CES 2022: le migliori Smart TV presentate da Sony, LG, Samsung e Panasonic

In un CES 2022 a dir poco compresso rispetto alle scorse edizioni, si sono concentrate tantissime novità. Ecco le migliori Smart TV.

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il CES 2022 volge al termine. Il primo appuntamento tecnologico del nuovo anno è stato teatro di un'organizzazione pesantemente vessata dallo stato d'emergenza, che ha ridotto il numero di giornate dedicate al pubblico e costretto alcuni big del settore a parteciparvi solo in via digitale. Seppur in forma molto più concentrata del solito, i grandi annunci non sono mancati soprattutto nel campo dell'Home Entertainment.

Sony QD-OLED A95K

Uno degli annunci più attesi, purtroppo, non è avvenuto. Quest'anno, alla luce di un clamoroso leak sul sito ufficiale del CES, era prevista la presentazione del primo pannello QD-OLED di Samsung, una tecnologia che mira a combinare i pannelli OLED con la tecnologia Quantum Dot. A farlo, alla fine, è stata Sony, con il nuovo, incredibile top di gamma Master Series QD-OLED A95K, con diagonale da 55 e 65 pollici e risoluzione 4K.

I nuovi pannelli promettono un volume colore e una luminosità massima superiore rispetto ai convenzionali pannelli W-OLED, proprio grazie alla presenza delle nanoparticelle Quantum Dot. Non mancano le nuove tecnologie anche sotto la scocca, per cui troviamo un nuovo processore XR che concorrerà a migliorare ulteriormente la resa del pannello ottimizzando i contrasti e le sfumature di colore. Il comparto audio è impreziosito con il sistema Acoustic Surface Audio+ che trasforma l'intero pannello in una superficie di emissione sonora.

Samsung MicroLED 2022

Seppur formalmente in anticipo di un giorno rispetto alla kermesse ufficiale, il 2022 di Samsung passa per una lineup come sempre ricca di novità, a partire dalla nuova gamma Samsung NEO QLED 2022, con prestazioni migliorate e tante funzionalità innovative. Si punta con forza anche quest'anno all'8K, con pannelli dotati di Mini LED a gestione della luminanza fino a 14-bit e Quantum Matrix Technology, ora ancora più avanzata.

A questo si aggiunge un corredo di tecnologie neurali migliorate, tra cui la Shape Adaptive Light Technology, in grado di analizzare le immagini e conferire un'ampiezza specifica alla fonte luminosa sulla base di queste informazioni. Con i nuovi Neo QLED si parla anche di NFT, pronti a sbarcare anche sugli schermi domestici, probabilmente sotto forma di gallerie d'arte. A incuriosire gli appassionati, però, sono stati anche i nuovi flagship con tecnologia MicroLED e 25 milioni di LED di dimensioni micrometriche in grado di emettere luce e colore singolarmente. Se già i modelli 2021 avevano stupito, sicuramente anche quest'anno ne vedremo delle belle.

LG Signature OLED 8K 2022

Anche per LG il CES 2022 è stato il palcoscenico ideale per le migliori proposte. Se il grande pubblico apprezzerà l'arrivo dell'attesissimo LG OLED C2 finalmente con diagonale da 42 pollici, la ciliegina sulla torta è stata il nuovo Signature OLED Z2 con un maestoso pannello 8K da 77 o 88 pollici, processore Alpha 9 di quinta generazione con accelerazione tramite deep learning per l'ottimizzazione dell'immagine e del sonoro per la resa migliore possibile.

Questo pannello, come gran parte della gamma, vanta supporto completo allo standard HDMI 2.1 e refresh rate fino a 120hz, confermandosi una TV avanzatissima sotto tutti i punti di vista. Ad attirare le attenzioni dei puristi sarà anche il nuovo G2 con pannello Evo 4K, tutti i vantaggi gaming della categoria, una luminosità migliorata rispetto alla precedente generazione e un prezzo decisamente più accessibile del modello Signature 8K.

Panasonic LZ2000

L'osservato speciale di Panasonic per i prossimi 12 mesi è il nuovo OLED LZ2000, top di gamma che si rivolge a un'utenza più trasversale rispetto ai competitor, grazie alle diagonali più democratiche, da 55 a 77 pollici, passando per i 65.
Votati all'Home Entertainment a tutto tondo, i nuovi TV OLED di Panasonic uniscono la bontà dei pannelli autoilluminanti alle migliori tecnologie sulla piazza, rendendoli adeguati al cinema ma anche al gaming su console next gen e PC, sul quale il produttore giapponese ha investito un'ingente porzione dei suoi sforzi in fase di sviluppo.

Abbiamo una nuova barra di controllo per il gioco, con informazioni sulla sorgente e sul pannello, il rilevamento automatico delle schede video NVIDIA, il VRR e una frequenza di aggiornamento fino a 120Hz in 4K.
Non mancano poi le feature pensate per la riproduzione di materiale video ad alta qualità, tra cui il supporto completo a tutti i formati HDR, compresi Dolby Vision e HDR10+, e un pacchetto di sensori in grado di rilevare non solo la luminosità ambientale ma anche la temperatura della stessa, adattando e ottimizzando la gamma colori a schermo sulla base delle informazioni acquisite.