CES 2016

Asus: tutti gli annunci dal CES 2016

Tutto il mondo della tecnologia attendeva con trepidazione il keynote di ASUS, che però è stato annullato. Nonostante ciò, i nuovi prodotti dell’azienda presentati sono tanti e molto interessanti.

speciale Asus: tutti gli annunci dal CES 2016
Articolo a cura di

Una delle conferenze più rilevanti del Consumer Electronics Show 2016 doveva essere quella di ASUSTeK. Già, "doveva", perché la società taiwanese ha deciso di annullarla all'ultimo minuto. La punta di diamante del keynote avrebbe dovuto essere Zenfone 3, prossimo smartphone di cui si parla da un bel po', e che dovrebbe arrivare con un sensore di impronte digitali e porta USB 3.1 Type-C. Che Zenfone 3 non sia ancora pronto, quindi?
Possibile, ed è stata la prima cosa che è balzata alla mente una volta appreso della cancellazione della conferenza. Nonostante questo, al CES 2016 Asus ha portato tantissimi nuovi prodotti, per un line-up davvero esteso. Le presentazioni sono arrivate sia dal fronte Republic of Gamers sia da quello dedicato agli utenti più comuni, con tantissimi nuovi dispositivi che verranno immessi sul mercato poco a poco. Cinque di questi hanno vinto altrettanti Innovation Awards, segno che ASUS è sempre all'avanguardia in campo tecnologico.

ROG gaming laptop

Uno dei più impressionanti prodotti messi in mostra a Las Vegas dall'azienda asiatica è stato sicuramente il notebook da gaming GX700. In realtà questo prodotto è stato presentato in estate, all'IFA di Berlino. GX700 è stato qualificato con il primo laptop con raffreddamento a liquido, merito del ROG Hydro, un modulo esterno utilizzabile all'occorrenza. Il watercooling su un prodotto di questo genere non è poi strettamente essenziale, ma consente di sfruttare tutta la potenza del chip Intel Core di sesta generazione di cui è dotato, considerato che si tratta di una CPU con moltiplicatore sbloccato. Il BIOS del GX700 è stato modificato per lo scopo direttamente da ASUS e l'utente sarà in grado di alzare la velocità di clock del processore così come i voltaggi. Il display è da ben 17 pollici a risoluzione 4K, con pannello IPS per ottimi angoli di visione. La scheda grafica a bordo è una NVIDIA GTX 980, del tutto identica alla controparte desktop sebbene il form factor sia decisamente differente. Il sistema operativo a bordo è Windows 10 e, in combinazione con la GPU, predispone questo prodotto per le DirectX 12.

ASUS ROG G752 è il secondo notebook da gioco presentato a Berlino e presente anche sul palcoscenico del CES. Stiamo parlando di un dispositivo non così potente come il GX700 - e di conseguenza non offre il raffreddamento a liquido - ma comunque corredato da un processore Intel Core i7 con architettura Skylake, scheda video NVIDIA GeForce GTX 980M e memoria RAM sino a 64GB con tecnologia DDR4. Certo, nessun modulo esterno è fornito in bundle, ma la dissipazione è ugualmente curata ed è uno dei capisaldi del prodotto: è presente infatti l'ultimo sistema termico denominato 3D Vapor Chamber da ASUS, che regala temperature più fresche rispetto ai classici impianti.

