ASUS ZenWiFi XD6: come configurare una rete mesh? È un gioco da ragazzi

Il kit da 2 unità di ASUS ZenWiFi XD6 AX5400 consente di configurare una rete mesh in poco tempo e in tutta semplicità.

ASUS ZenWiFi XD6: come configurare una rete mesh? È un gioco da ragazzi
Articolo a cura di

Le reti mesh rappresentano ormai un punto cardine della connettività domestica o professionale, poiché consentono di espandere e ottimizzare la copertura all'interno di tutte le zone in cui andranno collocati dei dispositivi che necessitano di connessione a Internet.
Dopo aver dato un'occhiata all'interno della confezione del kit ASUS ZenWiFi XD6 AX5400 nella nostra prova, che permette anche a un utente alle prime armi di espandere la copertura della rete Wi-Fi senza perdere troppo in termini di velocità, è giunto il momento di analizzare quanto effettivamente offerto dal pacchetto in termini di semplicità di configurazione.

La soluzione di ASUS

Nel corso degli anni sono state lanciate miriadi di soluzioni di questo tipo, ma di recente abbiamo avuto l'occasione di mettere le mani su ASUS ZenWiFi XD6 AX5400. Lo ammettiamo: inizialmente i due box giunti sulle nostre scrivanie ci hanno un po' spiazzato, in quanto diversi da altre soluzioni che fanno uso, ad esempio, di una combinazione modem router e repeater o delle classiche tre unità viste con altri sistemi mesh. Poi, però, è arrivato il momento della configurazione e tutto si è rivelato ancora più stupefacente, semplice e comodo.

Una volta acquistato il kit da 2 unità di ASUS ZenWiFi XD6 AX5400, che contiene due router Wi-Fi 6, in grado di coprire anche fino a 500mq, e viene venduto a 316,57 euro su Amazon, la configurazione è estremamente semplice.

La configurazione e l'ottimizzazione della rete avvengono quasi in automatico

Basta estrarre dalla confezione i due box e i rispettivi caricatori e collegare entrambi i router alla presa di corrente. Il primo router va connesso al modem che avete già in casa: si utilizza il cavo Ethernet, collegando un'estremità alla porta WAN presente sul retro dell'ASUS ZenWiFi XD6 AX5400 e l'altra a una delle porte LAN generalmente collocate sul retro del modem.

Arrivati a questo punto, non resta che collocare il secondo router ASUS in una stanza strategia dell'edificio. Generalmente si sceglie un posizionamento che consenta di raggiungere un po' tutte le stanze in cui generalmente con il solo modem il segnale Wi-Fi non arriverebbe al massimo.

Un esempio pratico può tornare utile in questo contesto: se c'è una stanza al secondo piano in cui spesso la connessione a Internet risulta debole e sapete per certo che si tratta di un problema di distanza, allora potrebbe risultare utile provare a piazzare il secondo ZenWiFi XD6 AX5400 in una zona intermedia, maggiormente in prossimità con quell'area.
Sarà possibile andare anche per tentativi, magari posizionando prima il router all'interno della stanza e poi appena fuori o in una zona di mezzo, così da comprendere come espandere al meglio la rete Wi-Fi legata al vostro specifico edificio. In ogni caso, una volta collegati entrambi i router alla presa di corrente e connesso il principale al modem, si accenderà il LED presente nella parte inferiore dei dispositivi. Questo significa che siete pronti alla reale configurazione.

Qualcuno potrebbe ricordarsi del fatto che in passato il collegamento a cascata di dispositivi di questo genere richiedeva una certa dose di pazienza per la configurazione, ma il kit ASUS ZenWiFi XD6 AX5400 vi farà dimenticare tutto ciò: bastano un semplice dispositivo Android, un iPhone o un iPad e qualche minuto di tempo libero. La procedura è talmente semplice da risultare un gioco da ragazzi. Sarà sufficiente scaricare l'applicazione ufficiale ASUS Router dal Play Store (Android) o dall'App Store (iOS/iPadOS) e seguire le rapide indicazioni che compaiono a schermo: più precisamente, vi verrà richiesto di premere prima sul pulsante "Configura" e poi sul riquadro "Router serie ASUS ZenWiFi", in modo da fornire all'applicazione tutti i parametri del caso per procedere alla configurazione automatica.

Dopodiché, l'app dovrebbe rilevare il router tramite il Bluetooth oppure si potrà procedere mediante la scansione di un QR Code presente sotto al dispositivo. In ogni caso, una volta fatto tap sul riquadro "ZenWiFi XD6" o scansionato correttamente il QR Code, si avvierà la configurazione della rete.

Arrivati a questo punto, mancano solamente pochi altri passaggi. Verrà richiesto di specificare eventuali requisiti specifici legati al vostro operatore, ma generalmente quest'opzione è riservata agli utenti esperti: se non avete esigenze specifiche, potete tranquillamente fare tap sul pulsante "Avanti" e impostare il nome della rete Wi-Fi e l'apposita chiave d'accesso. Per il resto, c'è l'eventuale possibilità di separare le reti a 2,4 GHz e 5GHz, in modo da connettersi all'una o all'altra in autonomia invece di lasciare la scelta al router. Il consiglio se non siete utenti esperti è il solito: premere sul tasto "Avanti".

Inoltre, dovrete configurare username e password anche per quel che riguarda l'account di accesso (questo tornerà utile in futuro nel caso vogliate modificare le impostazioni dei router, in quanto al termine della configurazione basterà digitare router.asus.com da un qualunque browser per accedere alla pagina di gestione, ma potrete anche semplicemente gestire tutto dall'app per dispositivi mobili).
Arrivati a questo punto, verrà richiesto del tempo per l'ottimizzazione della rete. Questo passaggio è fondamentale per fare in modo che venga gestita al meglio la rete mesh.

La configurazione del kit ASUS ZenWiFi XD6 AX5400 è più facile a farsi che a dirsi e permette anche agli utenti alle prime armi di espandere la rete Wi-Fi di casa o dell'ufficio senza dover conoscere nemmeno un parametro avanzato, effettuando tutto dal dispositivo che più ci accompagna nel corso delle nostre vite: lo smartphone. Da quest'ultimo sarà poi possibile gestire e controllare la rete in pochi e semplici tap.

Prima di concludere, ci sentiamo semplicemente di fornire una precisazione leggermente più tecnica per chi vorrà configurare una rete mesh in questo modo. Se il vostro modem di base dispone già di una rete Wi-Fi, una volta configurati i due router ASUS potrebbe essere opportuno disabilitarla così da evitare possibili conflitti - in realtà non dovrebbero sorgere particolari problemi, ma è sempre meglio prevenire.
Per portare a termine questa operazione, solitamente sul router è presente un tasto nelle vicinanze del LED di attività del segnale WiFi, altrimenti è possibile effettuarla anche dalla pagina di impostazione raggiungibile tramite browser.

Insomma, al giorno d'oggi mettere in piedi una rete mesh è diventato estremamente banale grazie a kit come ASUS ZenWiFi XD6 AX5400: i tempi in cui bisognava affidarsi al parente "smanettone" o al tecnico specializzato sono lontani. Questo, tra l'altro, senza dimenticare coloro che hanno bisogno di opzioni più avanzate, in quanto si fa comunque riferimento a router curati anche da quel punto di vista. Oltretutto, nel caso in futuro l'utente voglia espandere la rete mesh, potrà semplicemente acquistare un'altra unità, posizionarla dove vuole e configurarla tramite l'apposita opzione presente sempre all'interno dell'app.