CYBERPUNK

Cyberpunk 2077: come gira sulle GPU next-gen, dalla 3060 Ti alla 6900 XT

Abbiamo provato Cyberpunk 2077 con le schede video uscite negli ultimi mesi e con tutte le tecnologie supportate, dal Ray Tracing fino a Fidelity CAS.

speciale Cyberpunk 2077: come gira sulle GPU next-gen, dalla 3060 Ti alla 6900 XT
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Stadia
  • Gli ultimi mesi di questo sfortunato 2020 hanno visto l'arrivo della nuova generazione di schede video per PC. Tutti ottimi prodotti, che staccano in modo netto le serie precedenti, falcidiati però da una disponibilità scarsa che ha portato i prezzi a salire inesorabilmente. Condiamo il tutto con delle varianti custom proposte a cifre elevate, troppo rispetto ai modelli Founders/Reference di NVIDIA e AMD, e otteniamo la situazione attuale: quella che poteva essere una stagione d'oro per il gaming su PC è diventata un'attesa infinita per poter acquistare le schede, per di più a prezzi maggiorati.
    Ad aggiungere ulteriore scontento ci ha poi pensato Cyberpunk 2077, graficamente splendido su PC ma con un'ottimizzazione ancora da migliorare, senza contare quanto avvenuto con le versioni per console Old Gen.
    Nonostante questo, poter giocare a Cyberpunk 2077 con una configurazione di fascia alta è stato un privilegio che ci ha permesso di osservare un titolo graficamente splendido e con un Ray Tracing come non si era mai visto prima. Ma quali sono le migliori schede video per spingerlo al massimo? Le abbiamo provate quasi tutte, per mostrarvi come gira il gioco al massimo del dettaglio, utilizzando anche il preset "Folle" dove possibile.

    Metodologia e configurazione di prova

    Fare un'analisi che rappresenti al meglio le prestazioni di Cyberpunk 2077 su PC è impossibile. Questo è bene precisarlo perché le variabili che si incontrano sono troppe, purtroppo l'assenza di un benchmark interno si fa sentire, il risultato è che i dati che abbiamo ottenuto non sono confrontabili con altri. Per la prova abbiamo scelto una location nel distretto City Center, in cui sono presenti diversi riflessi e un numero elevato di NPC: non si tratta del luogo più pesante da gestire del gioco, ma non è nemmeno uno dei più leggeri. Già questo fa capire l'estrema variabilità di situazioni che l'hardware deve gestire a Night City.
    A influenzare le prestazioni non è solo location scelta per il test, ma anche le impostazioni. Un esempio perfetto sono i riflessi Screen Space: il passaggio dal preset Ultra a quello Folle causa un calo nel frame rate di ben 15 fps in 4K con la RTX 3080 Founders Edition che abbiamo usato per la prova. Tuttavia, lo scopo di questo articolo è di capire i rapporti di forza tra le varie schede video, non di comprende come gira il gioco in un contesto reale, dove le singole voci vengono ottimizzate in base al proprio hardware.

    Ecco perchè abbiamo scelto dei settaggi killer, che mettono in difficoltà anche le GPU più potenti. Tutte le voci del menù relativo alla grafica sono state impostate al massimo, compresi i Riflessi Screen Space su "Folle". Nei test relativi al Ray Tracing, possibili solo sulle GPU NVIDIA visto il mancato supporto al lancio per quelle di AMD, abbiamo usato anche in questo caso il preset "Folle", per spingere le GPU di NVIDIA al limite.
    Lo ripetiamo, nella realtà basta giocare un po' con i settaggi per raggiungere un frame rate superiore, in questo caso il test serve a capire la forza bruta delle singole schede video provate. Le abbiamo testate quasi tutte, all'appello manca solo la RTX 3090: si parte dalla RTX 3060 Ti per passare alle RTX 3070 e 3080. In casa AMD invece ci sono la RX 6800 XT e la RX 6900 XT.
    Per la prova abbiamo usato tutte le schede su un Ryzen 5950X con scheda madre ROG Hero VII Wi-Fi, 16 GB di RAM e monitor ROG PG27UQ. Nel caso delle schede AMD abbiamo abilitato anche la tecnologia Smart Access Memory.

