Un benchmark online svela una GPU AMD Radeon più potente di una RTX 2080 Ti

A pochi giorni dagli annunci di AMD al CES spunta online il benchmark di una scheda video Radeon che supera in potenza la RTX 2080 Ti.

speciale Un benchmark online svela una GPU AMD Radeon più potente di una RTX 2080 Ti
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Una scheda video più potente del 17% rispetto a una RTX 2080 Ti. La GPU di punta di casa NVIDIA è un vero e proprio mostro di potenza, ancora imbattuto a oltre un anno dalla sua presentazione, nonché sogno proibito di molti gamer. Quest'anno però le cose potrebbero cambiare, da un lato la stessa NVIDIA lancerà le schede video della gamma Ampere, che porteranno un miglioramento del processo produttivo, dai 12 ai 7 nm, e prestazioni superiori.
Dall'altro anche AMD è finalmente pronta a tornare nella fascia alta del mercato con Navi e la microarchitettura RDNA 2. Prima di vedere queste schede video ci vorranno diversi mesi, nel frattempo online un benchmark su OpenVR ha attirato le attenzioni degli appassionati, mostrando la Radeon più potente di sempre.

Tutto da verificare

Come anticipato mancano ancora molti mesi all'annuncio delle nuove schede video di AMD, che potrebbero fare il loro debutto ufficiale al Computex di Taipei. Di norma, con l'avvicinarsi di una presentazione, i rumor si fanno sempre più accurati, in questa fase però è meglio prendere con le pinze il benchmark che vede protagonista una GPU Radeon, in grado di superare del 17% le prestazioni di una RTX 2080 Ti. Il benchmark in questione si chiama OpenVR Benchmark e misura la potenza di una GPU con la realtà virtuale, un campo in cui NVIDIA ha sempre offerto prestazioni superiori rispetto ad AMD.
Vedere dunque una misteriosa scheda video di AMD surclassare la punta di diamante di NVIDIA fa un certo effetto, ma bisogna mantenere i piedi per terra e fare qualche considerazione prima di gridare al miracolo.

Innanzitutto mancano le informazioni sulla piattaforma di test, inoltre è impossibile anche solo immaginare la tipologia di scheda video utilizzata, visto che mancano i dettagli sull'hardware. Per assurdo potremmo essere di fronte a un prototipo di una scheda video con doppio chip grafico, o più semplicemente a due Radeon in modalità Crossfire.

La dicitura "AMD Engineering Sample" lascia il campo aperto alle teorie più disparate, anche perché il codice OPN associato alla CPU utilizzata per il benchmark corrisponde a quello di un Ryzen 7 4800H, uno dei processori per notebook recentemente annunciati al CES di Las Vegas e ancora non disponibili alla vendita.
Lisa Su ha confermato l'arrivo di una GPU Navi di fascia alta nel corso del 2020 proprio durante la fiera americana, senza però dare dettagli tecnici sulla futura scheda video. Per ora si sa solo che sarà prodotta con un processo produttivo a 7 nm+, che utilizzerà un'architettura rinnovata rispetto agli attuali modelli e che integrerà il supporto al Ray Tracing hardware. Niente di più, per avere qualche certezza bisognerà aspettare ancora qualche mese.