CES 2015

Speciale CES 2015

Cosa vedremo nei padiglioni della fiera americana?

speciale CES 2015
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di
Alessio Ferraiuolo Alessio Ferraiuolo è cresciuto a pane, cinema e videogame. Scopre in giovane età la sua passione per la tecnologia, che lo porta a divorare tutto quello che il mercato ha da offrire, dall’hardware per PC agli smartphone, senza mai sentirsi sazio. Nel tempo libero adora suonare la chitarra, andare in palestra e guardare tonnellate di film e serie TV. Lo trovate su Google+ e su Facebook.

Come ogni anno, siamo ormai giunti alle porte del CES di Las Vegas, una delle principali fiere di elettronica a livello mondiale. Nello stato del Nevada arriveranno tutti i grandi nomi del settore per mostrare le novità di questa prima metà dell’anno, dalla telefonia alle televisioni 4k, passando per le nuove Steam Machines. Saranno moltissimi i prodotti che saranno messi in bella mostra davanti al pubblico mondiale, molti sono già stati annunciati, altri saranno invece delle vere e proprie sorprese. Mancano ormai pochi giorni all’inizio, meglio dunque dare un'occhiata alle principali novità che faranno capolino durante la manifestazione, che si preannuncia ricca di annunci.

Samsung

Il riscatto di Samsung deve partire subito, senza attendere oltre. Ciò che è accaduto con Samsung Galaxy S5 non dovrà più ripetersi, soprattutto per salvaguardare l’immagine dell’azienda nel mercato degli smartphone. La concorrenza è ormai sempre più agguerrita e in grado di fornire alternative estremamente affidabili, molte delle quali proposte a prezzi più bassi rispetto a quelle del colosso coreano. Ovviamente, tutte le attenzioni sono rivolte al Samsung Galaxy S6, che dovrà segnare una svolta rispetto al passato. Anche se la curiosità nei confronti del nuovo modello è arrivata alle stelle, complice anche la necessità di rinnovare questa fortunatissima linea di prodotti, non sembra proprio che Samsung mostrerà il suo nuovo top di gamma a Las Vegas. I tempi non sembrano essere ancora maturi, cosa confermata dall’assenza di immagini leak del dispositivo. O la security coreana ha fatto davvero un buon lavoro, oppure siamo ancora lontani dalla presentazione ufficiale, che avverrà con ogni probabilità a marzo, durante il Mobile World Congress di Barcellona. Sempre sul fronte smartphone, il tanto chiacchierato Galaxy A7 salterà l’evento, visto che la presentazione ufficiale è stata fissata per il 14 gennaio. Anche se speriamo di essere smentiti, più che altro per semplice curiosità, con ogni probabilità il keynote Samsung mostrerà prodotti diversi: un nuovo tablet della linea Note, probabilmente da 8.4”, il notebook Ativ Book 9 basato su CPU Intel CORE m di Intel e il PC all in one Serie 7 AIO, dotato di display curvo, senza dimenticare le numerose proposte nel campo dell’audio casalingo. Molta enfasi sarà posta nel segmento TV, visto che verranno mostrati numerosi modelli di TV 4k. La novità più importante tuttavia riguarda Tizen, che sarà utilizzato come base software per diverse Smart TV presenti all’evento. Questo è solo un assaggio dei prodotti che saranno mostrati nel corso della manifestazione, che includeranno anche il Gear VR.

Sony

Il line up Sony sembra promettere molto bene, vista la quantità e soprattutto l’eterogeneità dei prodotti che saranno messi in mostra. La manifestazione farà da trampolino di lancio per la linea 2015 delle Smart TV Bravia, che punteranno molto sullo standard 4k. Questo standard promette una qualità video eccezionale, questo è fuori discussione, ma la mancanza di contenuti e i prezzi elevati stanno rallentando la sua diffusione, per cui il 2015 dovrà essere l’anno della consacrazione. Sul fronte smartphone c’è molta incertezza: se la tradizione verrà confermata, l’occasione sarà buona per mostrare l’Xperia Z4, il top di gamma per questa prima metà del 2015. Ma le novità potrebbero non finire qui, infatti la nuova linea di smartphone Android VAIO potrebbe fare il suo debutto ufficiale, anche se per ora si tratta solo di voci non confermate. Difficile dire in quale segmento andranno a collocarsi, anche se sembra improbabile che Sony utilizzi questo brand molto conosciuto per dispositivi economici.

