Ecco i nuovi processori per notebook di Intel, frequenze fino a 5.3 GHz

Intel ha presentato i processori di decima generazione per computer portatili, spingendo molto sulle frequenze operative.

speciale Ecco i nuovi processori per notebook di Intel, frequenze fino a 5.3 GHz
Articolo a cura di

Intel contro AMD. La sfida tra i due contendenti si è accesa prima in ambito desktop e sta arrivando ora anche il quello mobile. AMD ha lanciato da poco i processori della serie 4000H dedicati ai portatili, ora è arrivato il turno di Intel con le sue CPU di decima generazione. La casa americana ha puntato sul suo cavallo di battaglia, ovvero le frequenze operative, per aumentare le prestazioni rispetto alla precedenze generazione, una scelta che, almeno in ambito gaming, potrebbe essere ampiamente ripagata.
Non è un caso che i modelli più potenti sono pensati proprio per questo utilizzo, oltre che per offrire adeguata potenza ai software più esigenti sul fronte delle prestazioni, grazie all'aumento nel numero di Core disponibili.

La nuova gamma

Le CPU di decima generazione di Intel sono pensate non solo per avere performance superiori, ma anche per dare maggiore libertà ai produttori, che possono ora creare portatili più sottili ma allo stesso tempo più potenti. Tutto dipende dalle CPU scelta, ma Intel afferma che è possibile creare notebook dallo spessore di soli 20 mm, o anche meno, ottenendo comunque un aumento prestazionale rispetto alla precedente generazione. Non tutti sono alla ricerca di una gaming machine portatile, molti creator infatti si affidano ai laptop da gioco per la loro potenza, ecco perché la possibilità di creare form factor particolari o comunque ridotti nelle dimensioni diventa un vantaggio per i produttori, che possono adattare le CPU di Intel ai design più disparati.
I dati diffusi da Intel mettono a confronto il nuovo i7-10750H con l'i7-7700HQ, una CPU di tre anni fa, mostrando un aumento nel frame rate dei giochi che può toccare anche il 44%. Questo è possibile grazie alla nuova tecnologia Turbo Max 3.0, che riesce a ottimizzare meglio le frequenze operative, senza contare il supporto alle memorie DDR4 a 2933 MHz, che danno un boost soprattutto agli applicativi professionali. Con i nuovi processori arriva anche il supporto per il Wi-Fi 6 per la trasmissione di dati ad alta velocità.
La nuova line-up vede alla base gli Intel i5-10300H e 10400H, entrambi con 4 Core e 8 Thread e frequenze di funzionamento dai 2.5 ai 4.5 GHz, con un TDP di 45 W. Salendo troviamo gli i7-10750H, i7-10850H e i7-10875H. I primi due hanno 6 Core e 12 Thread, in questo caso le frequenze partono dai 2.6 ai 5.1 GHz a seconda del modello. L'i7-10875H invece offre 8 Core e 16 Thread; le frequenze partono dai 2.3 GHz e possono salire ai 5.1 GHz.

Al vertice della gamma c'è invece l'i9-10980HK, sempre con 8 Core e 16 Thread ma capace di spingersi fino 5.3 GHz. Si tratta dell'unico processore "sbloccato", in grado quindi di essere overcloccato, non sappiamo però fino a che punto si potrà spingere con le frequenze. Anche in questo caso il TDP è di 45 W.
A questo punto non resta che attendere l'arrivo dei primi notebook sul mercato, per capire le potenzialità della nuova gamma di processori Intel e soprattutto per un confronto con la controparte AMD.