Ferrari GTC4Lusso: la 2+2 del Cavallino Rampante erede della FF

Mostrata al pubblico durante l'ultima edizione del Salone di Ginevra, la nuova Ferrari GTC4Lusso è una shooting brake a quattro posti, erede della FF.

speciale Ferrari GTC4Lusso: la 2+2 del Cavallino Rampante erede della FF
Articolo a cura di

"La Ferrari non produrrà mai SUV", sono le parole di Sergio Marchionne, presidente della Casa di Maranello e amministratore delegato di FCA. In realtà l'azienda modenese ha già dal 2011 un'auto che riprende molti degli elementi tipici di uno Sport Utility Vehicle, con trazione integrale, comoda per quattro persone, con un ampio bagagliaio e facile da utilizzare in ogni condizione. Ci riferiamo alla FF, la shooting brake (termine nato in Inghilterra per le coupé che nella coda si ispirano alle station wagon) del Cavallino Rampante presente sul mercato da qualche anno e che ora viene sostituita dalla GTC4Lusso da cui ne riprende le caratteristiche fondamentali. Una vettura che non è un semplice restyling del modello precedente e il cui nome è una diretta citazione delle Rosse del passato, vetture sportive ma sfruttabili tutti i giorni, come la 330 GTC. Il "4" fa, invece, riferimento al numero dei sedili e alla trazione integrale, mentre GT sta per Gran Turismo e C per coupé. Infine la parola "Lusso", oltre ad evocare la 250 GT Lusso, una delle auto più amate da Enzo Ferrari, si riferisce agli interni decisamente curati e di gran classe. Scopriamo, quindi, tutte le caratteristiche di questa particolare vettura partendo dal suo originale design.

GTC4Lusso, shooting brake comoda, sportiva e dal look aggressivo

Presentata al pubblico il 23 febbraio 2011, la FF stupì tutti per le sue particolari forme. Questa vettura sportiva si differenziava nettamente dai modelli che l'avevano preceduta con una coda appena accennata e con linee che l'avvicinavano a quelle di una station wagon a 3 porte. Con la nuova GTC4Lusso i designer della Casa del Cavallino Rampante hanno ora voluto riprendere la stessa impostazione della FF, ma con forme più aggressive e filanti. Dalla FF la GTC4Lusso mantiene lo chassis e le stesse proporzioni della carrozzeria e sin dal primo sguardo è possibile notare il lungo cofano e la piccola coda, con il lunotto ora più inclinato. Questa vettura misura 492 cm in lunghezza, 198 in larghezza, ha un'altezza di soli 138 cm con un peso a secco di 1790 Kg. Rispetto al passato la fiancata, ora più filante, è stata rivisitata con nuove nervature, modifiche ai passaruota e diversi sfoghi dell'aria dietro alle ruote anteriori, ora con una tripla feritoia.

Decisamente diverso il frontale con un nuovo paraurti caratterizzato da una presa d'aria più ampia e squadrata che include il radiatore e le due prese d'aria dei freni. I fari riprendono il tema a "L" delle ultime Ferrari, ma si sviluppano più in orizzontale producendo un effetto più grintoso ed infine non dimentichiamo i due piccoli spoiler anteriori, con funzioni aerodinamiche. Sulla GT4Lusso, inoltre, è stato abbassato il profilo del tetto con importanti modifiche anche al posteriore. Proprio in questa zona troviamo le novità più evidenti rispetto alla vecchia FF, con un diverso lunotto dotato di spoiler e con quattro gruppi ottici rotondi, elementi tipici delle vetture di Maranello.

Caratteristiche tecniche, motore V12 e quattro ruote motrici sterzanti

La nuova shooting brake di Ferrari utilizza sempre il raffinato V12 posizionato all'anteriore con una cilindrata di 6,3 litri ad iniezione diretta di benzina. Questo propulsore ora può vantare una potenza di 690 CV a 8000 giri con 697 Nm di coppia massima a 5750 giri, fruibili per l'80% già a partire da 1750 giri. Grazie ad esso la vettura può vantare un rapporto peso/potenza record per la sua categoria, pari a 2,6 Kg/Cv. Come sulla precedente FF viene utilizzata l'architettura "transaxle", con il cambio robotizzato a doppia frizione posizionato al retrotreno, dotato delle immancabili palette al volante per la selezione delle 7 marce.

