Speciale CoPilot: un pilota per amico

L'app gratuita per la navigazione satellitare approda anche su Amazon Store.

INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Le stanze dello Sheraton Diana Majestic sono maestosamente addobbate in pieno spirito natalizio. Con i suoi ampi e sfarzosi saloni che ricordano le origini fine ottocentesche dell’edificio, fatto di ampie vetrate e del lussuoso giardino noto come “Bagni di Diana”, sembra di stare in una commedia natalizia americana degli anni novanta. Questa volta però non c’è Hugh Grant: la protagonista è CoPilot, l’app di navigazione satellitare presente su Android, iOS e Windows Phone, da poco disponibile anche su Amazon Appstore. A presentare l’app è Pauliina Jamsa, finlandese poliglotta e digital marketing manager per ALK Technologies, compagnia con sede a Princeton negli Stati Uniti e impegnata dal ’79 dei trasporti industriali. Il suo CoPilot è una galassia fatta di numerose sfaccettature e versioni specifiche: la versione Truck è finalizzata al trasporto su tir e camion, così come Professional (Enterprises) è la versione più usata dalle aziende. Per l’automobilista di ogni giorno siamo andati a provare CoPilot GPS, versione free che permette di scaricare le mappe per usarle offline (noi tutti sappiamo bene il dispendio di traffico che può causare la navigazione). Ovviamente, sono presenti anche contenuti aggiuntivi a pagamento, con più di una buona ragione per farci un pensierino - uno su tutti: Active Traffic!

NON TUTTO E’ GOOGLE Ciò CHE LUCCICA

Sottolineiamo anzitutto che CoPilot venne lanciato prima di Google Navigation (attuale Google Maps). Una domanda sorge spontanea: perché l’utente medio dovrebbe scaricare CoPilot anziché usare Google Maps o Apple Mapps, per citarne due, i più famosi e classici cui ognuno pensa nei momenti di smarrimento automobilistico? Come Paulina ci tiene a evidenziare, CoPilot è un’applicazione che si avvicina maggiormente all’utente che guida spesso, se non quotidianamente, che vuole ottimizzare i propri percorsi, limitare gli imprevisti di guida e modificare con duttilità i propri itinerari. Vediamo quali caratteristiche ci colpiscono maggiormente: CoPilot ci accompagna da punto A a punto B, ma con alcune interessanti varianti. Se per esempio vogliamo toccare più punti, l’app ci ordina le tappe in un percorso ottimizzato nei tempi e nel tragitto. Il servizio Active Traffic monitora costantemente il livello di traffico, i lavori in corso, gli incidenti e le condizioni atmosferiche, segnalando con sufficiente preavviso gli intralci e suggerendo varianti di percorso per risparmiare tempo e disagi. Il touchscreen su mappa ci permette inoltre di modificare intuitivamente e con immediatezza il percorso: basterà spostare un dito sulla mappa per toccare i punti di interesse, luoghi o strade che preferiamo percorrere, e CoPilot aggiornerà il tragitto. Altra caratteristica di necessaria rilevanza: la modalità di risparmio dati. Se non vogliamo utilizzare il 3G per non scalare traffico possiamo decidere di impostare il viaggio e scaricare la mappa precedentemente, in area wi-fi. In questo modo la stessa Paulina ha garantito di aver fatto Venezia-Roma senza difficoltà, usando il suo Nexus 7.

CLOUD & more

Un po’ vaghe le risposte in merito ad aggiornamenti in vista di Android 5.0, probabilmente perché dal lato interfaccia CoPilot pone poche attenzioni (è un’app basata più sulla sostanza che sulla grafica, difficilmente l’arrivo del material design interesserà ALK Technologies), mentre qualche interessante sorpresa potrebbe essere riservata dal punto di vista tecnico. Restando con i piedi ancorati ad oggi, comunque, CoPilot è già un’ottima soluzione per gli autisti. Specialmente per chi guida ogni giorno, la differenza rispetto ad app più “generiche” si nota, sia per le caratteristiche di cui accennato sopra, sia per una serie di utilità e chicche di vario genere. Importantissimo il cloud proprietario che consente di salvare dati, luoghi e preferenze, senza inficiare sul cambio di smartphone - pensiamo a chi ogni giorno deve spostarsi in auto per lavoro, per cui un cambio di smartphone avverrà in totale agevolezza e scioltezza.
Altre interessanti segnalazioni riguardano la possibilità di visualizzare i prezzi dei carburanti, di attenersi ai limiti di velocità, di sfruttare i comandi vocali per non distrarre il contatto visivo con la strada. Paulina ci tiene ad evidenziare alcune specificità della navigazione in autostrada, con una razionalizzazione della mappa proprio per diminuire il consumo energetico e di traffico Internet: in pratica, mentre siamo in autostrada scompare il resto della mappa, di fatto superflua, che si riattiva a pochi chilometri dall’uscita autostradale per permetterci una visione d’insieme. Allo stesso modo, a seconda della fascia di chilometraggio, la mappa attiverà un blocco schermo per impedire di trascinare erroneamente la schermata di navigazione e finire “fuori strada”. Interessante anche “Commute Me”, funzione con cui calendarizziamo (con un principio simile a quello della sveglia) i nostri percorsi a seconda dei giorni o degli orari. Possiamo per esempio impostare un viaggio ogni mattina da casa nostra all’aeroporto di Linate, ma solo da lunedì al venerdì, perché nel weekend non si lavora. E magari giovedì segnare una tappa in più. In realtà le curiosità e le utilities sono veramente tante: possibilità di visualizzare luoghi di interesse e pagine Wikipedia su determinate locations, impostare le tappe preferite e registrare il nostro stile di guida, rilevare autovelox e benzinai, solo per citarne alcuni. La versione premium consente di sbloccare molte delle carateristiche descritte poco sopra, che includono un tempo illimitato della navigazione vocale, mappe 3D, avvisi sui limiti di velocità, avvisi sugli autovelox, indicazioni dettagliate di corsia e visualizzazzione realistica ClearTurn per le intersezioni complesse. Forse l’interfaccia è più essenziale e diretta, lontana dallo stile colorato di Google Mapps e dallo stile professionale di Apple Mapps, ma contraddistinta da una notevole sostanza alla base che la pone come una delle app più interessanti del settore.