    Schede video a confronto

    Cyberpunk 2077 è giocabile con tutte le schede usate per la prova, ognuna però ha le sue peculiarità. Ad esempio NVIDIA può contare sul Ray Tracing e sul quel piccolo miracolo chiamato DLSS, indispensabile per giocare con le impostazioni al massimo alle alte risoluzioni. AMD invece, almeno per ora, non può utilizzare il Ray Tracing, che arriverà in un secondo momento, ma può sfruttare il FidelityFX CAS Dinamico, che permette di scalare la risoluzione utilizzando poi il filtro CAS per aumentare la nitidezza e ridurre il blur. Attenzione, questa tecnologia non va confusa con l'upscaling tramite IA di NVIDIA, più avanzata, ma riesce comunque a dare un boost alle prestazioni come vedremo, a patto di non esagerare con il downscaling.
    Iniziamo con le prestazioni nel rendering tradizionale, dove abbiamo ricavato dati piuttosto interessanti.

    Con le impostazioni al massimo possibile la GPU più veloce è la RX 6900 XT, che ha generato il numero maggiore di frame, del resto è anche la scheda più costosa di questa comparativa.
    Come si può vedere in 4K la scheda di AMD è allineata con la RTX 3080 su 27 fps: questo non significa che il titolo non sia giocabile in 4K, semplicemente i settaggi al massimo senza ottimizzazione fanno calare molto il frame rate, senza però dare un boost evidente nella qualità video rispetto alle impostazioni Ultra, che offrono un frame rate più elevato. Sempre in 4K è la RX 6800 XT a seguire con 25 fps, mentre le RTX 3070 e la RTX 3060 Ti si fermano rispettivamente a 21 e 16 fps.

    Scendendo al 1440p tutte le GPU offrono prestazioni adeguate al gioco, le due proposte di fascia alta di AMD e NVIDIA guidano la classifica e permettono di raggiungere un frame rate elevato, seguite dalla RX 6800 XT e dalla RTX 3070, che offrono di fatto le stesse prestazioni, mentre la RTX 3060 Ti riesce comunque a spuntarla con i suoi 37 fps. In 1080p la 6800 XT riesce addirittura a superare la 3080 mentre la 6900 XT rimane in testa, in generale tutte le schede riescono a gestire bene questa risoluzione.

    I dati ricavati da questa prova confermano la bontà dell'offerta AMD con il rendering tradizionale, come la buona influenza della tecnologia FidelityFX CAS, che pur non offrendo un boost prestazionale comparabile a quello del DLSS risulta comunque utile per rendere giocabile il titolo in 4K con la 6800 XT, il tutto con una perdita nella qualità visiva minima, a patto di non scendere sotto agli "80" nel relativo menù delle impostazioni.

    Entrando nel mondo del Ray Tracing la resa grafica aumenta molto, come anche l'impatto sulle performance. Senza DLSS in 4K il titolo non è giocabile su nessuna delle GPU testate, mentre in 1440p solo la RTX 3080 riesce a offrire un buon frame rate, con il 1080p gestito invece bene da tutte le schede. Attivando il DLSS tuttavia la situazione cambia molto, per altro senza perdita di qualità avvertibile.
    In 4K la 3080 riesce a generare un numero adeguato di frame, poter utilizzare Cyberpunk 2077 al massimo del dettaglio, con tanto di Ray Tracing su "Epico", è una vera gioia per gli occhi. A partire dal 1440p tutte le GPU di NVIDIA possono gestire il gioco senza problemi, mentre in 1080p si riesce a raggiungere un frame rate superiore ai 60 fps con tutti i modelli. Tutto merito del DLSS, probabilmente la tecnologia più importante creata da NVIDIA negli ultimi anni.

    Cyberpunk 2077 I benchmark che abbiamo svolto con Cyberpunk 2077 mostrano un titolo pesante ma tutt’altro che ingestibile se si ha un hardware adeguato. I possessori di schede RTX, anche di passata generazione, possono goderselo al meglio grazie a un Ray Tracing dal forte impatto e al DLSS, che permette anche a GPU non proprio recentissime di raggiungere un buon frame rate. AMD offre invece oggi le performance migliori con rendering tradizionale, almeno con le impostazioni e lo scenario di prova che abbiamo utilizzato, le variabili in gioco sono molte, non è un caso che buona parte dei benchmark delle testate internazionali mostrino NVIDIA davanti anche in questo ambito. Con questo articolo si chiude la stagione 2020 delle GPU, caratterizzata dall’arrivo di prodotti incredibili ma rovinata dai problemi che abbiamo descritto in precedenza. La speranza è che con i primi mesi del 2021 la disponibilità migliori e i prezzi scendano, perché tutte le schede video utilizzate in questa prova hanno dimostrato di poter gestire anche un titolo come Cyberpunk 2077 in modo ottimo.