Eclissi 27 luglio: Marte e "Luna di Sangue" visibili a occhio nudo, i dettagli

L'eclissi totale di Luna del prossimo 27 luglio sarà la più lunga del secolo: ecco tutto quello che dovete sapere in merito.

speciale Eclissi 27 luglio: Marte e 'Luna di Sangue' visibili a occhio nudo, i dettagli
Articolo a cura di

L'eclissi lunare è uno degli eventi astronomici più spettacolari che l'essere umano possa vedere con i propri occhi. In particolare, quella che avverrà il prossimo 27 luglio sarà tanto rara quanto straordinaria. Infatti, stiamo parlando dell'eclissi totale più lunga del secolo, con la Luna che assumerà una colorazione rossastra, motivo per cui viene chiamata anche Blood Moon (Luna di Sangue). Essa sarà tranquillamente visibile a occhio nudo, a condizione che il cielo sia limpido.
Insomma, per una sera, dalle 21:30 alle 23:13, potremo anche noi fare finta di essere finiti in quel di Yharnam, per la gioia di tutti i videogiocatori all'ascolto. Non è finita qui: la visibilità di Marte a occhio nudo renderà il tutto più unico che raro. Certo, non si tratterà assolutamente dell'unica occasione per osservare in questo modo il Pianeta Rosso, ma che il Sole, la Terra e Marte siano allineati lungo la stessa linea retta non accade tutti i giorni. Ma andiamo a vedere a cosa è dovuto questo particolare evento astronomico e come vederlo.

Un evento più unico che raro

L'eclissi totale non è altro che un fenomeno ottico durante il quale l'ombra della Terra oscura completamente la Luna. La durata dell'evento astronomico in questione dipende dalla distanza tra i due. In particolare, il prossimo 27 luglio il "gap" sarà di 406.000 km, con la Luna che si troverà nel punto della propria orbita più distante dal nostro Pianeta. Quest'ultimo viene chiamato apogeo e garantirà uno spettacolo della durata record di 1 ora e 43 minuti. L'eclissi vera e propria inizierà alle 21:30, terminerà alle 23:13 e avrà il suo picco massimo alle 22:22, ma gli appassionati potranno stare svegli fino alle ore 01:28, quando la Luna tornerà a essere nuovamente piena e senza ombre.
Per farvi un esempio, la durata media è di circa 1 ora. Il tutto è dovuto al fatto che la Luna, essendo appunto più distante, si muoverà più lentamente, dilatando in questo modo i tempi. A rendere ancora più esclusivo questo evento ci penserà Marte, visto che potremo osservare a occhio nudo anche il Pianeta Rosso che, stando all'astrofisico Gianluca Masi del Virtual Telescope Project, "sfoggerà il suo intenso color rubino".

Come è possibile? Ebbene, il prossimo 27 luglio Marte sarà a soli 51 giorni dal suo perielio, ovvero nel punto della sua orbita più vicino al Sole. Ricordiamo, dunque, che un'eclissi avviene quando la Terra è esattamente in mezzo tra il Sole e Luna. Questo significa che il Pianeta Rosso sarà nella stessa porzione di cielo della Luna. Tornando alla colorazione rossa di quest'ultima, essa è dovuta al fatto che i raggi del Sole verranno rifratti dall'atmosfera della Terra. Per guardare questo spettacolo, non dovremo far altro che alzare gli occhi al cielo e guardare a sud-est. Il tutto è osservabile a occhio nudo senza alcun tipo di problema, visto che la luce riflessa dalla Luna non contiene quella componente UV dannosa che si ha nell'eclissi solare.