ROG gaming desktop

Nell'ala computer desktop troviamo alcune motherboard, sia ROG che non. La più performante è la Maximus VIII Formula. Le caratteristiche principali parlano di un chipset Intel Z170 per il pieno supporto dei processori Skylake e, soprattutto, dell'EK Crosschill. Si tratta di un sistema di raffreddamento ibrido per le fasi alimentazione, già predisposto per le tubazioni di un impianto a liquido personalizzato e refrigerato passivamente da alcune alette dissipanti. VIII Formula integra anche dei LED che la rendono adatta al pattern di colore di qualsiasi setup abbiate in mente.
Abbandonando per un attimo il brand ROG scorgiamo la motherboard 970 Pro Gaming, per chi preferisce invece puntare su un processore AMD. E' la prima board ad ottenere supporto degli ultimi processori dell'azienda di Sunnyvale a mezzo del nuovissimo chipset 970+SB950. Presente inoltre il sistema Aura per la gestione dei LED.
Ultima scheda madre da gioco mostrata è la B150I Pro Gaming, un prodotto con form factor Mini-ITX, effetti di illuminazione personalizzati, Wi-Fi 802.11ac e uno slot M.2 per la compatibilità con i nuovissimi SSD NVMe. Non è un prodotto ROG, ma ne riprende alcune tecnologie come l'audio SupremeFX, Sonic Radar II e l'header per una pompa watercooling. Sicuramente una motherboard interessante per i giocatori che vogliono metter su un sistema gaming con dimensioni contenute.
L'azienda taiwanese ha infine rivelato un computer desktop già assemblato, che fra l'altro ha vinto un Innovation Award nella categoria Gaming and Virtual Reality. Il nome commerciale è ROG GT51 e tra le specifiche tecniche c'è una CPU Skylake con processore Intel Core i7-6700K, che può essere overclockato per aumentare le performance del sistema. Proprio l'overclocking è stato reso più agevole grazie al software Turbo Gear che consente di procedere all'aumento delle frequenze e dei voltaggi con un semplice click. Del raffreddamento è responsabile un sistema a tunnel che indirizza il flusso d'aria calda lontano dai componenti chiave durante una sessione di gaming. Il cabinet possiede effetti LED personalizzabili e una finestra laterale che permette di gustarsi il potente hardware interno.

ROG peripherals

I monitor da gioco a cui la società ha tolto i veli sono tre. Due di questi sono una variante da 24 e 28 pollici dei già visti display 4K della serie MG, che offrono quindi 3840x2160 pixel a schermo con un tempo di risposta di soli 1ms.
Lo schermo più imponente è il ROG Swift PG348Q, un prodotto curvo UltraWide con risoluzione Quad HD (3440x1440). La diagonale è da 34 pollici, il refresh rate arriva fino a 100Hz ed è inclusa la tecnologia NVIDIA G-Sync per abbattere il tearing e minimizzare l'input lag.
L'ultimo mouse firmato ASUS ROG è lo Spatha, una periferica wireless con sensore laser da 8200 DPI, dodici tasti completamente programmabili e la possibilità di utilizzo anche tramite cavo. A corredo del mouse è stata esibita anche una tastiera meccanica, la ROG Claymore. La particolarità di questo prodotto non è tanto il fatto che abbia illuminazione RGB e anti-ghosting, ma il fato che può essere sincronizzata con le schede madri compatibili e controllare - tramite hotkey - la velocità delle ventole e le frequenze di CPU e memorie.
Dopo l'idea dell'unità esterna per schede grafiche realizzata da Dell per i propri Alienware, al CES abbiamo visto un vero e proprio boom di unità di questo tipo. Dopo Razer, anche ASUS ha presentato una docking station per GPU, che si collega al notebook e può ospitare sia un prodotto NVIDIA GTX che AMD Radeon. Questo modulo serve per coloro che vogliono innalzare le potenzialità di calcolo grafico del proprio portatile, in quanto sono noti i benefici di un chip desktop piuttosto che mobile. Il prodotto si chiama XG2 e consente anche di alimentare il proprio laptop, minimizzando quindi il numero di cavi necessari.

ASUS notebooks e ultrabooks

ASUS non è stata solo gaming al CES, ma ha introdotto nuovi computer portatili dedicati sia al business che alla fascia mainstream - approfittando anche della diffusione di Skylake. Si comincia dallo ZenBook Pro, un notebook con schermo da 15,6 pollici che si candida a diventare il nuovo flagship dell'azienda (escludendo i prodotti ROG). Lo chassis è tutto in alluminio ed offre un processore Intel Core di sesta generazione con TDP da 45W. La scheda grafica è dedicata - ZenBook Pro monta un chip NVIDIA GTX 960M - mentre lo storage possiede interfaccia M.2. L'utente può opzionalmente scegliere anche una variante con schermo 4K, che copre il 100% dello spazio colore sRGB.
Scendendo di fascia c'è l'UX303UA, un Ultrabook con a bordo un processore Skylake U. Questo prodotto rispetta gli standard della categoria e si mostra sottile e leggero, più del "vecchio" modello da cui eredita buona parte delle caratteristiche. ASUSTeK ha anche aggiornato l'UX305 a Skylake, chiamandolo UX305CA. La memoria RAM e l'SSD montato internamente dovrebbero rimanere gli stessi, con capacità rispettivamente di 8 e 256 GB.

