Cos'è Windows Lite, il sistema operativo Microsoft leggero e adattabile

Microsoft potrebbe lanciare entro la fine del 2019 un nuovo OS, leggero e con un'interfaccia pensata anche per i dispositivi con due schermi.

speciale Cos'è Windows Lite, il sistema operativo Microsoft leggero e adattabile
Articolo a cura di

Un sistema operativo leggero, pensato per essere utilizzato anche da dispositivi con due schermi e adatto ai processori Qualcomm. Windows Lite, nome in codice utilizzato internamente da Microsoft che potrebbe cambiare una volta giunto al termine del suo sviluppo, è un sistema operativo di nuova concezione che pone le basi per il futuro prossimo della piattaforma software dell'azienda americana. Un OS trasversale, che sarà impiegato su dispositivi differenti ma che, almeno nelle fasi iniziali della sua distribuzione, sembra essere pensato per contrastare Chrome OS di Google, poco diffuso in Italia ma alla base dei Chromebook.
I fantasmi di Windows RT e di Windows 10s aleggiano ancora in casa Microsoft, non sarà facile proporre un'alternativa alla versione normale di Windows senza limitarne troppo le funzionalità, a Redmond però ci credono ancora, una scommessa che non sarà facile vincere.

Dual screen e Chrome OS nel mirino

Windows Lite, come suggerisce il nome, nasce con l'intento di alleggerire il sistema operativo Microsoft, adattandolo ad hardware differenti da quello dei classici PC. Fino ad ora i tentativi di proporre una versione di Windows ottimizzata per i processori Qualcomm si sono rivelati fallimentari. Troppe limitazioni, prestazioni non eccezionali e un parco software ridotto non hanno permesso a questi prodotti di diventare valide alternative ai classici laptop, uno smacco non da poco per Microsoft, che crede ancora in queste soluzioni. Altro elemento che sta portando la casa americana allo sviluppo di un sistema operativo dotato di un'interfaccia più flessibile è l'arrivo di nuovi portatili dotati di due schermi. L'interfaccia attuale utilizzata da Windows 10 non è adatta a sfruttarli al meglio, nonostante sia stata proprio Microsoft a spingere perché i produttori realizzassero device di questo tipo. Questo nell'immediato, perché in futuro un'interfaccia simile si rivelerà utile anche per i notebook pieghevoli.
Windows 10, fin dalla sua nascita, è caratterizzato da una notevole adattabilità, plasmando la sua interfaccia in base all'hardware utilizzato, dai computer ai telefoni, ma con l'arrivo di nuove tipologie di dispositivi questa deve essere aggiornata per funzionare al meglio. Non è un caso che, in concomitanza con lo sviluppo di Windows Lite, Microsoft stia portando avanti anche Windows Core OS e la nuova C-Shell.

Core OS, per quanto si sa finora, è una versione di Windows pensata per rendere il sistema operativo Microsoft realmente universale, funzionante su PC come su notebook, 2 in 1, dispositivi pieghevoli, console e persino visori come Hololens 2. La nuova C-Shell invece è un'interfaccia in grado di adattarsi a tutti questi dispositivi, andando a sfruttare le loro caratteristiche distintive, un passo fondamentale per rendere Windows davvero universale.

Secondo i primi rumor Windows Lite arriverà dapprima su notebook dual screen, per poi approdare su prodotti pensati per competere con in Chromebook di Google. Grande adattabilità ad hardware differenti, interfaccia plasmabile in base alle caratteristiche dei dispositivi e una maggiore leggerezza, ma come sarà Windows Lite? Non ci sono ancora immagini ufficiali, un elemento molto importante sembra però ormai certo: su Windows Lite potranno funzionare solo le Universal App e le Progressive Web App. Niente software Win32.
Questo significa che saranno installabili solo i programmi presenti nello store Microsoft, un limite non da poco e che in passato ha decretato il fallimento di Windows Mobile, Windows RT e Windows 10s. Oggi il negozio di Microsoft è più ricco e ha un'offerta più variegata, ma basterà per convincere gli utenti ad abbandonare Windows 10?