AnTuTu: gli smartphone più potenti della prima metà del 2016

La classifica di AnTuTu mostra un netto domino degli smartphone cinesi, presenti in tutte le prime posizioni, a discapito dei brand più famosi.

speciale AnTuTu: gli smartphone più potenti della prima metà del 2016
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

I benchmark sintetici, sia in ambito mobile che su PC, non riescono spesso a dare riscontri sulle reali prestazioni dei dispositivi. Nel caso degli smartphone tuttavia, AnTuTu si è dimostrato utile come metro di paragone tra device, grazie al suo enorme database. Non stupisce quindi che ogni mese AnTuTu sfrutti la mole di benchmark effettuati per stilare una classifica degli smartphone più performanti, con 2000 test per ogni terminale, in modo da rendere più credibili i dati ottenuti. Anche in questo caso le performance reali sono ben altra cosa, ma almeno è possibile osservare quali sono i device potenzialmente più potenti. Nella classifica cumulativa della prima metà del 2016 il dato più interessante è la presenza di una netta maggioranza di smartphone cinesi a discapito di quelli dei marchi più rinomati. A smuovere un po' le acque ci ha pensato One Plus 3, che ha fatto il suo ingresso trionfale in classifica, ma meglio andare con ordine e partire dalla decima posizione, dove si è posizionato il Lenovo ZUK Z2.

La classifica

Come anticipato in decima posizione troviamo il Lenovo ZUK Z2, con un punteggio di 129.076 punti, uno smartphone che ha fatto molto parlare di sé grazie al prezzo di vendita aggressivo unito a un hardware di alto livello. Questo comprende un processore Qualcomm Snapdragon 820, 4 GB di RAM e un display da 5" Full HD. Prima di passare oltre è bene sottolineare due fattori. Il primo conferma come queste classifiche devono essere prese con le pinze, visto che a maggio la media del punteggio per questo modello era di 136.853 punti. Il secondo riguarda invece il mondo degli smartphone in generale. La classifica degli smartphone più potenti della prima metà del 2015 vedeva in testa il Samsung Galaxy S6, che aveva totalizzato 67.520. Un anno dopo in decima posizione troviamo un device che raddoppia questo valore, segno che le prestazioni sono aumentate di molto con l'arrivo dello Snapdragon 820, anche se si tratta di valori sintetici.
Passando in nona posizione troviamo iPhone SE, il piccolo di casa Apple, accolto positivamente dalla stampa e dal pubblico interessato a un device di piccole dimensioni. Il suo processore Apple A9 ha fatto registrare 131.401 punti, un valore elevato, aiutato anche dalla minor risoluzione del display. In ottava posizione ecco una new entry, lo ZTE AXON 7, un vero e proprio top di gamma, con prezzi da 440 a 625 Dollari, che tocca quota 132.217. ZTE ha installato al suo interno un processore Snapdragon 820, mentre il display è da 5.5" QHD. Non sappiamo tuttavia se il dato rilevato da AnTuTu faccia riferimento alla variante da 4 o da 6 GB di RAM, quest'ultima equipaggiata anche con il Force Touch, una tecnologia simile al 3D Touch di Apple. A proposito di Apple, in settima posizione trova spazio iPhone 6s, che tiene testa a molti dispositivi usciti più di recente sul fronte delle performance, almeno su AnTuTu, toccando quota 133.781 punti. In sesta posizione troviamo il Samsung Galaxy S7 Edge, altro device molto apprezzato dal pubblico e dalla critica, ma anche questo ha dovuto cedere il passo ai device orientali, nonostante i 134.599 punti raggiunti. Da questo punto della classifica in poi il dominio cinese è infatti incontrastato, anche se osservando i numeri dalla decima alla prima posizione il distacco non è poi così elevato e di certo non va a impattare sull'esperienza d'uso reale. In quinta posizione troviamo infatti lo Xiaomi 5, terminale da 5" con Snapdragon 820, 3 GB di RAM e uno schermo Full HD, con quest'ultimo che colma in parte il divario con gli altri dispositivi causato da un minor quantitativo di RAM, arrivando a 136.733 punti. Non riesce invece a raggiungere il podio il Lenovo ZUK Z2 Pro, sempre su piattaforma Qualcomm, con un punteggio di 136.853: anche in questo caso però i dati potrebbero riferirsi alla variante con 4 GB di RAM e non a quella con 6 GB.

Il terzo classificato è LeEco Max 2, con 138.026 punti, smartphone con display da 5.7" QHD, Snapdragon 820 e ben 6 GB di RAM, superato di pochissimo dal Vivo Xplay5 Elite, a quota 138.706, che il mese scorso occupava la prima posizione in classifica. Il merito va alla collaudata piattaforma Qualcomm e ai 6 GB di RAM, che tuttavia non sono bastati per mantenere la vetta, dove ora troneggia One Plus 3. Il terminale della casa cinese ha è arrivato infatti a 140.288 punti, merito forse della sua UI leggera, visto che l'hardware rimane bene o male lo stesso di altri prodotti. One Plus è infatti equipaggiato con un processore Qualcomm Snapdragon 820, 6 GB di RAM e 64 GB di storage, mentre il display è da 5.5" con risoluzione Full HD.

Antutu La prima parte del 2016 è dominata dagli smartphone cinesi, che si sono aggiudicati il primato nella classifica di AnTuTu. Bisogna anche dire che questo riconoscimento è poca cosa in confronto ai progressi fatti in termini di volumi di vendita, che premiano aziende come Huawei, Oppo e Vivo, entrate nelle prime cinque posizioni per numero di device venduti. Appare evidente come il mercato non stia cambiando, ma sia già cambiato, segno di un mutamento del settore che vede sempre più al centro della produzione, e delle politiche di vendita, paesi come la Cine e l’India, gli ultimi mercati in grado di far lievitare le vendite di smartphone, vista la stagnazione riscontrata nei paesi occidentali.