ASUS AIO PCs

I computer All-In-One a marchio ASUS in fiera erano molti, sia di grosse dimensioni che non. Zen AIO è il modello più orientato agli utenti consumer di tutta la gamma, con un monitor Full HD e scheda grafica NVIDIA GTX 960M che dovrebbe fornire un gaming con sufficienti prestazioni. Sullo schermo sono presenti due speaker da 16W. Il processore è un Intel Core i7 appartenente alla serie T, con dispersione massima di calore pari a 35W. La RAM è invece fissata a 16GB con architettura DDR4, mentre per lo storage c'è un SSD PCIe da 512 GB. Il design è ben fatto, con un piacevole stand in alluminio.
L'ASUSPRO è invece un AIO progettato per le applicazioni commerciali, con uno schermo da 20 pollici, lettore smartcard, ingresso VGA, HDMI, porta COM - che per il settore è molto importante - e retro per l'accesso senza viti ai componenti interni.
Diminuendo le dimensioni scorgiamo una famiglia tutta nuova, la VivoMini VC65, una serie di Mini-PC con processori di livello desktop e la possibilità di supportare sino a quattro unità di storage contemporaneamente. Volendo si possono anche trasformare in veri e propri NAS.
I più piccoli però sono Chromebit e Vivostick, poco più grossi di una chiavetta USB. Il primo utilizza Chrome OS, il secondo Windows 10. Chromebit monta un processore quad core di Rockchip, l'RK3288C, ha due gigabyte di RAM e 16 GB di eMMC. Vivostick invece è basata su Intel, precisamente su uno Cherry Trail Atom. La memoria RAM on board è la stessa del modello Chrome OS, mentre lo storage sale ad una capacità di 32 GB. Entrambi i prodotti saranno disponibili in più colorazioni.

ASUS consumer monitors e networking

Oltre ai display ROG di cui abbiamo già parlato, gli schermi mainstream della società taiwanese ne sono due: ASUS MX34, un prodotto curvo da 34" con risoluzione 3440x1440 pixel, ricarica wireless sulla base e porte HDMI 2.0/DislayPort 1.2, e l'ASUS MB169C+, che è sostanzialmente un monitor "esterno". Quest'ultimo infatti funziona esclusivamente con un cavo USB 3.1 Type-C, da cui riceve sia il segnale video che l'alimentazione. Si collega quindi a qualsiasi dispositivo con porta Type-C e fornisce un display alternativo da 15,6 pollici, risoluzione Full HD e pannello IPS.
Sul fronte networking segnaliamo il router AC2600 con supporto allo standard MIMO ed una scheda di rete PCIe davvero prestante, con velocità teorica di 3,1 Gbps. Data la velocità di questo prodotto, ASUS l'ha dotato di alcune alette per raffreddare il tutto quando il carico di rete è intenso.

Asus Come abbiamo visto, i prodotti lanciati da ASUSTeK sono tantissimi. Buono l’ampliamento del brand ROG, con due notebook da gaming, la Maximus VIII Formula e il monitor curvo con diagonale da 34 pollici e G-Sync. Un prodotto simile l’azienda lo ha rilasciato anche in fascia mainstream, l’MX34, ovviamente senza la tecnologia NVIDIA e con un refresh rate più basso. ASUS ha inoltre aggiornato alcuni notebook a Skylake e presentato nuove soluzioni come lo ZenBook Pro. Attenzione anche agli All-In-One e ai Mini-PC, con Vivostick in prima linea. AC2600 è un router che somiglia ad altri prodotti ASUS come RT-AC87U, ed è quindi probabile che ne erediterà le performance, mentre è curiosa la scelta di dotare la nuova scheda di rete PCIe di alcune alette in alluminio. Probabilmente la dissipazione passiva è esagerata su un prodotto di questa tipologia, ma non farà male: speriamo solo che il prezzo non lieviti troppo. Insomma, lo Zenfone 3 non lo abbiamo ancora visto ma non possiamo di certo ritenerci insoddisfatti.