Moto X, G ed E mentre rimane l'incognita del Moto E di seconda generazione, device di fascia medio-bassa che potrebbe non ottenere il lasciapassare per l'aggiornamento.

HTC

Nonostante il periodo non felice che HTC sta attraversando dal punto di vista finanziario, non sembrano esserci dubbi che anche questa volta la compagnia taiwanese reciterà un ruolo da protagonista nella distribuzione del nuovo update del robottino verde. HTC ha già diffuso la lista dei dispositivi su cui arriverà Marshmallow, il tutto a partire dalla fine del 2015. Eccoli:
• HTC One M9
• HTC One M8
• HTC One M9+
• HTC One E9+
• HTC One E9
• HTC One ME
• HTC One E8
• HTC One M8 Eye
• HTC Butterfly 3
• HTC Desire 826
• HTC Desire 820
• HTC Desire 816
Una lista davvero interessante, in cui mancano l'M8s (si spera per errore) e il nuovo A9, che al momento della diffusione dell'elenco non era ancora stato svelato, ma che uscirà con l'ultima versione di Android già di serie.
L'arrivo di Android 6 porterà ai possessori di questi dispositivi HTC, tra le altre cose, anche la nuova interfaccia Sense 7, che come le altre proposte software di HTC degli anni scorsi, rappresenterà un vero e proprio valore aggiunto all'intera esperienza Android.

Huawei

Huawei non è famosa per la sua rapidità nell'aggiornare i dispositivi Android alle ultime release. Tuttavia il 2015 sembra essere l'anno buono per cambiare le cose, per due motivi molto validi. Il primo è che ormai il colosso cinese è tra i principali protagonisti del mercato smartphone mondiale, grazie al lancio di prodotti ottimi la cui bontà è stata riconosciuta da utenti e addetti del settore, vedi Huawei P8 e Mate S. Il secondo motivo, forse il principale dei due, per cui Huawei non può più perdere tempo nell'aggiornamento dei propri dispositivi, è legato alla collaborazione con Google nella realizzazione del nuovo top di gamma Nexus 6P. Lavorare fianco a fianco con il padre di Android avrà garantito ai cinesi di mettere le mani, in anteprima, sulle build preliminari di Android 6. Inoltre, Huawei ha già diramato la lista dei dispositivi che accoglieranno Marshmallow e tra questi troviamo molti smartphone di fascia media:
• P8
• P8 Lite
• P8 Max
• Mate 7
• Mate S
• G7
• G7 Plus
• G8
• Honor Play 4C
• Honor 6
• Honor 6 Plus
• Honor 7
• Honor 7i
• Honor X2
• Honor X4

Asus

Asus è tra i principali protagonisti Android di questo 2015 grazie all'ottimo ZenFone 2, dotato di feature hardware e software di prima qualità ma venduto ad un prezzo estremamente concorrenziale. Come tale ci si aspetta molto da questo produttore sul fronte degli aggiornamenti e, fortunatamente, tutti coloro che hanno accordato la propria fiducia agli asiatici e allo ZenFone 2 saranno ben ricompensati, visto che i taiwanesi aggiorneranno i modelli ZE551ML e ZE550ML. Gli aggiornamenti sono frequenti in questi due device, e l'arrivo di Android 6 conferma la bontà del progetto. Dovranno invece fare a meno di Marshmallow i possessori di ZenFone 4, ZenFone 4.5, ZenFone 5 e ZenFone 6, fermi a Lollipop.