Fiat Tipo, Alfa Romeo Giulia e tante altre novità dal Salone di Ginevra 2016

Alla kermesse svizzera sono state presentate vetture in grado di soddisfare ogni esigenza del mercato, dalle ultime versioni della Fiat Tipo, passando per la nuova crossover di Renault, fino ad arrivare alla nuova Alfa Romeo Giulia.

speciale Fiat Tipo, Alfa Romeo Giulia e tante altre novità dal Salone di Ginevra 2016
Articolo a cura di

All'edizione 2016 del Salone di Ginevra, le anteprime mondiali sono state moltissime, con vetture in grado di soddisfare tutte le richieste del mercato. Anche il gruppo Fiat ha portato novità decisamente interessanti con l'anteprima mondiale della Tipo Station Wagon e 5 porte e la versione più tranquilla della nuova Giulia, mentre i francesi di Renault hanno mostrato la quarta generazione della Scénic, vettura che si differenzia nettamente dal vecchio modello. Per chi è alla ricerca di un'auto ibrida o elettrica, Hyundai propone la nuova Ioniq, disponibile in tre diverse varianti, una vettura che punta a sfidare direttamente la Toyota Prius. Gli appassionati di auto che desiderano un modello elegante ma ad alte prestazioni troveranno interessante la nuova Jaguar F-Type SVR con un motore da 5.0 litri, in grado di erogare una potenza massima di 575 cavalli.

Fiat Tipo 5 porte e Station Wagon

All'ultima edizione del Salone Internazionale dell'Auto di Ginevra, Fiat completa la gamma della nuova Tipo con l'introduzione della versione 5 porte e Station Wagon. Questi due nuovi modelli sono stati rivisti soprattutto al posteriore con la 5 porte che presenta una coda decisamente riuscita, con una fanaleria a "boomerang" e l'introduzione di uno spoiler sul tetto. Sulla versione Station Wagon troviamo, invece, un diverso disegno della portiera posteriore e l'aggiunta di un terzo finestrino. Su questi modelli vengono introdotte anche piccole modifiche al frontale con design migliorato dei fendinebbia. Per quanto riguarda le dimensioni delle due vetture, il modello a 5 porte è lungo 4,37 metri, largo 1,79 m e alto 1,50 m, mentre la Station Wagon ha una lunghezza di 4,57 m. Entrambe le versioni offrono un bagagliaio con una capacità di carico ai vertici della categoria, 440 litri per la 5 porte e 550 litri per la Station. Questa è, inoltre, dotata di una soglia di carico bassa ed un bagagliaio configurabile secondo le esigenze dell'utente. Ricordiamo che tutte le versioni della Tipo sono dotate di numerosi scomparti, di diversa capienza, con una capacità complessiva di 12 litri.
Con l'arrivo di queste due nuove varianti, Fiat introduce anche nuovi allestimenti, denominati Easy e Lounge, che sostituiscono l'Opening Edition, introdotto al momento del lancio. Interessanti novità arrivano anche dai motori, oltre al propulsore benzina da 1.4 litri da 95 CV e ai due turbodiesel 1.3 MultiJet da 95 CV e 1.6 MultiJet da 120 CV, sarà anche disponibile il nuovo 1.4 T-Jet bi-fuel benzina/GPL .Questo motore, ordinabile su tutte le varianti della Tipo, ha una potenza massima di 120 CV ed una coppia motrice massima di 215 Nm. Infine ricordiamo anche il nuovo cambio automatico a doppia frizione disponibile sul 1.6 Multijet da 120 CV. Per quanto riguarda gli interni segnaliamo il debutto del nuovo sistema d'infotainment Uconnect 7 HD LIVE con touch screen da 7 pollici, dotato di Bluetooth con vivavoce, streaming audio, lettore Sms e riconoscimento vocale, porte Aux e USB, comandi al volante e (a richiesta) retrocamera e navigatore TomTom 3D. Tra le altre funzioni dell'Uconnect ricordiamo lo streaming musicale di Deezer e TuneIn, le news di Reuters, il supporto ai social network e la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto.

Alfa Romeo Giulia

Dopo averla vista qualche tempo fa nella variante "Quadrifoglio" debutta alla rassegna svizzera la versione standard dell'Alfa Romeo Giulia. Le differenze rispetto al modello sportivo non sono moltissime con parafanghi meno pronunciati e linee più equilibrate e meno estreme. Il paraurti anteriore ha un design leggermente modificato, mancano le minigonne laterali e lo sfogo d'aria davanti al parafango anteriore e sparisce anche l'estrattore posteriore.
Dalla Svizzera sono arrivate interessanti informazioni sulla gamma della nuova berlina di Alfa, disponibile in tre varianti denominate Giulia, Super e Quadrifoglio, con due pacchetti di personalizzazione, Lusso e Sport. Gli interni, con un bel mix di eleganza e sportività, saranno disponibili in 18 soluzioni differenti con 13 colori di carrozzeria.
Per quanto riguarda le motorizzazioni si potrà scegliere tra il 2.0 TBi turbo benzina da 200 CV, il V6 biturbo 2.9 della Quadrifoglio (510 CV) e il 2.2 JTDm turbodiesel, nelle versioni da 150 CV e 180 CV, inoltre altri propulsori arriveranno alla fine dell'anno.

