Doppio abbonamento per il calcio in TV? Ecco cosa succede nel resto d'Europa

In Italia sono molte le polemiche per il doppio abbonamento, necessario a vedere il calcio in TV, ma come funziona all'estero?

speciale Doppio abbonamento per il calcio in TV? Ecco cosa succede nel resto d'Europa
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

La gara di assegnazione dei diritti televisivi per la Serie A ha generato molte polemiche quest'anno. Non solo per il primo bando assegnato a Mediapro e poi annullato, quanto più per il secondo bando di gara pensato dalla Lega Calcio, che ha introdotto delle novità che vanno a cambiare radicalmente la visione del calcio in TV. Un nuovo modello che all'estero è presente da anni, ma che arrivato in Italia ha visto una forte resistenza da parte dei telespettatori. Stiamo ovviamente parlando del doppio abbonamento, necessario per vedere tutte le partite della propria squadra del cuore: Sky trasmetterà sette partite su dieci a settimana, a DAZN invece le restanti tre.
Per capire se l'Italia si è realmente adeguata al contesto internazionale in tema di diritti TV, abbiamo fatto una breve indagine, che conferma come il caso italiano, fino all'arrivo di DAZN, fosse più unico che raro. La nostra indagine si è focalizzata su quelli che sono i quattro campionati più importanti d'Europa, esclusa la Serie A ovviamente: la Premier League inglese, la Liga Spagnola, la Bundeslinga tedesca e la Ligue 1 francese, i nostri principali competitor a livello televisivo oltre che sportivo.

Premier League

Partiamo da quello che è considerato il campionato più "televisivo" e spettacolare del mondo, nonché quello che per primo ha cavalcato l'onda dei media ed ha cambiato il mondo del calcio, ovvero la Premier League. Prima di partire con i pacchetti veri e propri, però, dobbiamo fare delle precisazioni che ci permettono di capire meglio ciò di cui stiamo parlando.
La Premier League, a livello europeo, è il campionato che genera più introiti dai diritti televisivi. Il pacchetto complessivo infatti ha un valore di quasi 5 miliardi di Euro, cinque volte quello italiano. In Premier la "tradizione" di trasmettere le partite in televisione è piuttosto giovane: i primi match sono stati trasmessi nel 1992, quando si partì con sole sessanta gare in diretta, salvo poi arrivare alle duecento dei prossimi tre anni. Tuttavia, nonostante questo aumento, la Football Association spinge affinché non tutte le partite vengano trasmesse in diretta televisiva, ed infatti è così da sempre. Il motivo? La federazione vuole che gli stadi siano pieni, e quale miglior modo per incentivare le presenze sugli spalti se non evitare di trasmettere le partite in televisione?
Nonostante questo, i pacchetti messi a disposizione dalla Lega sono comunque stati assegnati per un valore molto alto: 4,464 miliardi di Sterline, un record. Le novità sono molte, ma la più importante è rappresentata dal match del sabato sera, che mancava alla programmazione della Premier League.
Anche in UK, gli appassionati devono sottoscrivere due abbonamenti, perchè Sky Sport, per una somma vicina ai 3,58 miliardi di Sterline, si è aggiudicata 128 partite live, mentre BT Sport per 885 milioni di Sterline se n'è aggiudicate 32.
La suddivisione è fondamentalmente molto simile a quella italiana, con l'emittente di Murdoch che trasmetterà 24 gare nella finestra del lunedì alle 20 o del venerdì alle 19, 32 gare nella finestra di domenica alle 14 e 32 partite nella finestra della domenica alle 16:30. BT Sport, invece, trasmetterà 32 incontri del sabato alle 12:30.

Liga Spagnola

La Liga Spagnola, orfana di Cristiano Ronaldo, ha venduto i diritti di visione per una cifra che si aggira intorno agli 1,3 miliardi di Euro. Qui la situazione è ancora più frammentata, e gli abbonamenti e i modi per vedere le partite sono diversi. Movistar Partidazo, infatti, trasmetterà sulle piattaforme Movistar+, Vodafone TV, Orange TV e Telecable il miglior incontro della settimana, con la formula del pay per view. Gol HD, invece, trasmetterà una gara della Liga a settimana in esclusiva, due partite della Liga 123, l'equivalente della nostra serie B, una partita della Coppa del Re e le semifinali della coppa nazionale in esclusiva.
BenIN articola la propria offerta su due fronti, ed altrettanti canali. BeIN La Liga, infatti, manderà in onda otto partite del campionato in esclusiva, tra cui ne figura ogni settimana una del Barcellona o del Real Madrid, ad esclusione del Clásico di ritorno. BeIN Sport, invece, si occuperà di tutta la Champions League tranne le gare in chiaro, di tutta l'Europa League e delle migliori gare dei campionati esteri, tra cui la Serie A, la Ligue 1 e la Coppa Libertadores. E' presente anche il canale Liga 123 TV, che trasmetterà dieci partite del campionato cadetto a giornata.

Bundesliga

La Bundesliga è uno dei fortini di Sky, che da sempre trasmette in esclusiva le partite. Nel 2016, però, la situazione è cambiata. Due anni fa sono stati assegnati a due diversi broadcaster i diritti televisivi per quattro stagioni, per un valore complessivo di 1,4 miliardi di Euro. Sky Deutschland, però, si è aggiudicata il pacchetto più importante, che comprende il 93 per cento delle partite, per un totale di 572 incontri. La restante parte, invece, se l'è aggiudicata Eurosport, e quindi dovranno essere viste attraverso un abbonamento a parte, tramite la piattaforma Eurosport Player, che in Italia ha trasmesso tutte le Olimpiadi Invernali dello scorso febbraio.

Ligue1

La Ligue 1 francese è probabilmente il campionato meno appetibile, dal punto di vista televisivo, soprattutto all'estero. Il peso del PSG però si fa sentire, basti pensare che in Italia i diritti sono andati a Perform, che trasmetterà su DAZN la lega transalpina. Neymar, Cavani, Mbappè e tutti gli altri fenomeni della squadra dell'Emiro Arabo fanno gola anche alle televisioni, a ciò si aggiunge anche il fatto che sarà il campionato della nazione Campione del Mondo. Anche qui, però, gli abbonamenti da fare sono due per vedere tutte le partite.
Canal Plus trasmetterà la partita del venerdì sera, quella del sabato pomeriggio e quelle della domenica sera, che spesso vedono tra le protagoniste proprio il Paris Saint Germain. BeIn Sport, di cui vi abbiamo parlato poco sopra con la Liga Spagnola, invece, trasmetterà le altre.
Interessante notare che in Francia sono stati assegnati i diritti televisivi anche per il calcio femminile, con un pacchetto complessivo di 1,2 milioni di Euro a stagione, che garantirà una copertura mediatica mai vista prima. Canal Plus, cannibale di sport, trasmetterà una partita del sabato ed una della domenica, mentre Foot+ la parte restante.