CES 2016

AOC: tre nuovi monitor al CES 2016

AOC mostrerà al CES 2016 di Las Vegas tre nuovi monitor, indirizzati a differenti fasce di utenza e prezzo. Stiamo parlando dei modelli C3583FQ, U2879VF e I2781FH, tutti disponibili a breve.

speciale AOC: tre nuovi monitor al CES 2016
Articolo a cura di
Daniele Vergara Daniele Vergara viene alla vita con un chip Intel 486 impiantato nel cervello, a mo' di coprocessore. E' più che entusiasta di tutto ciò che riguarda la tecnologia intera e i videogames, con un occhio di riguardo verso l'hardware PC e l'overclocking. D'inverno ama snowboardare, macinando km e km di piste. Lo trovate su Facebook, Twitter e Google+.

Il CES di Las Vegas si avvicina, con l'inizio ufficiale fissato per il 6 febbraio. All'evento parteciperanno tantissime aziende, che sfrutteranno il palcoscenico offerto per presentare gli ultimi ritrovati in campo tecnologico. AOC ha annunciato alcuni prodotti che saranno mostrati all'esposizione californiana e, tra questi, troviamo tre monitor davvero interessanti. Stiamo parlando del C3583FQ, con schermo curvo ad elevato refresh rate e tecnologia per l'eliminazione del tearing, dell'U2879VF, con pannello 4K da 28 pollici e infine dell'I2781FH, un monitor che punta tutto sul design innovativo. Queste soluzioni sono indirizzate a tre fasce di utenza diverse, ed anche i prezzi dovrebbero variare di conseguenza.

AOC C3583FQ

L'AOC C3583FQ è probabilmente il monitor più particolare dei tre, in quanto le peculiarità di cui gode sono tante, sia lato design che sul fronte delle specifiche tecniche. Partiamo subito col dire che il pannello utilizzato è curvo con una diagonale da ben 35 pollici, disegnando un prodotto destinato agli utenti che possiedono quindi un bel po' di spazio sulla propria scrivania. La risoluzione è fissata a 2560x1080 pixel, riprendendo di fatto lo stesso concept adottato da prodotti come il BenQ XR3501 e l'Acer Z35. Nonostante la sua risoluzione possa apparire bassina rispetto ai pollici del pannello, la densità di pixel pari a circa 80 PPI non dovrebbe poi risultare così traumatica. La tecnologia del pannello è l'AMVA (Advanced Multi-Domain Vertical Alignment) alla sua terza versione, con un refresh rate massimo di 144Hz. AOC offre di serie un setting che porta questo valore a 160Hz, a mezzo di un piccolo overclock. Il C3583FQ fruisce anche di AMD FreeSync, che consente al monitor di avere una frequenza d'aggiornamento variabile per abbattere il tearing e ridurre al minimo l'input lag. Per approfondire il funzionamento della tecnologia, potete leggere il nostro speciale dedicato. Nel caso di questo monitor, FreeSync lavora anche se utilizzate il preset overclockato, in quanto il range supportato è 45-160Hz. Altri aspetti di questo schermo includono un'intensa curvatura 2000R e un contrasto statico pari a ben 2000:1. Gli angoli di visione orizzontali e verticali sono di 178 gradi in entrambi i casi. Il pannello usa un rivestimento opaco che non riflette la luce e che al tempo stesso non introduce l'effetto granuloso, che molti utenti non apprezzano. Il tempo di risposta grey to grey è fissato a 5 millisecondi, mentre la luminosità massima dichiarata dall'azienda è 300 cd/m2. Il pannello è certificato flicker-free ed è supportata la profondità di colore 8 bit effettivi, quindi senza tecniche di dithering. Oltre alla curvatura del pannello, un'altra caratteristica particolare del design è che gran parte dell'elettronica si trova nella base, che ospita quindi il pannello I/O e i comandi dell'OSD. Fra le connessioni disponibili troviamo la Dual-Link DVI, due porte HDMI 1.4 (con MHL), due ingressi DisplayPort 1.2a, audio input e audio output da 3.5mm. Come intuibile, quindi, nel C3583FQ è inclusa anche una sezione audio, che regala al prodotto due speaker da 5W. Il prodotto, purtroppo, non è compatibile con lo standard VESA e, date le dimensioni del pannello, questo può solo essere inclinato.

