CES 2015

Speciale CES 2015: le novità di HTC

Le conferenze di HTC si chiudono con annunci importanti ma poche novità nel breve periodo.

speciale CES 2015: le novità di HTC
Articolo a cura di

Quando HTC ha annunciato la propria presenza al CES di Las Vegas, i pensieri degli appassionati sono immediatamente andati al progetto HTC Hima, con cui si identifica il top di gamma 2015 della società taiwanese. Tuttavia, già prima dell'evento era chiaro che il produttore avrebbe portato a Las Vegas solo novità per la gamma Desire che, come noto, va a coprire la fascia medio-bassa del mercato e che stando agli ultimi dati ha permesso ad HTC di aumentare le proprie vendite per la prima volta nel giro di tre anni.
Una scelta rischiosa quella di non sfruttare la fiera americana come vetrina per svelare al mondo un nuovo top di gamma, visto che l’assenza di rivali avrebbe potuto dare maggiore visibilità al flagship phone della gamma HTC.
Il 2015 sarà comunque un anno di conferme per HTC, che più volte ha dato l'impressione di peccare di poca cattiveria a livello di strategie di mercato e di marketing, un aspetto a lungo discusso che, nonostante gli alti investimenti, non ha ancora dato i frutti sperati. In compenso, quest’anno la corporation di Taiwan entrerà nel settore degli indossabili, una novità attesa, che porterà nuovi clienti e soprattutto nuovi mercati da esplorare.

HTC & Under Armour

Dopo la RE Camera, HTC ha deciso di puntare forte sul settore degli indossabili, che ad oggi rappresenta una miniera d'oro per le varie case produttrici, almeno a livello potenziale, visto che si tratta di un mercato giovane e in piena espansione. Ecco perché il primo annuncio importante arrivato in occasione del CES riguarda proprio l'assemblaggio di un team che si occuperà dello sviluppo di prodotti che andranno a coprire quattro aree: entertainment, smart home, imaging ed, appunto, health e fitness.
Strettamente collegato a quest'ultima è la partnership siglata con Under Armour, nota azienda americana che opera nel settore dell'abbigliamento per sportivi. I primi frutti di questa collaborazione li vedremo prossimamente; a giudicare dai rumor, HTC sarebbe già al lavoro su un indossabile per sportivi, probabilmente uno smartband. L'amministratore delegato dell'azienda di Taiwn a tal proposito ha voluto rinnovare l'impegno della sua società in questo settore, visto che le persone si affidano sempre di più alla tecnologia per tenere traccia dei propri progressi a livello fisico e sportivo. Nonostante questo annuncio, però, HTC non ha mostrato nulla a riguardo: il tutto è rimandato al Mobile World Congress o semplicemente ad un evento dedicato?

HTC Desire 826 e 320

Come previsto, HTC ha presentato due dispositivi che vanno ad espandere la gamma Desire. Il piu interessante è il Desire 826, un phablet con display da 5,5 pollici e risoluzione di 1920x1080 pixel con densità di 401ppi. Dal punto di vista estetico, non segnaliamo la presenza di novità di rilievo rispetto agli altri modelli della linea, in quanto come sempre HTC porta anche sugli smartphone di fascia bassa un design che ricorda le linee dei top di gamma: in questo caso la somiglianza con il Desire Eye è palese.
Interessante la presenza del processore Qualcomm Snapdragon 615 a 64-bit. Si tratta di una CPU octa-core con frequenza di clock a 1.7 Ghz, che sarà accompagnata dalla GPU Adreno 405 e 2 gigabyte di RAM. La memoria interna è da 16 gigabyte, ovviamente espandibile tramite microSD fino a 128 gigabyte. Il cellulare include anche il supporto Dual-Sim ed alle reti LTE di Cat 4. Il comparto connettività viene completato dall'NFC, GPS, USB 2.0, microUSB e Bluetooth 4.0, che si vanno ad aggiungere al Wi-Fi.

La parte fotografica è degna di nota: sul retro è presente un sensore da 13 megapixel con flash LED ed autofocus, mentre quello frontale è da 4 megapixel. La batteria del Desire 826 è da 2600 mAh e il sistema operativo è Android 5.0.2 Lollipop con la nuova interfaccia grafica Sense.
In fase di presentazione HTC non ha svelato né il prezzo e né la data di lancio del cellulare, che però è stato aggiunto anche al sito americano della società, segno che sarà destinato anche al mercato internazionale e non solo a quello asiatico.
Il secondo terminale presentato è il Desire 320, un entry level dotato di CPU MediaTek MT6582M da 1.3 Ghz, display da 4.5" con risoluzione 854x480 e 1 Gb di RAM. La memoria interna è da 8 Gb espandibile mentre la fotocamera principale è da 5 Mpix con flash LED, il tutto alimentato da una batteria da 2100 mAh. Il terminale sarà disponibile in Germania entro la fine del mese ad un prezzo di 149€, decisamente elevato se si osserva l'hardware installato.

CES 2015: le novità di HTC Una conferenza, quella di HTC, che non ha particolarmente entusiasmato. Nonostante l'importante annuncio dell'ingresso nel settore degli indossabili, che era una cosa già nota, ci si aspettava qualcosa di più da una società che nonostante un quarto trimestre del 2014 molto positivo, non riesce ancora ad uscire da una crisi che la attanaglia da diverso tempo. Qualcosa di più doveva essere fatto, non tanto per il segmento alto del mercato quanto per quello medio e la fascia bassa. HTC, infatti, aveva preannunciato un'importante espansione della gamma Desire: l'826 è sì un dispositivo interessante, ma non in grado di spostare gli equilibri del mercato, mentre il 320 non sembra possedere caratteristiche degne di nota. La speranza è che al Mobile World Congress HTC presenti più novità, e non solo l'M9, in quanto la rinascita di un’azienda non può passare solo attraverso un dispositivo.