Si tratta di un'architettura che contribuisce ad un'ottimale distribuzione dei pesi, 47% all'anteriore e 53% al posteriore. Per quanto riguarda le prestazioni la velocità massima della GTCLusso è di 335 km/h, con i 100 km/h che vengono raggiunti con partenza da fermo in soli 3,4 secondi, mentre per arrivare a 200 km/h bastano 10,5 secondi. Come la FF, la GTC4Lusso utilizza la sofisticata trazione integrale 4RM (4 ruote motrici) nella sua ultima variante Evo. Si tratta di un elaborato sistema brevettato da Ferrari dove la trazione alle ruote anteriori viene trasmessa da un differenziale con funzione elettronica di ripartitore di coppia motrice, Power Transfer Unit, (PTU) posizionato davanti al motore. Normalmente la vettura si comporta come una trazione posteriore, ma a seconda delle condizioni in cui l'auto sta viaggiando, la PTU provvede a trasferire la coppia motrice anche sull'asse anteriore. Questo sistema di trasmissione, ora più preciso, permette di inviare fino al 90% della coppia disponibile sulla ruota esterna per consentire alla vettura di seguire più facilmente la traiettoria ideale. Il 4RM Evo fa parte del nuovo sistema 4RM-S, dove la lettera "S" sta per ruote posteriori sterzanti, soluzione tecnica che avevamo già visto sulla F12tdf. Questo sistema è utile per incrementare l'agilità della vettura in città e a bassa andatura, orientando le ruote posteriori in senso contrario rispetto a quelle anteriori. Inoltre consente di rendere l'auto più stabile nei cambi di traiettoria a velocità elevata con le ruote posteriori che, in questo caso, seguono l'orientamento di quelle anteriori. Con la GTC4Lusso si evolve anche il sistema di gestione della sbandata (Side Slip Control) giunto alla versione 4.0 incluso all'interno del 4RM-S; sistema che controlla ora anche gli ammortizzatori SCM-E ed il differenziale E-Diff. In definitiva, l'insieme di tutte queste soluzioni consente di sfruttare la straordinaria coppia della GTC4Lusso anche su strade innevate, bagnate o comunque a bassa aderenza. Le ruote posteriori sterzanti rendono, inoltre, la vettura più agile in ingresso di curva, limitando le correzioni richieste al pilota in percorrenza e uscita. Infine non dimentichiamo le sospensioni Magnaride SCM-E che consentono una guida confortevole su ogni fondo stradale.

Interni di lusso con avanzate soluzioni d'infotainment

L'abitacolo della GTC4Lusso è un bel mix di eleganza e tecnologia. Al centro della plancia troviamo il nuovo sistema d'infotainment compatibile anche in optional con la piattaforma Apple Car Play e dotato di uno schermo da 10,25 pollici con risoluzione Full HD, di navigatore con mappe 3D e della funzione Split View che differenzia i contenuti visibili per guidatore e passeggero. Inoltre in questa sportiva troviamo il dual cockpit, come viene definito dai designer di Ferrari. Davanti al passeggero è possibile installare un secondo schermo touchscreen che consente di interagire con varie funzioni dell'infotainment, come il navigatore e la musica, di controllare le schermate e le modalità di guida scelte dal pilota, oltre alle impostazioni del manettino. Oltre a questo, troviamo tutta la tipica impostazione dei comandi Ferrari con un volante multifunzione ancora più ergonomico, il cruscotto con il grande contagiri analogico al centro, affiancato da due display digitali ed interni particolarmente raffinati, arricchiti di vari materiali come alluminio, pelle e fibra di carbonio. Non dimentichiamo, infine, gli ergonomici sedili posteriori capaci di offrire una seduta abbastanza comoda ed il bagagliaio da ben 450 litri, ampliabile reclinando gli schienali. Concludiamo con le numerosissime possibilità di personalizzazione della vettura, che come da tradizione del marchio permettono di scegliere innumerevoli tinte della carrozzeria, vari modelli di cerchi da 20 pollici, i colori delle pinze freno e vari componenti esterni. Per quanto riguarda gli interni abbiamo svariati tipi di pelle, per sedili, porte, cruscotto, tunnel centrale e si può anche scegliere il colore del fondo del contagiri analogico. La Ferrari GTC4Lusso è acquistabile ad un prezzo a partire da 270.000 euro, con le prime consegne previste nel mese di settembre.

Ferrari GTC4Lusso Con la GTC4Lusso, la Ferrari evolve il suo concetto di shooting brake con una vettura che pur includendo gli elementi fondamentali della FF introduce sostanziali novità nel design, nella meccanica e nell’elettronica. Le forme ora più filanti si distinguono dal modello precedente soprattutto per la nuova coda, mentre dal punto di vista tecnico debutta una soluzione a quattro ruote sterzanti che contribuisce a migliorare ulteriormente l’ottima guidabilità della vettura. La GTC4Lusso è, inoltre, un modello adatto anche all’utilizzo quotidiano che può accogliere quattro persone in un abitacolo lussuoso e moderno.