Dalla console di Google al WPA 3, le news tech più importanti della settimana

I rumor sulla nuova console di Google si fanno sempre più insistenti, nel frattempo Apple e Samsung fanno pace dopo anni di lotta per i brevetti.

speciale Dalla console di Google al WPA 3, le news tech più importanti della settimana
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Si sta per chiudere l'ultima settimana di Giugno, un mese ricco di eventi per il settore tecnologico, ma anche per il mondo del gaming, con l'E3 a farla da padrone. Proprio dall'E3 arriva la clamorosa indiscrezione secondo cui Google sembrerebbe intenzionata ad entrare nel settore videoludico, con una strategia articolata su tre punti il cui obbiettivo è fare concorrenza a giganti del calibro di Microsoft e Sony.
Non sono mancate altre notizie interessanti, dalle parole di Luigi Di Maio, che ha discusso di internet e banda larga, ad Apple e Samsung, che hanno fatto pace dopo anni di battaglie legali, senza dimenticare l'annuncio del nuovo standard WPA 3.

WPA3: in arrivo il nuovo standard per la protezione

Tra le notizie più importanti della settimana non possiamo non citare quella che riguarda il nuovo protocollo di sicurezza WPA 3, successore del WPA 2, presente ormai dal lontano 2004 e ormai superato.
L'annuncio è stato dato dalla WiFi Alliance, il consorzio che supervisiona lo standard e che ha diffuso anche maggiori dettagli a riguardo. WPA 3 mira a proteggere tutti i dispositivi collegati grazie a un protocollo totalmente nuovo, riscritto da zero, che sarà disponibile nelle versioni Personal ed Enterprise. Entrambe non consentiranno ai device WPA 2 di connettersi alla rete, se non attraverso un'apposita modalità. Il nuovo protocollo offrirà protezione maggiore dagli attacchi Brute Force e una cifrature delle password a 192 bit. Grazie a Easy Connect poi, sarà possible collegare dispositivi grazie a semplici codici QR. Maggiori informazioni sono disponibili nel nostro speciale dedicato.

Di Maio rilancia su internet gratis e banda larga

Hanno fatto molto rumore le dichiarazione rilasciate, nel corso dell'Internet Day 2018, dal Ministro del Lavoro e delle Infrastrutture, Luigi Di Maio. L'esponente del partito pentastellato, come fatto anche da altri colleghi, ha riconosciuto internet come uno strumento fondamentale, e per questo ha annunciato che il governo Conte è al lavoro per garantire agli utenti almeno mezz'ora di internet gratis: "Immagino uno Stato che dia gratuitamente almeno mezz'ora di connessione al giorno a chi non può permettersela. Siamo al lavoro su questo, l'acceso a Internet è un diritto primario di ogni singolo cittadino" ha affermato Di Maio, il quale ha sottolineato che nell'accordo stretto tra Lega e M5S nel contratto di Governo è presente una dicitura in cui i due partiti ritengono "opportuno introdurre il principio della cittadinanza digitale dalla nascita, prevedendo l'accesso gratuito alla rete Internet per ogni cittadino".
Di Maio si è anche soffermato sulla banda ultra larga, che sta lentamente prendendo piede nel nostro paese, sostenendo che il governo "proseguirà il percorso di potenziamento delle infrastrutture di rete proseguendo l'investimento nel piano banda ultralarga e 5G. Intendiamo anche completare la riforma del roaming a livello europeo che rimane una riforma monca. I costi che ancora permangono, sia pure limitatamente, devono essere completamente eliminati per dare ulteriore slancio alle imprese che esportano e alla mobilità dei cittadini".

Apple e Samsung fanno pace

Scoppia improvvisamente la pace tra Apple e Samsung. Le due compagnie, che negli ultimi anni si sono date battaglia a suon di cause legali, hanno trovato un accordo per certi versi inaspettato. L'annuncio è stato dato direttamente dal giudice distrettuale che negli ultimi anni ha seguito la causa, Lucy Koh, la quale ha rivelato che le due parti hanno finalmente trovato un punto d'intesa, facendo decadere tutte le cause in corso.
La notizia ha chiuso sette anni di battaglia, cominciata nel 2011 ed avente ad oggetto alcune funzioni di base degli smartphone Samsung che, secondo Apple, sarebbero state prese in "prestito" da iPhone: il pinch to zoom nelle fotografie e lo slide to unlock. Inizialmente la compagnia di Cupertino aveva ottenuto un accordo favorevole da 1 miliardo di Dollari, che diede il via ad una serie di ricorsi e controricorsi sfociati nell'accordo di questa settimana.

Google pronta ad entrare nel settore videoludico?

Tra le notizie più interessanti non possiamo non citare quella che riguarda la presunta Google Console. Voci di corridoio affermano che il motore di ricerca sarebbe intenzionato ad entrare prepotentemente nel settore del gaming, attraverso una strategia ben oculata ma allo stesso tempo forte, per dare una scossa al settore.
A giudicare da quanto emerso, i dirigenti Google avrebbero già tenuto degli incontri con gli sviluppatori, non solo per stringere accordi ma addirittura per comprarne alcuni.
La strategia si articola su tre fronti: il lancio di una piattaforma di streaming in stile GeForce Now, attualmente nota come Yeti, quindi l'acquisizione delle software house e poi il lancio (ancora non certo) di una console.
Resta da capire se quest'ultima andrà a competere con le specifiche di PlayStation 5 o della nuova Xbox, ma l'arrivo in Google di Phil Harrison, ex Sony e Microsoft, è quanto mai indicativo.