CES 2015

Speciale CES 2015: il keynote Sony

Sony fa il suo ingresso a Las Vegas nel segno del 4k.

speciale CES 2015: il keynote Sony
Articolo a cura di

Quella andata in scena qualche ora fa, presso il Convention Center di Las Vegas, non verrà certo ricordata come la più pirotecnica delle conferenze. Si è trattato di un evento basato sui temi della tradizione e dell’innovazione, sulla scorta dell’esperienza pluridecennale accumulata dalla compagnia nipponica in anni di permanenza sul mercato. Ma anche sulla voglia di Sony di distinguersi rispetto ai diretti concorrenti, esaltando le sue unicità, che hanno portato alla realizzazione di prodotti di alto livello, seppur di nicchia, come il nuovo Walkman.

TV e videocamere

Possiamo dividere la presentazione di ieri in due parti ben distinte; nella prima il CEO di Sony, Kazuo Hirai, ha tenuto un breve recap del 2014 dell’azienda, parlando dei maggiori successi commerciali. Si è toccato quindi l’argomento PS4, sicuramente il prodotto di punta per i giapponesi anche nel 2015, arrivata alla quota considerevole di 18,5 milioni di unità vendute. Non è mancato uno spazio dedicato a Sony Pictures, con l’immancabile risposta alle polemiche sull’uscita del film The interview, in un primo tempo bloccata in seguito a un attacco informatico e alle successive minacce ricevute da Sony pictures U.S. In questo senso, l’amministratore delegato ha tenuto a precisare come la libertà d’espressione, di opinione e di associazione siano valori cardine dell’azienda, che nonostante mille problemi, ha speso tutta la sua energia per portare il film nelle sale.
La carrellata fatta da Hirai ha toccato anche il settore del digital imaging, nel quale Sony si conferma leader, ponendo l’accento su come i sensori ottici stiano diventando sempre più importanti nel settore automotive, sia per quanto riguarda le telecamere di assistenza alla guida, sia nel campo delle self driving car. Un ulteriore e importante piano di sviluppo indicato è quello che il CEO ha definito come Life Space UX: Sony infatti sta spendendo le sue risorse nella progettazione di device completamente integrati nell’ambiente circostante. Un esempio è il nuovo Symphonic Life speaker, un bulbo luminoso in grado di riprodurre, grazie allo speciale vetro in cui è realizzato, un’ampissima gamma di frequenze audio, tale da regalare un’esperienza d'ascolto di livello, per una commistione innovativa di estetica e funzionalità.

Sony XBR-X900C
Nella seconda parte è salito sul palco Mike Fasulo, COO di Sony, cui è stata riservata la parte più operativa della presentazione e l’annuncio dei nuovi prodotti. Fasulo ha subito tenuto a precisare come la scommessa fatta dal colosso giapponese sul 4K (e in generale sui formati superiori al Full HD), sia da considerarsi vinta, con una progressiva adozione di questa risoluzione anche da parte delle dirette concorrenti. Il 2015 di Sony sarà quindi un anno in 4K, sia per quanto riguarda la produzione di film e serie TV, che verranno girate nativamente in questo formato, sia per quanto riguarda la riproduzione dei contenuti. Tutte le nuove TV di Sony per il 2015 saranno 4K. In particolare il direttore delle operazioni ha presentato la nuovissima serie di TV X900, caratterizzate da un design elegante e da uno spessore di solo mezzo centimetro (mostrato in particolare il modello XBR-X900C). Tutti i display di questa gamma avranno a bordo il nuovo processore grafico denominato 4K X1 processor. Esso è in grado di combinare le tre principali tecnologie video di Sony (Triluminos, X-Reality e X-tended Dynamic range) per garantire la miglior resa video possibile in ogni situazione. Oltre a questo X1 promette di upscalare qualsiasi sorgente alla risoluzione nativa del display, 4K appunto, tramite un innovativo algoritmo che tiene conto non solo della risoluzione della sorgente, ma anche del suo bitrate. Arrivata anche la conferma che tutte le TV in uscita nel 2015 saranno basate sulla piattaforma Android TV e godranno della certificazione Google Cast Ready.
Sempre riguardo al 4K, vero cardine di questa press conference, Sony ha presentato due dispositivi di ripresa dedicati al mercato consumer in grado di riprendere video in altissima risoluzione. Una Handycam 4K (venduta a 1000 $ e lanciata con lo slogan “4K for 1K”) e un’action cam, sempre in UHD, la FDR-X1000 VR. Particolare interesse ha destato la seconda, introdotta da un video girato niente meno che dal grande Tony Hawk.

Smartphone, Wearables e i nuovi Walkman

Per quanto riguarda il settore smartphone, l’unica novità riguarda la conferma del rilascio di Android 5.0 sulla gamma Xperia Z3, segnalata a partire dal febbraio prossimo. Anche nel segmento weareables non si è visto nulla di veramente nuovo, se si esclude una versione dello Smartwatch 3 con cinturino in acciaio, compatibile inoltre con tutti i cinturini standard da 24 mm grazie ad un adattatore. Si tratta di un accessorio atteso dopo le numerose critiche mosse al design di questo weareable.
Capitolo finale dedicato al marchio Walkman, rilanciato con un nuovissimo modello, l’NW ZX2. Diretta evoluzione della variante precedente, è il primo a fregiarsi del bollino Hi-Res audio, lanciato da Sony e certificato dall’associazione produttori di elettronica di consumo. Un nuovo formato che promette per l’audio una svolta simile a quella avvenuta con l’alta definizione nel settore video. Hi-Res non sarà esclusiva di walkman, ma arriverà su tutta la nuova gamma di prodotti audio del 2015, dalle cuffie agli home theater. Tornando all’NW ZX2, da segnalare il prezzo, che dovrebbe essere intorno ai 1200$. Il costo è alto, ma bisogna ricordare che si tratta di un lettore audio High End dotato di amplificatore per le cuffie, indirizzato agli appassionati. Sempre riguardo l’alta fedeltà, è stato presentato un nuovo standard di comunicazione wireless, denominato LDAC, che garantisce velocità di trasferimento 3 volte superiore al classico Bluetooth, in grado quindi di eliminare il compromesso tra qualità e praticità.

CES 2015: il keynote Sony Il vero tema della conferenza Sony è stata l’alta qualità, sia nel settore audio sia in quello video. L'azienda giapponese conferma la scelta di rivolgersi ad un pubblico esigente che ricerca il massimo delle prestazioni, lasciando la contesa della convenienza ad altri contender. Una scelta intelligente ma in fin dei conti obbligata, visto le continue perdite di quote di mercato in diversi segmenti, soprattutto nella fascia media del settore audio/video, a discapito in particolare di LG e Samsung. Playstation rimane il porto sicuro della multinazionale asiatica, che in piena fase di riassetto, rispetto ai fasti ed alla mole mastodontica di prodotti di un tempo, si sta trasformando in una compagnia diversa, fortemente focalizzata (focused, parola più volte ripetuta da Mike Fasulo stesso) su alcuni settori in cui è sicura di poter fare la differenza.