Renault Scénic

Anche Renault è voluta essere presente alla kermesse svizzera con un'anteprima mondiale, presentando la quarta generazione della Scénic. Una vettura che cambia completamente forma, si passa infatti da una monovolume compatta ad una crossover con linee decisamente moderne. Questa vettura si caratterizza ora per una maggiore altezza dal suolo, uno sbalzo posteriore ridotto con carreggiate allargate e grossi cerchi da 20" pollici. La nuova Scénic è anche cresciuta nelle dimensioni con 4,406 metri di lunghezza (+4 cm rispetto alla terza generazione) e 1,865 di larghezza (+2 cm). Ottimo lo spazio a bordo per i passeggeri che possono sfruttare il bagagliaio da 572 litri ed i vari vani portaoggetti con una capacità complessiva di 63 litri. Una vettura decisamente moderna anche nelle dotazioni tecnologiche con il sistema d'infotainment R-Link 2 con schermo da 8,7 pollici e head-up display a colori. Per quanto riguarda le motorizzazioni, ci sarà un'ampia scelta con sei propulsori diesel e due a benzina con cambio manuale 6 marce o automatico doppia frizione, con potenze comprese tra i 110 e i 160 CV. Inoltre Renault prevede di introdurre anche la versione con tecnologia "Hybrid Assist", un diesel Energy dCi 110, affiancato da un sistema di recupero dell'energia in frenata in grado di aiutare il motore in fase di accelerazione.
La Scénic può, inoltre, vantare un'ottima dotazione di sicurezza con il sistema di frenata di emergenza attiva con riconoscimento dei pedoni, il regolatore di velocità adattivo, l'allarme per superamento involontario della linea di carreggiata ed il sistema per il riconoscimento della segnaletica stradale. Di questo modello è anche previsto l'arrivo entro la fine dell'anno della variante a sette posti, denominato Renault Grand Scénic, mentre la versione a cinque posti debutterà sul mercato a partire dal prossimo settembre.

Hyundai IONIQ

Da Ginevra arrivano le specifiche complete della Hyundai Ioniq. Si tratta di una vettura realizzata in tre diverse varianti (ibrida, plug-in e solo elettrica) che punta a sfidare il leader assoluto in questo settore, la Toyota Prius. Scendendo nel dettaglio dei vari sistemi propulsivi, i due modelli con motore a scoppio sono equipaggiati con un benzina GDI da 1.6 litri con un rendimento termico del 40%. Si tratta di un quattro cilindri con 105 cavalli e 147 Nm di coppia massima abbinato ad un cambio a doppia frizione a sei rapporti, e ad un motore elettrico.
Nella versione ibrida questa unità elettrica ha una potenza di 43.5 cavalli con 170 Nm di coppia massima ed è alimentato da una batteria agli ioni di litio da 1.56 kWh, alloggiata sotto i sedili posteriori. Considerando anche il motore a combustione si raggiungono i 141 cavalli e 265 Nm di coppia massima, che consentono una velocità massima di 185 km/h e consumi di 3.4 l/100 km. Nella versione plug-in della Ioniq, ricaricabile anche attraverso una presa di corrente, viene incrementata la potenza della batteria, ora di 8.9 kWh. Anche il motore elettrico aumenta le sue prestazioni raggiungendo i 61 cavalli di potenza. La Ioniq plug-in può, inoltre, percorrere oltre 50 chilometri sfruttando solamente le batteria, senza ricorrere al motore a combustione.
Concludiamo con l'ultima versione dotata solo di propulsione elettrica, che si differenza leggermente anche nell'aspetto con l'assenza della presa d'ara sul frontale della vettura.
In questa variante Hyundai ha utilizzato un pacco batterie agli ioni di litio, prodotto da LG, da 28 kWh che consente un'autonomia di 250 chilometri. Questa versione ha una potenza di 120 cavalli e 295 Nm di coppia con una velocità massima di 165 km/h. La prima Hyundai Ioniq ad arrivare sul mercato sarà la versione ibrida prevista entro il prossimo autunno.

Jaguar F-Type SVR Coupè e Cabrio

Alla rassegna elvetica ha debuttato anche la versione più estrema della Jaguar F-Type denominata SVR. Una vettura ad alte prestazioni dotata del potente V8 supercharged già impiegato su altri modelli del gruppo Jaguar/Land Rover. Scendendo nel dettaglio, si tratta di un motore con una cilindrata di 5.0 litri in grado di erogare una potenza massima di 575 cavalli con 700 Nm di coppia. Caratteristiche che consentono alla nuova Jaguar F-Type SVR di passare da 0 a 100 chilometri all'ora in 3.7 secondi e di raggiungere una velocità massima di 320 chilometri orari sulla versione coupé e 309 chilometri all'ora sulla variante cabrio. Questa vettura, proposta ad un prezzo di circa 140.000 Euro, ha subito anche modifiche estetiche con l'aggiunta di grosse prese d'aria nella parte anteriore, un appariscente spoiler in coda ed un aggressivo estrattore nella parte bassa del posteriore. Per incrementare le prestazioni, gli ingegneri della Jaguar hanno anche aggiornato l'impianto di scarico, ora realizzato in Titanio e Inconel con un peso di 16 chili in meno rispetto al modello standard. Infine l'assetto è ora più rigido, mentre l'impianto frenante utilizza dischi carboceramici.

Salone di Ginevra 2016 Al Salone di Ginevra sono state presentate auto di ogni tipo, decisamente interessanti sia sotto il profilo estetico, sia dal punto di vista tecnologico. La Fiat, con le due nuove varianti della Tipo, ha riscosso molto successo, grazie ad auto dal design curato e adatte anche a chi non ha un budget elevato. A Ginevra ha debuttato anche la versione meno estrema della Giulia che mantiene un design aggressivo, soprattutto nel frontale. Infine ricordiamo la nuova Scénic che cambia nettamente forma rispetto al passato e le tre Hyundai Ioniq che puntano a sfidare direttamente la Toyota Prius.