Asus e la tecnologia di cancellazione del rumore: cosa fa e come funziona

La tecnologia di cancellazione del rumore è in grado di rimuovere i rumori di sottofondo catturati dal microfono: vi spieghiamo come funziona.

speciale Asus e la tecnologia di cancellazione del rumore: cosa fa e come funziona
Articolo a cura di

Ci sono degli aspetti che vengono spesso sottovalutati quando si sceglie un headset da gaming. Tra questi, rientra probabilmente la "tecnologia di cancellazione del rumore", termine che a volte viene utilizzato a livello marketing per sottolineare che teoricamente la voce dovrebbe sentirsi in modo "chiaro" durante l'utilizzo del microfono. Sul fronte gaming si fa specifico riferimento alla chat vocale (più precisamente a servizi come Discord o simili).
Nel corso degli anni, abbiamo visto diversi brand utilizzare termini altisonanti per descrivere questa funzionalità, ma in alcuni casi, alla fine, la qualità non si è rivelata molto elevata. Vi possiamo assicurare, invece, che ASUS è tra le aziende che associa le parole ai fatti, visti i risultati che stiamo per analizzare.

A cosa serve e come funziona le tecnologia di cancellazione del rumore

Ci sono vari modelli di headset gaming che dispongono di quello che ASUS chiama AI Noise-Canceling Microphone. Per farvi un esempio concreto, tra le cuffie coinvolte ci sono quelle che potete approfondire consultando la nostra recensione delle ROG Theta 7.1. In termini pratici, durante le sessioni gioco, la tecnologia di cancellazione del rumore di ASUS è in grado di "coprire" perfettamente i suoni di disturbo come ad esempio i pulsanti della tastiera (vi possiamo assicurare che anche gli switch Cherry MX Blue, conosciuti per il loro clic ben udibile, non creano alcun problema durante il gioco) o i tasti del mouse.

Se poi pensiamo a un utilizzo esterno al mondo gaming, ad esempio una conversazione su Discord mentre si passeggia nei dintorni della propria abitazione o durante un volo in aereo con il proprio portatile di fiducia, capite bene che avere a disposizione una cancellazione del rumore in tempo reale efficace può essere una manna dal cielo, soprattutto quando è in grado di far sentire la voce limpidamente all'interlocutore come questa soluzione di ASUS.

Per comprendere meglio a che livelli è arrivata la società taiwanese avete a disposizione il video presente qui sopra, in cui potete ascoltare un breve test che simula cosa sente l'utente che dispone di un headset con questa tecnologia. Sicuramente riproducendolo avrete capito meglio di che qualità stiamo parlando: non a caso, i prodotti dell'azienda taiwanese hanno ricevuto le certificazioni di Discord e TeamSpeak, che attestano quanto questa soluzione sia ottima per un utilizzo ludico.

Ma come fa Asus a ridurre il rumore in modo così consistente? Questo è un argomento molto interessante, dato che entra in un connubio hardware/software di elevata caratura. Al contrario di quanto avviene con altre tecnologie simili, come quella di NVIDIA, qui agli algoritmi si aggiunge un processore dedicato, in grado di raccogliere i dati richiesti e di farli analizzare all'intelligenza artificiale.
Quest'ultima permette di rimuovere oltre 50 milioni di tipologie di rumori di fondo. Pensate che i rumori della tastiera e i clic del mouse vengono ridotti fino al 95%, un ottimo risultato.

In parole povere, ASUS "addestra" l'IA in modo da riuscire a "coprire" i rumori in praticamente tutte le soluzioni e lo fa anche utilizzando un componente hardware dedicato, aspetto non di poco conto. I profili smart realizzati dalla società taiwanese sono in grado di distinguere la voce umana da tutto il resto, rendendo limpidi e chiari i discorsi tra più persone.
Non solo: nel caso ci sia una voce di sottofondo mentre state parlando, magari quella del vostro simpatico fratello che gioca con la console posta di fianco a voi mentre state utilizzando il PC, l'AI Noise-Canceling Microphone è in grado di percepire che l'altra voce non corrisponde alla vostra e, di conseguenza, non la fa arrivare quasi per nulla alle altre persone con cui state conversando.
Ovviamente, questo funziona anche per quanto riguarda eventuale musica di sottofondo e classici rumori dovuti al traffico. Senza contare il contesto dei LAN party, in cui magari ci sono molti giocatori che chiacchierano mentre state giocando. Insomma, la tecnologia di ASUS può essere utile in parecchi contesti.

Quali sono i modelli di headset ASUS supportati

Dopo aver analizzato le qualità dell'AI Noise-Canceling Microphone, è giunta l'ora di fornirvi delle indicazioni più dettagliate in merito ai modelli supportati. Abbiamo già citato in precedenza le ROG Theta 7.1, ma in realtà è possibile godere appieno di questa funzionalità anche con le ROG Strix Go 2,4, le ROG Strix Go 2.4 Electro Punk e le ROG Strix Go. Vi ricordiamo che il prezzo delle ROG Theta 7.1 si attesta attorno ai 279 euro, mentre le ROG Strix Go 2.4 hanno un costo consigliato di 179 euro.
Entrambi questi modelli sono disponibili in Italia e presentano delle caratteristiche differenti. Se volete puntare al top, le ROG Theta 7.1 possono essere la giusta soluzione, mentre se volete spendere un po' meno ma disporre comunque di un headset comodo compatibile sia con PC che con le principali console, potreste pensare di dare un'occhiata alle ROG Strix Go 2.4. Per maggiori dettagli su dove acquistare i prodotti citati, vi rimandiamo al sito ufficiale di ASUS.

AI Noise-Canceling Microphone sulle schede madri

Oltre alle cuffie citate in precedenza, è possibile utilizzare la tecnologia AI Noise-Canceling Microphone con qualsiasi tipo di headset (non importa che sia collegato con jack audio da 3,5 mm, USB o Bluetooth), ma questo è consentito solamente se si dispone di una scheda madre ASUS supportata. Ad esempio, la ROG STRIX BB50-E GAMING è tra queste. Potete trovare l'indicazione relativa al supporto a questa tecnologia nella descrizione del componente presente sul portale di ASUS, quindi vi basta cercare la motherboard di vostro interesse per comprendere se è compatibile o meno.
In ogni caso, se avete bisogno di una guida dettagliata in merito a come impostare questa funzionalità, potete trovarla in questa pagina ufficiale, da utilizzare come punto di partenza per prendere confidenza con AI Noise-Canceling Microphone.