Da Space X al razzo russo Soyuz, le missioni spaziali di settembre 2020

Vediamo insieme tutti i lanci spaziali che avverranno (o sono già avvenuti) durante il mese di settembre 2020.

speciale Da Space X al razzo russo Soyuz, le missioni spaziali di settembre 2020
Articolo a cura di

Più passa il tempo più osserviamo un aumento nel numero di missioni spaziali. Ce ne sono davvero tante e per questo motivo si sente la necessità di segnarsi tutti gli eventi più importanti del mese, che si preannuncia ricco di scorribande spaziali. Settembre sarà davvero trafficato, con molti lanci previsti da compagnie spaziali differenti, sparse per il globo. Vediamo quindi tutte le missioni previste per questo mese di settembre, che vedrà la partenza di vettori molto diversi tra loro, dal Falcon 9 di Space X fino razzo russo Soyuz.

3 Settembre

Doppio lancio spaziale avvenuto lo scorso tre settembre da parte del razzo Vega, che ospitava sette microsatelliti dai 15 ai 150 chilogrammi e 46 Cubesat, ancora più leggeri e minuscoli, forniti da 21 clienti di 13 differenti nazioni.
Il secondo lancio, invece, arriva da parte di un razzo SpaceX Falcon 9 - che ha lanciato l'undicesimo lotto di circa 60 satelliti operativi per la rete a banda larga Starlink - decollato dallo Space Launch Complex 40 presso la Cape Canaveral Air Force Station in Florida. Nei giorni seguenti, sempre per quanto riguarda SpaceX, abbiamo visto il nuovo tentativo di salto di 150 metri di Starship SN6, la nave spaziale che vuole raggiungere la Luna e Marte.

10 Settembre

La startup Astra prevede di raggiungere l'orbita per la prima volta. La società con sede in California lancerà il suo Rocket 3.1, alto 11.6 metri, dal Pacific Spaceport Complex sull'isola Kodiak in Alaska, in una finestra di lancio di 2.5 ore. Nel giugno 2020, il Dipartimento della Difesa ha annunciato di aver pianificato di assegnare ad Astra (e ad altre cinque società) due contratti di lancio di satelliti per il passaggio in condivisione commerciale, utilizzando i finanziamenti forniti dalla legge CARES.

22 Settembre

Il 22 settembre è previsto il lancio del Lunga Marcia 4B, un razzo cinese che trasporterà una costellazione di satelliti per la navigazione marina, capaci di monitorare le dinamiche dell'oceano, i venti e le temperature superficiali di quest'ultimo. Il Lunga Marcia 4B è un lanciatore spaziale cinese a 3 stadi utilizzato prevalentemente per lanciare satelliti in orbita terrestre bassa e orbita eliosincrona. Non sempre, però, questi lanci vanno per il verso giusto.

24 Settembre

In questo giorno un razzo russo Soyuz lancerà tre satelliti per comunicazioni Gonets M dal Cosmodromo di Plesetsk in Russia. Il Soyuz è il nome con cui è conosciuta una serie di veicoli spaziali sviluppati da Sergej Pavlovic Korolëv per il programma spaziale dell'Unione Sovietica. Ancora oggi vengono impiegati per trasportare gli astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale e, dal 2011, anno in cui è terminato il servizio degli Space Shuttle, l'America si è affidata proprio a questi vettori per arrivare sul laboratorio orbitante.

25 Settembre

Il 25 settembre è prevista la partenza del Gushenxing-1, un piccolo lanciatore di un'azienda privata cinese nata "recentemente", la Galactic Energy. I primi tre stadi sono a propellente solido, mentre il quarto è a propellente liquido. A bordo avrà un carico principale e altri due secondari (per un totale di 3 satelliti), con un peso totale di 80 chilogrammi.

28 Settembre

In questo giorno avverrà il Lancio del Soyuz 2.1b, la versione del 21esimo secolo del lanciatore russo Sojuz. Viene utilizzato per l'immissione di carichi utili in orbita terrestre bassa. La versione 2.1b è dotata di un motore aggiornato con prestazioni migliorate al secondo stadio.

29 Settembre

Il veicolo spaziale cargo Cygnus NG-14 di Northrop Grumman verrà lanciato verso la Stazione Spaziale Internazionale su un razzo Antares dalla Wallops Flight Facility della NASA, in Virginia.
Antares è un razzo vettore sviluppato dalla Orbital Sciences Corporation (Orbital ATK). É in grado di trasportare la bellezza di 5.000 kg di carico utile in orbita terrestre bassa, ed è il lanciatore utilizzato per portare in orbita il veicolo spaziale Cygnus (sviluppato dalla Thales Alenia Space in Italia). Quest'ultimo è un veicolo da rifornimento non pilotato, ovvero non rientra nell'atmosfera terrestre. Grazie al Cygnus, inoltre, la NASA sta cercando di incrementare la propria partnership con le industrie statunitensi del settore aerospaziale.

30 Settembre

L'ultimo giorno del mese di Settembre un altro razzo SpaceX Falcon 9 lancerà il quarto satellite di navigazione di terza generazione dell'aeronautica statunitense, designato GPS 3 SV04, per il sistema di posizionamento globale. Decollerà dalla Stazione in Florida, durante una finestra di lancio di 4 ore.