LG

Il 2014 di LG è stato caratterizzato da una decisa risalita nel settore della telefonia, ma è ancora presto per sostituire il G3. In fondo, come caratteristiche tecniche, il top di gamma LG è ancora decisamente al passo coi tempi, per cui non c’è nessuna fretta. Diverso il discorso per il successore di LG G Flex, la cui presenza alla manifestazione sembra sempre più probabile. Le novità tuttavia arriveranno principalmente dal segmento TV, visto che LG presenterà ben undici nuovi modelli 4k. Anche se si tratta di indiscrezioni, ciò che è filtrato dalla Corea lascia trasparire novità interessanti. La nuova linea LG infatti potrà contare sulla tecnologia OLED, anche se verrà mostrato un modello LCD IPS con tecnologia Quantum Dot. L’occasione potrebbe essere sfruttata anche per mostrare al mondo un modello OLED Ultra HD da 110", mentre la presenza di un modello sempre OLED ma 8K da 55" si fà via via sempre più probabile. Durante l'evento sarà possibile dare un'occhiata anche a diversi monitor PC con tecnologia Free Sync e pannello curvo e nuove casse appartenenti alla linea Music Flow.

HTC

A differenza delle aziende citate fino a questo momento, HTC non può contare sulla grande quantità di categorie di prodotto in cui operano Samsung, Sony, etc. L’azienda di Taiwan si è rivelata abbastanza cauta nel fornire indicazioni in merito ai prodotti presentati. In molti sono in fremente attesa per HTC Hima, il successore dell’M8; purtroppo, con ogni probabilità bisognerà attendere ancora un pochino, visto che il Mobile World Congress di Barcellona sembra essere il momento ideale per mostrare al mondo il nuovo flagship phone di HTC. Le immagini teaser mostrate nei giorni scorsi vedono invece protagonista un nuovo device della serie Desire. Il restante line up di HTC resta un mistero, anche se qualche voce su un nuovo wereable hanno già iniziato a circolare da diverso tempo.

Asus

Il teaser trailer diffuso da Asus lascia poco spazio ai dubbi: al CES vedremo il nuovo ZenFone, alla stregua di quanto avvenuto l’anno scorso sempre a Las Vegas. Il video sottolinea le peculiarità del comparto fotografico del nuovo smartphone, come indica il claim “see what others can't see”. Il design della scocca posteriore ricorda molto quello dei terminali LG, con due tasti posti sotto alla fotocamera principale. Per quanto riguarda le specifiche, le voci di corridoio si sono smentite a vicenda su più fronti, a partire dal SoC utilizzato, che in principio doveva essere prodotto da Intel mentre ora sembra che Mediatek abbia preso il sopravvento. A questo punto è meglio attendere la presentazione ufficiale, che fugherà ogni dubbio in proposito.

Intel e Nvidia

A Las Vegas saranno presenti diversi produttori di CPU e GPU, che porteranno con sé novità piuttosto interessanti. Intel mostrerà la linea di processori Broadwell-U, che si affiancherà alle varianti Broadwell-Y presentate pochi mesi fa. Mentre quest’ultime sono indirizzate ai notebook ultrasottili, che necessitano di temperature operative e consumi ridotti all’osso, Broadwell-U andrà ad equipaggiare notebook e soluzioni 2 in 1 meno estreme dal punto di vista del design e dei consumi ma migliori in quanto a prestazioni. Secondo i rumors emersi negli ultimi mesi, il TDP delle nuove CPU varia dai 15 ai 28 W, mentre sul fronte GPU dovrebbero essere presenti diverse alternative, dalla Intel HD Graphics 5500 fino alla 6100. L’attesa per le varianti desktop a questo punto sale ulteriormente, anche se si dovrà aspettare ancora qualche mese per vedere come si comporterà l’architettura Broadwell in contesti in cui la potenza della CPU può essere utilizzata a dovere.
Attesa in salita anche in casa NVIDIA, che potrebbe sfruttare la visibilità della manifestazione americana per presentare la nuova GTX 960, una soluzione molto attesa dall’utenza, grazie al prezzo inferiore rispetto alle GTX 970 e 980. Si tratta di una GPU di fascia media, che secondo quanto trapelato fino a questo momento dovrebbe utilizzare un chip diverso rispetto al GM204 delle sorelle maggiori, chiamato GM206, dotato di bus di memoria a 128 bit, contro i 256 delle varianti più performanti, e 2 Gb di RAM. I prezzi che circolano collocano la nuova GPU in una fascia tra i 250 e i 299€. Non è tuttavia da escludere che la presentazione venga rimandata di qualche settimana. In compenso, sono previsti annunci nel settore automotive, in cui NVIDIA si è buttata a capofitto, che riguarderanno le nuove partnership e le prospettive future di un mercato che appare in piena espansione.