AOC U2879VF

L'AOC U2879VF è uno schermo chiaramente pensato per il gaming, ma non solo, con un pannello da 28 pollici su cui si muovono 3840x2160 pixel. La risoluzione Ultra HD sta diventando sempre più popolare e fornisce un'esperienza davvero coinvolgente, seppur richieda tantissima potenza per essere gestita senza intoppi. Il pannello utilizzato è un TN, con angoli di visione in orizzontale ed in verticale rispettivamente di 170 e 160 gradi. Non poteva mancare la tecnologia AMD FreeSync, che permette al refresh rate di variare rispetto alla situazione di gioco e fino ad un massimo di 60Hz. In questo caso il range in cui FreeSync lavora come dovrebbe parte da 40 e arriva fino, appunto, a 60 Hertz. Il rapporto di contrasto statico è, da specifiche, di 1000 a 1 e la profondità di colore è stata fissata dall'azienda a ben 10 bit senza dithering. La luminosità massima è di 300 cd/m2 e il tempo di risposta è di 1ms (GtG). Inspiegabile in questo caso l'assenza dei classici movimenti ergonomici - l'U2879VF può solo essere inclinato - e dei fori compatibili VESA per l'aggancio ad una parete. La retroilluminazione WLED garantisce una fruizione senza flickering. Le porte disponibili sono piazzate sul retro del monitor e prevedono una Dual-Link DVI, una HDMI 2.0 (con MHL), una DisplayPort 1.2a, un ingresso VGA e un ingresso jack da 3,5mm per le cuffie. L'alimentazione è esterna e dovrete quindi piazzare il blocco convertitore da qualche parte sul pavimento. Data l'elevata risoluzione dell'U2879VF, AOC ha dotato questo prodotto di utili funzionalità, quali PiP (Picture in Picture) e PbP (Picture by Picture).

AOC I2781FH

Alcuni utenti ricercano in un monitor un'estetica che sia bella da vedere e che non sfiguri sulla scrivania. L'AOC I2781FH si prefissa di accontentare queste persone, grazie al suo design minimalista e allo stand in metallo con una forma decisamente caratteristica. Anche le cornici sono piuttosto sottili - con solo quella inferiore che è un po' più spessa - così come anche il profilo. Questo prodotto non poteva quindi appartenere ad altra famiglia che alla Style Line di AOC. L'ergonomia è garantita dal supporto di tutti i classici movimenti come l'inclinazione, la rotazione sul proprio asse e la regolazione in altezza. I2781FH gode di un pannello IPS prodotto da LG Display, a risoluzione Full HD e con refresh rate massimo di 60Hz. Non essendo indirizzato ai videogiocatori, manca qui qualsiasi tecnologia che renda la frequenza d'aggiornamento variabile. Le altre specifiche annunciano un contrasto statico di 1000:1 e una luminosità di 250 candele su metro quadro. Essendo un IPS il pannello presenta degli angoli di visione davvero eccezionali, di 178 gradi sia in orizzontale che in verticale. Il tempo di risposta è pari a 4ms, ma l'utente ha a disposizione una funzionalità di overdrive per aggiustare la velocità delle transizioni tra diversi livelli di grigio. Il rivestimento del pannello è leggermente opaco, in modo da attenuare riflessi indesiderati senza però introdurre granulosità sugli sfondi bianchi. L'utilizzo di tecniche DC piuttosto che PMW per la modulazione delle tensioni fa sì che l'I2781FH sia certificato flicker-free.
Il retro del monitor non è proprio ricco di porte, ma troviamo due HDMI 2.0, un ingresso VGA ed un input per jack da 3,5mm. Assente il supporto per gli stand certificati VESA, mentre l'alimentatore presenta un convertitore esterno.
Da segnalare è il fatto che questo monitor sarà disponibile anche in una versione con diagonale da 24 pollici, che in tal caso prende il nome di I2481FXH.

AOC AOC si dimostra ogni anno uno dei produttori di monitor più attivi. Come abbiamo visto, i tre prodotti annunciati si differenziano l’uno dall’altro in modo abbastanza marcato, e si affacciano su settori più o meno differenti. L’AOC C3583FQ vuole offrire refresh rate elevati in un pannello curvo, seppur la risoluzione non brilli particolarmente. Dovrebbe arrivare nel mese di febbraio in Europa, ad un prezzo che non è ancora stato rivelato. Alcune fonti parlano però di un taglio del 20% rispetto al costo delle controparti BenQ ed Acer. U2879VF è uno schermo versatile, visto il suo pannello TN con basso tempo di risposta e il design semplice. Esso giungerà sul mercato in un mese non ben definito - ma comunque ad inizio anno - ad un costo che oscillerà intorno ai 400 euro. AOC I2781FH è un prodotto più per il lavoro che per il gioco, che mira agli utenti che tengono al fattore estetico. Probabilmente arriverà prima degli altri due, e per accaparrarselo si dovrà sborsare una cifra di circa 270 euro.

CES 2016
1 Speciale Tech Asus
Asus